Juniper guinea-fowl

1

I write this post while I’m surrounded by boxes, luggages, documents and so on and so forth. Yes, as I’ve told you some time ago I’m going to live alone! In Strasbourg to be precise (but if you follow me on Instagram you already know that), to write my dismission and so if you know places I can’t miss not only in the city, but all around Alsace let me know ;). Yesterday morning I’ve finished this session of exams and tonight it’s time to go! But I don’t want to bore you more with the story of my departure, I think I’ll tell you more on a dedicated post when I’ll be settled down, I have many things to tell you and advice to give you! But here we talk about din-dins and the good ones! I’ll be really honest with you, I’m not a big meat-eater, I do prefer fish, but I’m also pretty anemic so I have to eat it now and then, not always luscious like I’ll teach you to do today (actually mostly never, I’ll be sincere), but there’s no denaying it, this is all another story. If you’re looking for a recipe for your diet go read another post, the guinea-fowl, as we’re going to discover, needs to be cuddled a lot to be good and by cuddle I mean rolling it over in the fat. For this reason today I can’t give you an ‘healthy’ version like a I usually do. Right, that’s enough talk, let’s go on with the ingredients: a few, simple, economic, but if well combined make such an effect!!

Serving 4:

1 big guines-fowl

1 spoon of juniper berries

half glass of white wine

1 spoon of tomato paste

olive oil to taste

butter to taste

salt to taste

pepper to taste

Vi scrivo mentre sono sommersa da scatoloni, valigie, documenti e chi più ne ha, più ne metta. Ebbene sì, come vi avevo anticipato tempo fa vado a vivere da sola! A Strasburgo per la precisione (ma se mi seguite su Instagram lo sapete già), per scrivere la mia tesi di laurea e a proposito se avete dei posti da consigliarmi non solo in città, ma in tutta l’Alsazia fatevi sentire ;). Ieri stamattina ho terminato gli esami di questa sessione e stanotte si parte! Ma non voglio tediarvi oltre con la storia della mia partenza, penso vi parlerò meglio di tutto in un post dedicato una volta che mi sarò sistemata, ne ho di cose da dire e consigli da darvi! Qui invece si parla di pappa e di quella buona! Sarò molto onesta con voi, non sono una gran carnivora, preferisco di gran lunga il pesce, ma sono anche terribilmente anemica per cui ogni tanto mi tocca mangiarla, non sempre loffa come vi insegnerò (anzi quasi mai, sarò sincera), ma non c’è che dire, così è tutta un’altra storia. Se cercavate una ricetta dietetica cambiate post, la faraona, come scopriremo, va tanto coccolata perchè sia buona e per coccolarla intendo rotolarla nel grasso. Per questo oggi non posso proporvi una variante ‘healthy’ come mi piace fare di solito. Bando alle ciance e iniziamo con gli ingredienti: pochi, semplici, economici, ma se ben combinati decisamente di grande effetto!!

Per 4 persone:

1 grossa faraona

1 cucchiaio di bacche di ginepro

mezzo bicchiere di vino bianco

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

olio di oliva q.b.

burro q.b.

sale q.b.

pepe q.b.

DSCN0004

Let’s start with juniper berries: beat them. A way to dirty as less utensils as possible is the one I’ve used and that you can see in the photo: put the berries inside a small plastic sack and beat them with a meat pounder on a chopping board. A few of bumps and your berries will be ready.

Iniziamo con le bacche di ginepro: pestatele. Un modo per sporcare meno utensili possibile è quello che ho usato io e che vedete in foto: mettete le bacche in un sacchettino di plastica  e pestatele con il batticarne su un tagliere. Qualche colpo e le vostre bacche saranno pronte.

DSCN0005

Now put half of them in infusion in the wine that needs to be lukewarm.

Ora mettetene metà in infusione nel vino che deve essere tiepido.

4

Cut the guinea-fowl, flame it and wash it. The salt it.

Tagliate la faraona, fiammeggiatela e lavatela. Poi salatela.

DSCN0007

Now season it.

Ora pepatela.

DSCN0009

Now we are at my favorite moment: when we get our hand dirty! I know this sounds a little weird, but when I do so I really feel that I’m cooking. Also if you’re mommies or daddies of some little puppies who love to bundle with their little hands, this and the next step are totally something you can do with them, or let them do completely!

Take the half of berries that we haven’t used before and a good amount of very soft butter and knead them together.

Ora arriviamo al mio momento preferito: quello in cui ci sporchiamo le mani! So che suona un po’ male, ma quando lo faccio sento davvero che sto cucinando. Oltretutto se siete mamme o papà di piccoli cuccioli a cui piace pasticciare con le loro manine, questo passaggio e il successivo sono decisamente qualcosa che potete fare con loro, o farglielo fare completamente!

Prendete la metà di bacche che non abbiamo usato prima e una buona quantità di burro morbidissimo e impastateli insieme.

7

Now take a little amount of the butter we prepared in your hand and a piece of guinea-fowl and massage it with you hands. Do it with all the pieces and use all the butter. I know it looks like a lot, but believe me to have a soft meat you need to use it.

Ora prendete un po’ del burro che abbiamo preparato nella vostra mano e un pezzo di faraona e massaggiatela con le vostre mani. Fatelo con tutti i pezzi e usate tutto il burro. So che vi sembrerà tanto, ma credetemi se volete mangiare una carne morbida lo dovrete usare.

8

Warm oil and some othere pieces of butter in a pot then add the guinea-fowl and brown it.

Scaldate olio e qualche altro pezzetto di burro in  una casseruola poi aggiungete la faraona e rosolatela.

9

In the meantime dissolve the tomato paste in half a glass of hot water.

Nel frattempo sciogliete il concentrato in mezzo bicchiere i acqua calda.

10

When the guinea-fowl is brown turn the fire off.

Quando la faraona è rosolata spegnete il fuoco.

DSCN0016

Now move meat and his gravy in a baking tray and add with the wine and the tomato paste. Add again salt and pepper and bake in the oven at 180° for ah hour and a quarter. During this time it’s important to pour the gravy now and then on the meat and to rotate it at half of the cooking time. It’s ready when you pierce it with a fork and it’s super soft.

Ora spostate la carne e il suo liquido in una teglia e aggiungete il vino e il concentrato. Aggiungete ancora sale e pepe e infornate a 180° per un’ora e un quarto. Durante la cottura è importante bagnare di tanto in tanto la carne con il liquido di cottura e girarla a metà cottura. Sarà pronta quando infilzandola con una forchetta risulterà morbidissima.

12

Your guinea-fowl is finally ready, enjoy it!

La vostra faraona è pronta, buon appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...