12 touristic and not-so-touristic tips to visit Rome

 photo DSCN0158_zpsfad69511.jpg

 

As I promised I’m here, talking about Rome. This post is not an ‘itinerary’ of the city, because there’s much much more to see. These are just little tips for things to do or see in the eternal city. To say the truth I’d like to do some other posts like this one adding more advices. You can find a lot of itineraries on blogs, 90% or more written by people who just visited Rome. I use the eyes of someone who can say ‘I live there’ and can tell you everything from a different point of view. So let’s get started!

Come promesso eccomi qui a parlarvi di Roma. Questo post non vuole essere un ‘itinerario’ della città, perchè c’è molto molto di più da vedere. Sono solo piccoli consigli con cose da vedere o fare nella città eterna. Per dire la verità mi piacerebbe fare altri post come questo aggiungendo altri spunti per i vostri viaggi. Potete trovare un sacco di itinerari girando tra i blog, 90% o più scritti da persone che hanno solo visitato Roma. Io uso invece gli occhi di chi può dire ‘ci vivo’ e che può spiegarvi le cose da un punto di vista diverso. Quindi cominciamo!

 photo DSCN0162_zpsf440d9d9.jpg

 photo DSCN0160_zpsaa4e1b77.jpg

 photo DSCN0163_zpsd07a3bd3.jpg

 photo DSCN0159_zps2cd72f79.jpg

 photo DSCN0161_zps9f0b0d2c.jpg

 

Tip 1 – San Pietro: Definitely a touristic one. And you can say is not even Rome. Is not even Italy cause it’s Vatican City. Yeah, I agree. But if there’s a thing you cannot miss on your trip to Rome is San Pietro. I’m a Christian, so for me surely also San Pietro as an important meaning, but whatever is your religion (if you have one!) if you’re passionate or just interested in art and architecture (and if you are visiting Rome, I do believe you are!) you have to go there. Not only Piazza San Pietro and the huge colonnade made by Gian Lorenzo Bernini are majestic, but when you’ll get inside the church you’ll be speachless. Everything is magnificent, and when you’ll be in front of Michelangelo’s Pietà or go up for 537 steps to reach the dome you’ll never forget your emotions. Ok, since now I’ve been sentimental, now let’s be practical. The cue. If you have friends who works inside Vatican city, you won’t cue, but I think the majority of you isn’t lucky as much as I am. I’ll be the happiest person to say to you that there’s a day when you don’t have to cue but no there isn’t. The only way to spend less time possible waiting is the much reasonable one: go early morning.  The earlier you go, the less you wait. Also if you’re not christian-informed you may don’t know that on sundays and wednesdays the Pope meets or talks to the believers and not, so the square will be full of people. If you’d like to see the Pope (no one said you have to be Catholic to do that) go in these days, if just want to see the church waiting less possible avoid them. A little thing more: if you visit Rome in Chistmas period you also get the chance to see the beautiful nativity scene and the huge Christmas tree.

Consiglio 1 – San PietroDecisamente nella lista dei consigli più turistici. E potete dirmi che non è nemmeno Roma. Non è nemmeno Italia perchè siamo in Città del Vaticano. Sì, sono d’accordo. Ma se c’è una cosa che non potete perdervi nel vostro viaggio a Roma è San Pietro. Io sono cristiana, quindi sicuramente per me San Pietro ha anche un significato importante, ma di qualsiasi religione voi siate (se ne avete una!) se siete appassionati o anche solo interessati di arte e architettura (e se state visitando Roma, penso proprio che lo siate!) dovete andarci. Non solo l’enorme Piazza San Pietro e il gigantesco colonnato di Gian Lorenzo Bernini sono qualcosa di maestoso, ma quando entrerete nella basilica rimarrete senza fiato. Tutto è meraviglioso, e quando vi troverete di fronte alla Pietà di Michelangelo o salirete per 537 scalini fino a raggiungere la cupola non dimenticherete mai quelle emozioni. Ok, finora sono stata sentimentale, ora vediamo di essere pratici. La coda. Se avete amici che lavorano in Città del Vaticano non farete la coda, ma penso la maggior parte di voi non abbia la mia stessa fortuna. Sarei la persona più felice del mondo a dirvi che c’è un giorno in cui non farete la coda, ma no non c’è. L’unico modo per aspettare il meno possibile è il più ragionevole di tutti: andate lì il mattino presto. Prima arrivate, meno aspettate. Inoltre se non siete informati degli eventi cristiani dovete sapere che le domeniche e i mercoledì il Papa parla e/o incontra i fedeli e non, quindi la piazza sarà gremita di persone. Se volete vedere il Papa (nessuno ha detto che dovete essere cattolici per farlo) andate in questi giorni, se volete solo aspettare il meno possibile per entrare evitateli. Un’altra piccola cosa: se visitate Roma nel periodo di Natale avrete la possibilità di vedere il bellissimo Presepe e l’altissimo albero di Natale.

Tip 2 – How to moveI think there are two, or better three ways to move around Rome. First of all forget renting a car, most of the city centre is closed without a permission (and is not something tourists can have) and where is not you’ll be surely stuck in traffic. The best way to move around the city centre is by foot. The thing that I like the most of the city is that in one moment you’re walking in a little path, the moment after a beautiful square opens in front of you full of monuments and things to remember. It’s also beautiful to see how the style and architecture change building by building while you’re walking and that’s surely something you cannot see on a metro. But I understand that if you’re in the city for just two-three days, with many things to see and also considering time to cue now and then, you have to forget moving by foot and go for public transport. I’m sad to say that in Rome the public trasport is quite bad. This why you have to decide when you’ll visit everything before going to Rome, looking carefully at metro’s lines and busses as much as you got everything planned. Even like this (you’ll see) you’ll get some trouble, so really, plan it good. Number three: use both! Even if I play the brave girl who loves to walk I’m actually kinda sick (I’ve got my legs operated three times, I’m pretty anemic and so on…), so I actually get tired easily. My way to survive this trouble in the big city? When I can’t take it anymore I decide to use the public transport to go to my next stage so I can rest a little bit. I kinda know the streets of Rome (even if even I always carry a map in my bag!) so I know where I have to go and I look for the right bus stop, or metro station for it. Most of you probably won’t so carry with you the map of the city and of public transport. P.S. Please avoid those terrible carriage drawn by poor horses. The less people use them, sooner they’ll desappear. Here’s a map for metro and tram.

Consiglio 2 – Come spostarsiPenso ci siano due, o meglio tre, modi per spostarsi a Roma. Prima di tutto scordatevi di noleggiare una macchina, la maggior parte del centro città è chiusa senza permesso (e non è una cosa ottenibile dai turisti) e dove non lo è sarete bloccati nel traffico. Il miglior modo per girare il centro di Roma è a piedi. La cosa che più amo della città è che un secondo prima state camminando in un viottolo, il secondo dopo una piazza si apre di fronte a voi, piena di monumenti e cose da ricordare. E’ anche bellissimo vedere come lo stile e l’archiettura cambiano edificio dopo edificio ed è certo una cosa che non potete vedere stando su una metro. Ma capisco che se siete in città per due-tre giorni, con tantissime cose da vedere e considerando anche tempo per fare delle code qui e là, dobbiate scordarvi la magia di farvela a piedi e optare invece per il trasporto pubblico. Mi dispiace dirvi che il trasporto pubblico a Roma non è dei migliori. Per questa ragione dovete pianificarvi quei giorni con cura prima di partire con occhio attento alle linee della metro e dei bus, così da sapere esattamente quando andare dove. E anche così (vedrete) avrete qualche inconveniente, quindi davvero pianificate. Numero tre: usate entrambi! Anche se mi piace fare la coraggiosa che ama camminare sono per natura abbastanza malaticcia (gambe operate tre volte, abbastanza anemica ecosì via…), quindi mi stanco facilmente. Il mio modo per farcela in questi casi? Quando non ce la faccio più decido di usare il trasporto pubblico per andare alla mia prossima tappa così da riposare un po’. Conosco abbastanza le strade di Roma (anche se anche io porto sempre con me una mappa!) quindi so dove devo andare e quale fermata del bus o stazione della metro devo cercare. Per la maggior parte di voi però non sarà così quindi portate sempre con voi la mappa della città e dei trasporti. P.S. Perfavore evitate quelle terribili carrozze trainate dai cavalli. Meno la gente le usa, prima spariranno. Eccovi una mappa di metro e tram.

 photo DSCN0164_zpsdef6e132.jpg

Tip 3 – Chiesa di Sant’Ivo della SapienzaDefinitely an idden gem. It’s inside the Biblioteca Alessandrina structure in ward Sant’Eustachio. Actually is forbidden to go inside the courtyard, but listen to me, no one will care about you, so just go inside with calmness and see this spectacular church. If you’re lucky the door of the church will be open and you could go have a look inside! It’s actually one of the most beautiful baroque church in Rome, but most of the people don’t know it. It was created by the genius Francesco Borromini in XVII century and both inside and out is full amazing distinctive traits you have to see with your eyes, starting from the clerestory arriving to the planimetry.

Consiglio 3 – Chiesa di Sant’Ivo della Sapienza: Sicuramente una gemma nascosta. La trovate nella struttura della Biblioteca Alessandrina nel rione Sant’Eustachio. A dir la verità è vietato l’accesso al cortile interno, ma ascoltate me, a nessuno importerà di voi, quindi entrate con non chalance e ammirate questa bellissima chiesa. Se sarete fortunati la porta della chiesa potrebbe essere aperta e potreste anche sbiriciare all’interno! E’ a parer mio una delle chiese barocche più belle a Roma, ma molte persone non la conoscono. Fu creata dal geniale Francesco Borromini nel XVII secolo e sia dentro che fuori è ricca di particolarità che dovete vedere coi vostri occhi, partendo dalla lanterna e arrivando alla planimetria.

 photo DSCN0166_zps43c6d25d.jpg

 photo DSCN0165_zps40069c60.jpg

Tip 4 – Basilica di Sant’Eustachio: Another gem, maybe not so hidden like the one before, but definitely not so touristic. Again ward Sant’Eustachio which, you probably understood, I’m mad about. This church was created probably in VIII century, but completely rebuilt between XVII and XVIII centuries under a project of five different architects. The facade is definitely something to see. The most unusual thing in it is the deer under the cross, to celebrate the beneficiary family of the rebuilding. Inside there are different painting, a canopy and a giant organ that you cannot miss if you go there.

Consiglio 4 – Basilica di Sant’Eustachio: Un’altra gemma, forse non così nascosta come la precedente, ma decisamente non così turistica. Ancora il rione Sant’Eustachio che, probabilmente avete capito, adoro. Questa basilica è stata probabilmente creata nell’VIII secolo, ma completamente ricostruita tra il XVII e il XVIII sotto progetto di 5 differenti architetti. La facciata è sicuramente qualcosa di interessante da vedere, il particolare più interessante è il cervo che regge la croce, a celebrare in realtà la famiglia beneficiaria della ricostruzione. Dentro trovate diversi dipinti, un baldacchino e un grande organo che non potete perdervi se siete lì.

 photo DSCN0168_zps3a8ee6ed.jpg

Tip 5 – Pantheonlet’s come to my favorite place in Rome: Pantheon and Piazza della Rotonda. Remember when I told you that I love Rome because you walk in a little street and in front of you opens a square? This is what happens when you’re walking down Via Sant’Eustachio and a moment after you’re alongside of Pantheon. I don’t know why I love the square, maybe just because it appears, but I definitely know why I love Pantheon. How many round churches have you seen in your life? How many of these round churches were a roman basilica bulit by Agrippa under Adriano’s empire? Now is also a kind of mausoleum of the Savoia family, which I’m not a big fan of, but maybe is interesting to see. There are different style from many arts period that harmoniuosly meet inside the church creating an elegant contrast with the facade in tipical roman imperial style. I’ve studied the history of this building for three years in high school and I know every little secret of it, like how many squares are on the ceiling. So this is probably another reason why I love this place so much. The majesty of this building both inside and out is something you cannot miss on your visit to Rome, also is free to enter and always open. Wanna know a little oddity? The hole at top of the structure is not covered with glass but it never rains inside. I call it magic.

Consiglio 5 – PantheonArriviamo quindi al mio post preferito di Roma: il Pantheon e Piazza della Rotonda. Vi ricordate quando vi ho raccontato che una delle bellezze di Roma è camminare lunga una piccola via e per poi trovarvi improvvisamente in una piazza? Questo è esattamente quello che accade quando state camminando lungo Via Sant’Eustachio e uno secondo dopo vi ritrovate di fianco al Pantheon. Non so perchè ami tanto questa piazza, forse solo perchè appare, ma so decisamente perchè amo il Pantheon. Quante chiese rotonde avete visto nella vostra vita? E quante di queste erano prima una basilica romana costruita da Agrippa sotto l’impero di Adriano? Ora è anche una specie di mausoleo della famiglia Savoia, di cui non sono una grande fan, ma può storicamente essere interessante da vedere. Ci sono stili differenti che provengono da diverse epoche artistiche le quali si armonizzano perfettamente all’interno della chiesa creando un interessante contrasto con la facciata esterna in pieno stile Roma imperiale. Ho studiato la storia di questo edificio per tre anni a scuola e ne conosco ogni più piccolo segreto, come quanti quadrati ci sono sul soffitto. Probabilmente questo è un altro dei motivi per cui ne sono innamorata. L’imponenza i questo edificio è qualcosa che non potete perdervi nella vostra visita a Roma, inoltre è ovviamente gratis e sempre aperto. Volete sapere una piccola curiosità? Il buco sulla sommità della struttura non è coperto dal vetro, ma non piove mai dentro. Io la chiamo magia.

 photo DSCN0169_zps5c18d070.jpg

Tip 6 – Piazza della Minerva and Chiesa Santa Maria Sopra MinervaAnother not so touristic place, and I don’t even know why cause it’s close to Pantheon and Via del Corso. Piazza della Minerva is an ancient roman square where there was a temple dedicated to the goddess. Now in the middle there’s another of Bernini’s mertepieces: an elephant under an obelisk, which is kinda strange if you consider we are in Italy, and the only elephants we have are in a zoo. Behind it there’s the church of Santa Maria Sopra Minerva. It was built between XIII and XVIII centuries, really a long period!! For this reason you can see different styles, and if maybe the facade is too ‘minimal’ to you, well, go inside. It’s full of frescos, like that deep blue one of the ceiling of central nave and many piece of work of artists like Michelangelo, Beato Angelico and Raffaellino del Garbo.

Consiglio 6 – Piazza della Minerva e Chiesa Santa Maria Sopra MinervaUn’altro dei posti meno turistici di Roma, e non so nemmeno il perchè dato che è vicino al Pantheon e a Via del Corso. Piazza della Minerva è un’antica piazza romana dove si trovava un tempo dedicato alla dea. Ora nel mezzo si trova un altro dei capolavori del Bernini: un elefante sotto ad un obelisco che è qualcosa di davvero singolare se pensate che siamo in Italia e gli elefanti al massimo li vediamo negli zoo. Dietro l’obelisco si trova la chiesa di Santa Maria Sopra Minerva. E’ stata costruita, pensate, tra il XIII e il XVIII secolo, un periodo davvero lunghissimo!! Per questo motivo ovviamente c’è un incontro di stili, e se la facciata è troppo ‘minimal’ per voi, beh, entrate. E’ pieno di bellissimi affreschi come quello blu intenso della navata centrale e ci sono inoltre molte opere di diversi artisti come Michelangelo, Beato Angelico e Raffaellino del Garbo.

 photo WP_20141222_001_zpsb251f2f1.jpg

Tip 7 – 200 GradiLet’s forget munuments & friends for a minute. We are in Italy, aren’t we? So we want to eat italian food. At the same time we have scheduled to go in so many places so for launch we want to eat something fast. Remember that fast doesn’t mean not good. And let me say that: italian sandwiches are the best in the world! So to eat italian flavors fast nothing is better than 200 Gradi. I go mad for their sandwiches! Each one has a name of a square in Rome and each one there are some of our most famous tipical products. The sandwich shop is in Piazza Risorgimento, behind Vatican City, perfect for a launch after visiting it!😉

Consiglio 7 – 200 GradiDimentichiamoci per un secondo di monumenti e compagnia. Siamo in Italia no? Quindi vogliamo mangiare italiano. Allo stesso tempo abbiamo già programmato di andare in un sacco di posti quindi per pranzo vogliamo mangiare qualcosa di veloce. Ricordate che veloce non significa non buono. E lasciatemelo dire: i panini italiani sono i migliori del mondo! Quindi per gustarsi i sapori italiani senza perdere tanto tempo niente è meglio di 200 Gradi. Impazzisco per i loro panini! Ognuno ha il nome di una piazza della città e contiene alcuni dei nostri prodotti tipici più famosi. La paninoteca la trovate in Piazza Risorgimento, dietro la Città del Vaticano, perfetta per il pranzo dopo averla visitata!😉

 photo WP_20141222_002_zps16593b34.jpg

 photo WP_20141222_003_zps805ba582.jpg

Tip 8 – Sant’Eustachio Il Caffè: Tired? Need a little break? Maybe drinking italian coffee and eating a good italian dessert? Sant’Eustachio Il Caffè is the place for you. You find it in square Sant’Eustachio, with a selection of sweets, and different tipes of coffees. But my advice is to go for Grand Caffè, is the best coffee in the world. No, I’m not ‘just sayin’, it was really decreed the-best-coffee-in-the-world. Sure you wanna miss it?

Consiglio 8 – Sant’Eustachio Il CaffèStanchi? Avete bisogno di una pausa? Magari bevendovi un buon caffè e mangiando un buon dolce? Sant’Eustachio Il Caffè è il posto che fa per voi. Lo trovate in piazza Sant’Eustachio con una selezione di dolci e vari tipi di caffè. Quello che vi consiglio è il Gran Caffè, il miglior caffè del mondo. No, non lo dico così ‘per dire’, è stato davvero decretato il-miglior-caffè-del-mondo. Sicuri di volervelo perdere?

Tip 9 – Eating in generalI hope I’ll be able to tell you soon some names more of places where you can go eating good italian food, maybe with a post dedicated. For now the only important thing I need to say is: choose carefully. I know that there’s plenty of restaurnt with nab-tourist poster saying ‘PASTA’, ‘PIZZA’, ‘GELATO’! sometimes there are also girls and boys out the door which are paid to scream these things in front of you. Avoid them. I know some of them could be really good, but they’ll cost you a lot of money, with maybe not the best service, when you can go to a tipical roman inn, eating way better. Say no to posters and yes to tradition.

Consiglio 9 – Mangiare in generaleSpero di potervi fare presto un nuovo post con i migliori posti per mangiare a Roma. Per ora l’unica cosa che posso dirvi è: scegliete attentamente. C’è pieno di ristoranti con poster acchiappa-turisti stranieri con scritto ‘PASTA’, ‘PIZZA’, ‘GELATO’! a volte anche con ragazzi davanti pagati per urlarvi queste cose in faccia. Evitateli. Non metto in dubbio che alcuni di questi siano anche davvero buoni, ma in ogni caso vi costeranno un sacco e probabilmente non avrete il servizio migliore del mondo. Al posto di questo invece potete andare in una tipica osteria romana e mangiare molto meglio. Dite no ai poster e si alla tradizione.

 photo DSCN0170_zps5c89d15a.jpg

 photo DSCN0172_zps13ca383c.jpg

 photo WP_20141222_004_zps788b8894.jpg

 

Tip 10 – Piazza di Spagna: One of the most romantic places in Rome, especially by night. The Barcaccia fountain, again Bernini, the staircasa e and the church of Trinità dei Monti have all the ‘italian-beauty’ by the day. But believe when the sun goes down, the lights in the streets are on and street artists start playing it’s like living in a beautiful dream, something you’ll never forget.

Consiglio 10 – Piazza di SpagnaUno dei posti più romantici di Roma, specie la sera. La fontana della Barcaccia, la scalinata e la chiesa di Trinità dei Monti sono superaffascinanti di giorno. Ma credetemi quando vi dico che quando il sole cala, le luci nelle strade si accendono e gli artisti di strada cominciano a suonare è come vivere in un sogno bellissimo, e sarà qualcosa che non scorderete facilmente.

 photo DSCN0175_zps6684ce66.jpg

 photo WP_20141222_005_zpsa21d23e5.jpg

Tip 11 – ShoppingIf we ten minutes, an hour or a day, a thing we never miss when we visit a city is shopping! And definitely you have a lot of places to go when you’re in Rome! If you want to go designer shopping the place for you is Via dei Condotti (in photos), where all the best fashion designers in the world have their boutiques. But maybe you don’t want to spend thousands of euros, which is normal in these shops. For more low cost shopping there are a lot of other streets. My favorites? Via del Corso, Via Cola di Rienzo (this street looks like Paris) and Galleria Sordi. Also don’t forget to look on tiny side streets, where you can find beautiful shops. But if you’re in Rome on Christmas period, dont’ avoid yourself to go to Via dei Condotti, full of light and funny people and every shop shows the best of the best in their windows, pieces you maybe see only on the internet or on newspapers.

Consiglio 11 – ShoppingChe abbiamo dieci minuti, un’ora o un giorno, una cosa che facciamo sempre quando visitiamo le città è shopping! E sicuramente a Roma avete un sacco di posti per farlo! Se volete fare shopping di alta moda Via dei Condotti (nelle foto) è il posto giusto per voi. Qui i migliori stilisti al mondo hanno aperto le loro boutique. Ma magari non volete spendere migliaia di euro, com’è normale in questi negozi. Per lo shopping più low cost ci sono un sacco di altre vie in cui andare. Le mie preferite? Via del Corso, Via Cola di Rienzo (questa via sembra Parigi) e la Galleria Sordi. Non dimenticatevi però di guardare nelle viette laterali che nascondono negozi molto carini. Ma se siete a Roma nel periodo di Natale, in ogni caso, non vi precludete una passeggiata in Via dei Condotti, piena di luci, gente divertente e ogni negozio espone il meglio del meglio nelle sue vetrine, anche quei pezzi che magari vediamo solo sui giornali o su internet.

 photo WP_20141222_006_zps6a97fb97.jpg

Tip 12 – Get lostIf you’re not on two day trip, allow yourself to get lost in the city. Walk down the little streets, look around, breathe roman life. You could discover beautiful places like I did when I saw this magnificent house. There’s no better way to really see the beauty of a city, with no guide, no itinerary, just you and your desire of discovering.

Consiglio 12 – PerdeteviSe non siete ‘costretti’ in una visita veloce di un paio di giorni, permettetevi di perdervi nella città. Camminate lungo le stradine, guardatevi intorno, respirate la vita romana. Potrete scoprire posti bellissimi, come ho fatto io quando mi sono trovata davanti questa bellissima casa. Non c’è modo migliore per scoprire le bellezze di una città, senza guida, senza itinerario, solo voi e la vostra voglia di scoprire.

Hope these tips will be useful and enjoy your trip!😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Spero che questi vi saranno utili e godetevi il vostro viaggio!😉

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!
 

 

6 thoughts on “12 touristic and not-so-touristic tips to visit Rome

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...