Certe Fortune

IMG_8135

Today is my day off and after an hospital check with grandma and some grocery shopping I have time to sit here and write in peace. Today we go back to book impressions. And I’m so excited and at the same time relaxed to be on this topic again! You should know that when I was a little girl I suffered from being super nervous and the only way to calm me down was reading me something. But since I was an independent woman even when I was a baby I decided I couldn’t count always on other people to discover new stories and my mum and sister started teaching me how to read at 5, so that when I was 6 at my first year of school I was already able to read my first Harry Potter book. Since then, when I need to avoid my mind or the world around me, taking a book and reading it has always been my medicine.

After this little digression let’s start with today’s book that is Certe Fortune by Andrea Vitali. As always I’ve begun from knowing more about the author. Guess what? First time, again. Vitali it’s an incredible author, he wrote an unbelievable amount of book and won tannons of prices. He’s also a medician, even if a few years ago abandoned the job to fully dedicate himself to his writing career. This until Covid-19, when he decided to wear his white coat to help (this moved me a lot). All this to say that I started my reading thrilled by the medical vision I was sure he’ll have.

I have to say here that I’m not a big fan of detective stories, I like thrillers but not lead by detectives. I’ve read some before forced by my italian teacher, but I’ve never got passionate. And I don’t think I’ll change my mind even now. Anyhow I’m really enjoying the book, it’s just not my regular type. The story takes place on the Como lake (where the author lives and grew up) in 1928. The town is Bellano. Here comes a stud bull, a giant one. All around this bull many things are happening and at the centre there’s Maccadò detective, mixing what’s happening in his private life with his work. I don’t want to go deeper in the story to avoid spoilers. Chapter are small and they jump from one character to another, with a continous change of scene that keeps the reader hanging. They always leave you begging for more, but you immediately get into another character and than back to the other one. It’s honestly really hard to take you eyes off the pages. Like the other times I haven’t finished it yet, but I can’t wait to! From what I’ve found this book wasn’t translated yet, but I’m not sure about it. Anyway it’s Samantha approved if you like the genre or if you want to approach to it for the first time.

A Harley-Davidson 1000, exactly the same he saw , falling in love, rode by Amedeo Ruggieri the 29th of May 1921, attending the first edition of Circuito del Lario.

Oggi ho un giorno libero e dopo un controllo in ospedale con la nonna e un po’ di spesa ho tempo di sedermi qui in pace a scrivere. Oggi torniamo alle mie impressioni sui libri. E sono così contenta e allo stesso tempo rilassata all’idea di tornare a questo tema! Dovete che da bambina ero molto nervosa e l’unico modo per calmarmi era leggermi qualcosa. Ma siccome ero già una donnina indipendente decisi che non volevo sempre aspettare qualcun altro per scoprire nuove storie e così mia mamma e mia sorella mi hanno insegnato a leggere e scrivere a 5 anni, così a 6 anni quando ho iniziato la scuola ero già in grado di leggere il mio primo Harry Potter. Da allora, quando devo isolarmi dai miei pensieri o dal mondo che mi circonda, prendere in mano un libro è sempre stata la mia medicina.

Dopo questa piccola digressione spostiamoci al libro di oggi che è Certe Fortune di Andrea Vitali. Come sempre sono partita dallo scoprire qualcosa in più sull’autore. Indovinate? Un altro primo libro. Vitali è un autore incredibile, ha scritto una quantità pazzesca di libri e vinto tantissimi premi. E’ anche medico, anche se alcuni anni fa decise di lasciare la professione per dedicarsi a tempo pieno alla sua carriera di scrittore. Questo fino all’arrivo del Covid-19, quando ha deciso di tornare ad indossare il camice per prestare aiuto (questa cosa mi ha commossa molto). Tutto questo per dire che ho iniziato la lettura intrigata dall’idea di una visione medica dei fatti che l’autore poteva avere.

Devo confessarvi che non amo le storie di commissari, mi piacciono i gialli ma non quando sono diretti da un detective. Ne avevo letti in passato sotto obbligo della mia Professoressa di italiano, ma non mi hanno mai appassionata. E non credo di aver cambiato idea nemmeno ora. In ogni caso mi sta piacendo molto il libro, semplicemente non è il genere che mi si avvicina di più. La storia si svolge sul lago di Como (dove l’autore vive ed è cresciuto) nel 1928. Il paese è Bellano. Qui arriva un toro da monta, uno gigante. Tutto attore a questo toro succedono avvenimenti e al centro che il commissario Maccadò, i cui avvenimenti della vita privata si intrecciano con quella lavorativa. Non voglio entrare più nel dettaglio della storia per evitare gli spoiler. I capitoli sono corti e saltano da un personaggio all’altro, con un continuo cambio di scena che tiene il lettore sempre sulle spine. Ti lasciano sempre col bisogno di sapere qualcosa in più, ma immediatamente ti ritrovi nella vita di un altro personaggio e poi di nuovo a quello prima. E’ davvero difficile scollare gli occhi dalle pagine. Come le altre volte non l’ho ancora terminato, ma non vedo l’ora di farlo! Potete trovarlo in qualsiasi libreria. Ve lo consiglio se amate il genere, ma anche se volete approcciarvici per la prima volta.

Una Harley-Davidson 1000, tale e quale a quella che aveva visto, innamorandosene, cavalcata da Amedeo Ruggeri il 29 maggio 1921, assistendo alla prima edizione del Circuito del Lario.

IMG_8136

IMG_8137

IMG_E1684

IMG_E1689

IMG_E1691

IMG_8195

One thought on “Certe Fortune

  1. Io mi prometto sempre di leggere un po’ di più. E’ una cosa che mi piace fare ma non sempre riesco. Mi piacciono i gialli, o meglio preferisco i Noir. Adoro Carrisi, conosci? I suoi libri li ho letti tutti, e sono in cerca di un altro autore a cui appassionarmi. Terrò conto dell’autore da te segnalato.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...