The Buddy Bandana

IMG_9666

When I was asked by @officialbuddybandana to help them be known by people through my instagram I was the happiest.
They are a company that sells co-ords for you and your pet, but most of the money you spend actually becomes a donation to help rescue dogs. If you know me a little you know how sensitive I am about animal’s life and respect so sharing this beautiful idea is for me a true joy.
Also I cannot say it was any hard for me to shoot these pictures as the only thing I’ve done was going out with my baby Hunter (around his comfort zone to let him be happy and relaxed) and have fun as we always do!
Just so you know I’ve decided to send a donation anyway and help save a dog from the terrible Yulin Festival.

If you’re willing to make yourself (and your pet) a present that also makes something good for the world, my advice from the bottom of my heart is to look into Buddy Bandana.

Quando mi è stato chiesto da @officialbuddybandana di aiutarli ad essere conosciuti tramite il mio instagram ero contentissima. Si tratta di una compagnia che vende coordinati per voi e i vostri animaletti, ma la maggior parte di ciò che spendete è in realtà una donazione per aiutare animali in difficoltà. Se mi conoscete un po’ saprete quanto il rispetto degli animali e della loro vita sia importante pertanto condividere ciò che fanno con voi è per me linfa vitale. Inoltre non posso proprio dirvi che scattare queste foto per me sia stato difficile siccome tutto ciò che ho fatto è stato uscire col mio tesoro Hunter (nelle sue zone preferite per permettergli di essere rilassato e felice) e divertirci come sempre facciamo! Giusto per mettervi a conoscenza ho comunque deciso di fare una donazione che ha aiutato a salvare una cagnolina dal terribile Yulin Festival.

Se avete voglia di farvi (e anche al vostro animaletto) un regalo che fa anche qualcosa di buono per gli altri, il mio consiglio dal profondo del mio cuore è dare un occhio a Buddy Bandana.

Continua a leggere

Infamous swim: my shopping and honest opinion.

IMG_1742

A couple years ago I’ve decided that my sentence ‘I’m not able to do my hair’ wasn’t going to be true anymore. Since than I’ve learned thanks to youtube many tricks and the hairstyles I love the most are the ones where scarfs or headbands are included. For sure they were a big trend last spring/summer, I think it will be a little harder this year as we all will be wearing masks. Anyway I was extra happy to accept this collab with Infamous Swim that I will share also on instagram. Let’s see what I think about the shop!

Shopping experience: The website is truly perfect. It sells swimwear and accessories for men, women and kids. Their strong point is the fact that they can dress up all the family with different styles but the same print. Items are divided by type or print. For each one of them there’s a size chart and a huge space for reviews.

Shipping: Despite coming from Australia the item got to me in 5 days in a themed bag, perfectly enveloped.

What I got: Carmen Head Band in Safari Leopard. Despite I’m still not going to the beach or pool any time soon, I’m using this head band almost everyday to make my hair styles more intersting. The quality is perfect and the style timeless as a good leopard print will never go out of style.

So my final vote for Infamous Swim is a 10/10! I honestly cannot ask for more!!

Un paio di anni fa ho deciso che la mia frase ‘non sono capace di farmi i capelli’ non sarebbe più corrisposta a verità. Da allora grazie a youtube ho imparato un sacco di trucchetti e le acconciature che amo di più sono quelle che includono una sciarpa o una fascia. Sicuramente erano un super trend nella scorsa primavera/estate, quest’anno la vedo un po’ più grigia siccome tutti indossiamo mascherine. Tuttavia sono stata felicissima di accettare questa collaborazione con Infamous Swim che vedrete presto anche su instagram. Vediamo insieme cosa ne penso dello shop! 

Esperienza di shopping: Il sito è veramente perfetto. Vende costumi per uomini, donne e bambini. Il loro punto di forza è il poter vestire tutta la famiglia con stili differenti ma la stessa stampa. I prodotti sono divisi sia per tipo che per stampa. Per ciascuno c’è una guida alle taglie e un largo spazio dedicato alle recensioni.

Spedizione: Nonostante venisse dall’Australia il pacchetto ci ha messo 5 giorni ad arrivarmi, perfettamente confezionato in una busta brandizzata.

Cosa ho ricevuto: Carmen Head Band in Safari Leopard. Nonostante io non abbia in programma di andare in spiaggia o in piscina in tempi brevi, la sto usando quasi tutti i giorni per rendere le mie acconciature più interessanti. La qualità è perfetta e lo stile senza tempo siccome un buon capo leopardato non sarà mai fuori moda.

Il mio voto finale quindi per Infamous Swim è 10/10! Non potrei chiedere di meglio!!

Gymstark: my shopping and honest opinion.

IMG_8483

I know that many of you during this lockdown have learned to train at home. I’ve personally always done it as I hate gyms, sharing my training equipment with other people and so on. The thing that improved also was our gym gear and this is why I’ll share with you this collab today! I’m talking about Gymstark, you’ll soon see them on my instagram too!

Shopping experience: The website is nice and well curated. It sells leggings for women. Items are well displayed, for each there’s a size guide, but there’s no review box.

Shipping: The item took almost a month to get to me, which is quite a long time. It was well packed.

What I got: Women Sports And Fitness Yoga Pants in Black. The quality of these leggings is really good, they make me feel extra fit even if I’m not, I haven’t tried them in my trainings yet (Pamela Rf can you hear me?) but I feel they will perform great! From pictures they look a little see-through, but I can say it was the flash as I couldn’t see this effect in mirror.

So my final vote for Gymstark is a 6.5/10 all due to the shipping time, which was way too long.

So che molti di voi durante il lockdown hanno imparato ad allenarsi a casa. Io personalmente l’ho sempre fatto dato che odio le palestre e la condivsione degli atrezzi con altre persone. Una cosa che ho visto aumentale è l’abbigliamento sportivo, ed è per questo che condivido con voi questa collaborazione oggi! Parlo di Gymstark, che presto vedrete anche su instagram!

Esperienza di shopping: Il sito è bello e ben curato. Vende leggings da donna. I capi sono ben presentati, per ognuno di questi c’è una guida alle taglie, ma non c’è un box per le recensioni.

Spedizione: Il prodotto ci ha messo quasi un mese ad arrivarmi, che è un tempo troppo lungo. Era ben impacchettato.

Cosa ho ricevuto: Women Sports And Fitness Yoga Pants in Nero. La qualità di questi leggings è molto buona, mi fanno sentire ultra palestrata anche se non la sono, non li ho ancora provati nei miei allenamenti (Pamela Rf mi senti?) ma so che andranno alla grande! Dalle foto sembrano un po’ trasparenti, ma posso dire che è effetto del flash perchè allo specchio non ho visto questo effetto.

Il mio voto finale quindi per Gymstark è di 6,5/10 tutto per colpa dei tempi di spedizione, decisamente troppo lunghi.

Continua a leggere

Oltre Ogni Ostacolo

IMG_8199

It’s crazy raining outside today, right now that we’re allowed to go out a little. When the weather is terrible I really like a good read in my bed with something to drink on the side and this is why today I’m proposing you another book impression.

Today’s book is Against All Odds by Danielle Steel. You already know that my first move is discover something more about the author. Danielle Steel is the most famous author alive. She wrote more than a hundred books everytime appearing on the top rankings all over the world. She had a life full of experiences, good and bad ones that strongly influenced her stories. Despite this crazy popularity this was the first book I’ve read written by her.

Against All Odds takes place in New York for most part with some small parts in Vermount, Paris, Miami, Los Angeles, Aspen and St. Barth. It’s a romantic drama. It’s all concentrated on the story of Kate, a 50-something woman, her four children (Izzie, Justin, Julie and Willie) and her mum Lou. Kate is a successfull single-woman; after she loose her husband in her 20s, she created from nothing but her ambition and passion a famous second-hand luxury shop, known all around the city. Izzie is a lawyer. Justin a writer that moved to Vermount to live with his love Richard. Julie a fashion designer. Willie works for a start-up. Lou was a treacher and after her retire and the loss of her husband she’s exploring the world. Of course this is just the first chapter, than all the drama and the happy moments begin. We’ll follow their adventures for a little more than a couple years. I won’t go deeper in the story or I will spoil you something, I know! You know me, give me a family/love story in New York and I’m already yours. Than take this week of lockdown where I’m stuck in Colorno while I should have been in the Big Apple and voilà, you’ll find me smiling and crying on the book with no big chances of getting out of it till the end. In fact this time I’ve already finished the book or I knew I would have been to emotional to write down something concrete. Now that my mind is clear I can see that even if I liked the book I’ve found some little flaws in it. First of all it’s quite repetetive in dialogs and descriptions and now and then I’ve left like it was given more space to repetitions on other scenes that were just outlined. Characters sometimes tend to go OOC in my opinion, for this reason it’s difficult to identify in one of them and so it was for me, in the end you never dive into the story it’s always more a thing you look from outside the door. This said is a pleasant book to spend a day off reading and distracting from our routine. If you’ll read it let me know your ideas on it, I really can’t wait!

Piove tantissimo oggi fuori, proprio ora che possiamo uscire un po’. Quando il meteo è terribile adoro avere una buona lettura da fare nel mio letto con qualcosa da bere sul comodino ed è per questo che oggi vi propongo una nuova impressione letteraria.

Il libro di oggi è Oltre Ogni Ostacolo di Danielle Steel. Avete ormai imparato che la mia prima mossa è scoprire di più riguardo l’autore. Daniel Steel è la più famosa autrice vivente. Ha scritto più di cento libri, ogni volta apparendo ai vertici delle classifiche dei più venduti in tutto il mondo. Ha avuto una vita piena di esperienze bellissime e bruttissime che influenzano molto le sue storie. Nonostante questa sua grandissima popolarità questo è il primo libro che leggo scritto da lei.

Oltre Ogni Ostacolo si svolge a New York per la maggior parte del tempo con piccole parentesi nel Vermount, Parigi, Miami, Los Angeles, Aspen e St. Barth. Si tratta di un ‘romatic drama’. Si concentra sulla storia di Kate, una 50enne, i suoi quattro figli (Izzie, Justin, Julie e Willie) e sua madre Lou. Kate è una donna single di successo; dopo aver perso il marito quando era ventenne ha creato avendo come base solo la sua ambizione e la sua passione un famoso negozio di vestiti di seconda mano di lusso, conosciuto in tutta la città. Izzie è un avvocato. Justin uno scrittore che si è trasferito nel Vermount per vivere con il suo amore Richard. Julie è una stilista. Willie lavora per una start-up. Lou era un’insegnante e dopo la pensione e la perdita del marito esplora il mondo. Questo è ovviamente solo il primo capitolo, poi tutti i momenti drammatici o felici che siano cominciano a fare capolino. Seguirete le loro avventure per poco più di un paio di anni. Non mi immergerò di più nella storia o finirò per spoilerarvi qualcosa, lo so! Mi conoscete, datemi una storia famigliare/d’amore a New York e sarò subito vostra. Poi prendete questa settimana dove grazie al lockdown sono bloccata a Colorno mentre avrei dovuto essere in giro per la Grande Mela e voilà, mi troverete a ridere e piangere sul libro senza grandi possibilità di separarmene fino alla fine. Infatti stavolta l’ho già finito perché temevo che le emozioni mi avrebbero portata a scrivere qualcosa di poco concreto. Ora a mente lucida posso dire che nonostante il libro mi sia piaciuto, ci ho trovato qualche piccolo difetto. Prima di tutto è piuttosto ripetitivo nei dialoghi e nelle descrizioni e ogni tanto mi è parso che si desse più peso a queste ripetizioni rispetto ad altre scene che venivano solo accennate. I personaggi talvolta tendono ad essere OOC secondo la mia opinione, il che rende difficile immedesimarsi con uno di essi e così è stato anche per me, alla fine il risultato è che non ci si immerge mai davvero nella storia, ma è più una cosa che si guarda da fuori dalla porta. Detto questo è un libro piacevole con cui passare un giorno di riposo lontani dalla nostra routine. Se lo leggete fatemi sapere le vostre opinioni a riguardo, non vedo l’ora!

Continua a leggere

Certe Fortune

IMG_8135

Today is my day off and after an hospital check with grandma and some grocery shopping I have time to sit here and write in peace. Today we go back to book impressions. And I’m so excited and at the same time relaxed to be on this topic again! You should know that when I was a little girl I suffered from being super nervous and the only way to calm me down was reading me something. But since I was an independent woman even when I was a baby I decided I couldn’t count always on other people to discover new stories and my mum and sister started teaching me how to read at 5, so that when I was 6 at my first year of school I was already able to read my first Harry Potter book. Since then, when I need to avoid my mind or the world around me, taking a book and reading it has always been my medicine.

After this little digression let’s start with today’s book that is Certe Fortune by Andrea Vitali. As always I’ve begun from knowing more about the author. Guess what? First time, again. Vitali it’s an incredible author, he wrote an unbelievable amount of book and won tannons of prices. He’s also a medician, even if a few years ago abandoned the job to fully dedicate himself to his writing career. This until Covid-19, when he decided to wear his white coat to help (this moved me a lot). All this to say that I started my reading thrilled by the medical vision I was sure he’ll have.

I have to say here that I’m not a big fan of detective stories, I like thrillers but not lead by detectives. I’ve read some before forced by my italian teacher, but I’ve never got passionate. And I don’t think I’ll change my mind even now. Anyhow I’m really enjoying the book, it’s just not my regular type. The story takes place on the Como lake (where the author lives and grew up) in 1928. The town is Bellano. Here comes a stud bull, a giant one. All around this bull many things are happening and at the centre there’s Maccadò detective, mixing what’s happening in his private life with his work. I don’t want to go deeper in the story to avoid spoilers. Chapter are small and they jump from one character to another, with a continous change of scene that keeps the reader hanging. They always leave you begging for more, but you immediately get into another character and than back to the other one. It’s honestly really hard to take you eyes off the pages. Like the other times I haven’t finished it yet, but I can’t wait to! From what I’ve found this book wasn’t translated yet, but I’m not sure about it. Anyway it’s Samantha approved if you like the genre or if you want to approach to it for the first time.

A Harley-Davidson 1000, exactly the same he saw , falling in love, rode by Amedeo Ruggieri the 29th of May 1921, attending the first edition of Circuito del Lario.

Oggi ho un giorno libero e dopo un controllo in ospedale con la nonna e un po’ di spesa ho tempo di sedermi qui in pace a scrivere. Oggi torniamo alle mie impressioni sui libri. E sono così contenta e allo stesso tempo rilassata all’idea di tornare a questo tema! Dovete che da bambina ero molto nervosa e l’unico modo per calmarmi era leggermi qualcosa. Ma siccome ero già una donnina indipendente decisi che non volevo sempre aspettare qualcun altro per scoprire nuove storie e così mia mamma e mia sorella mi hanno insegnato a leggere e scrivere a 5 anni, così a 6 anni quando ho iniziato la scuola ero già in grado di leggere il mio primo Harry Potter. Da allora, quando devo isolarmi dai miei pensieri o dal mondo che mi circonda, prendere in mano un libro è sempre stata la mia medicina.

Dopo questa piccola digressione spostiamoci al libro di oggi che è Certe Fortune di Andrea Vitali. Come sempre sono partita dallo scoprire qualcosa in più sull’autore. Indovinate? Un altro primo libro. Vitali è un autore incredibile, ha scritto una quantità pazzesca di libri e vinto tantissimi premi. E’ anche medico, anche se alcuni anni fa decise di lasciare la professione per dedicarsi a tempo pieno alla sua carriera di scrittore. Questo fino all’arrivo del Covid-19, quando ha deciso di tornare ad indossare il camice per prestare aiuto (questa cosa mi ha commossa molto). Tutto questo per dire che ho iniziato la lettura intrigata dall’idea di una visione medica dei fatti che l’autore poteva avere.

Devo confessarvi che non amo le storie di commissari, mi piacciono i gialli ma non quando sono diretti da un detective. Ne avevo letti in passato sotto obbligo della mia Professoressa di italiano, ma non mi hanno mai appassionata. E non credo di aver cambiato idea nemmeno ora. In ogni caso mi sta piacendo molto il libro, semplicemente non è il genere che mi si avvicina di più. La storia si svolge sul lago di Como (dove l’autore vive ed è cresciuto) nel 1928. Il paese è Bellano. Qui arriva un toro da monta, uno gigante. Tutto attore a questo toro succedono avvenimenti e al centro che il commissario Maccadò, i cui avvenimenti della vita privata si intrecciano con quella lavorativa. Non voglio entrare più nel dettaglio della storia per evitare gli spoiler. I capitoli sono corti e saltano da un personaggio all’altro, con un continuo cambio di scena che tiene il lettore sempre sulle spine. Ti lasciano sempre col bisogno di sapere qualcosa in più, ma immediatamente ti ritrovi nella vita di un altro personaggio e poi di nuovo a quello prima. E’ davvero difficile scollare gli occhi dalle pagine. Come le altre volte non l’ho ancora terminato, ma non vedo l’ora di farlo! Potete trovarlo in qualsiasi libreria. Ve lo consiglio se amate il genere, ma anche se volete approcciarvici per la prima volta.

Una Harley-Davidson 1000, tale e quale a quella che aveva visto, innamorandosene, cavalcata da Amedeo Ruggeri il 29 maggio 1921, assistendo alla prima edizione del Circuito del Lario.

Continua a leggere

Vootty: my shopping and honest opinion.

IMG_1680

And I’m back, back, back again with a collab post. What else can I do while the entire world is on pause mode? The most trilling thing to me is trying new products and share my opinion here with you, prepare photos to put on instagram later and forget for a few minutes how many emails I have to read. Today we talk about Vootty.

Shopping experience: The eshops it’s perfectly beautiful, I think it cannot be better. It sells bracelets that are divided by collections. It also has a beautiful space for reviews.

Shipping: Well you guys. It took a month and a half to get to me. A month and a half, with no infos about the shipping and zero replies from the assistance. A giant no. At least the items were well packed in a themed bag.

What I got: Yin Yang Distance. These bracelets are really beautiful, with the marble effect they look classy but with a twist. Being black and white they can easily be paired to every color you’re wearing. I look at them and I immediately think about the beach. The quality is good.

Unfortunately my final vote for Vootty is a 5/10, only cause of the shipping, otherwise they had all the potential for a 10, I hope they will fix their problems to reach perfection!

And I’m back, back, back again con un nuovo post in collaborazione. Cos’altro posso fare mentre il mondo intero è in modalità pausa? La cosa più emozionante per me è provare nuovi prodotti e condividere con voi la mia opinione, preparare foto da pubblicare su instagram e dimeticare per qualche minuto quante mail mi restano da leggere. Oggi vi parlo di Vootty.

Esperienza di shopping: Questo shop è veramente perfetto, non potrebbe essere meglio. Vende bracciali che sono divisi per collezione. Ha anche un bello spazio dedicato alle recensioni.

Spedizione: Che dire ragazzi. Ci ha messo un mese e mezzo ad arrivarmi. Un mese e mezzo, senza informazioni riguardo la spedizione e nessuna risposta dall’assistenza. Un gigantesco no. Almeno i prodotti erano ben impacchettati in un sacchetto a tema.

Cosa ho ricevuto: Yin Yang Distance. Questi bracciali sono molto belli, grazie all’effetto marmo risultano classici ma con un tocco di originalità. Essendo bianchi e neri possono essere facilmente abbinati a qualsiasi colore indossiate. Li guardo e penso immediatamente alla spiaggia. La qualità è buona.

Purtroppo il mio voto per Vootty è un 5/10, solo per via della spedizione, altrimenti aveva le potenzialità per essere un 10, spero risolvano questi problemi per arrivare alla perfezione!

Continua a leggere

Kintasin: my shopping and honest opinion.

IMG_7890

Hello dearests! Another day of quarantine has gone by, another day when I’ve done my errands at home, answered some emails, watched an episode of a tv series on the phone with my best friend and shooted some pictures for today’s post. I still don’t know when I’m gonna see besty again, when we’re going to be silly as we always are, but live. We’ve been apart for long before when I was studying abroad, but you know, it still was different. It’s starting to become a little too sad here, so let’s dive into our collaboration post for today. It’s Kintasin and yes, another time I’m going online here before than instagram.

Shopping experience: The website is nice and with a good graphic. It sells fitwear for women. Items are well divided in categories and they have a size guide. Anyway there’s no space for reviews.

Shipping: The items I got where well packed anyway the shipping took three weeks to get to me and it was definitely a long time waiting. Added to the fact I contacted the assitance and no one answered me back.

Product one: Kintasin back bag. I have to say that for how nice it is, and really following the trend of this type of bags the material looks really cheap to me. I don’t feel like I’m completely satisfacted with it. Update: it took me a few days to end this post and meanwhile I was using the bag to work, it already unsew.

Ciao carissimi! Un altro giorno di quarantena è ormai andato, un altro giorno in cui ho fatto un po’ di faccende di casa, risposto a qualche mail, guardato un episodio di una serie tv al telefono con la mia migliore amica e scattato qualche foto per il post di oggi. Non so ancora quando vedrò la mia besty di nuovo, quando potremo fare le matte come sempre facciamo, ma dal vivo. Siamo già state lontane per lungo tempo quando studiavo all’estero, ma sapete, era comunque diverso. Questo post però sta iniziando a diventare un po’ troppo triste, quindi passiamo a parlare della collaborazione di oggi. Si tratta di Kintasin e sì, di nuovo sta andando online prima qui che su instagram

Esperienza di shopping: Il sito è carino e con una buona grafica. Vende abiti sportivi da donna. Le categorie sono ben divise e per ogni prodotto c’è una guida alle taglie. Tuttavia non c’è uno spazio dedicato alle recensioni.

Spedizione: I prodotti che ho ricevuto erano ben impacchettati, ma la spedizione ha impegato tre settimane per arrivare ed è decisamente un tempo molto lungo. A questo si aggiunge il fatto che ho contattato l’assistenza e nessuno mi ha risposto. 

Primo prodotto: Kintasin back bag. Devo dire che per quanto sia carino, seguendo il trend di questo tipo di borse, il materiale mi sembra veramente di scarsa qualità. Non ne sono pienamente soddisfatta. Update: ci ho messo qualche giorno a terminare questo post e nel mentre ho usato questa borsa per andare a lavoro e si è già scucita.

Continua a leggere

Yves Rocher: All the products I’ve tested.

IMG_1648

While my Yves Rocher collaboration goes on I like to keep you posted on the different products they send me and make me try, as also I’ll be posting shorter version on my instagram. I also hope that these suggestions I make will help you to remember to always take care of yourself, despite the fact we cannot have a social life.

What I received: Anti-Aging Day Cream. This cream, in the complete style of the brand, has vegetal components as active. The exact actives are still covered by patent, what we know is that they are called ‘vegetal nectar’ and that they are extracted from plant’s buds. As you probably know buds are made of stem cells, so we can be pretty sure that whatever this nectar is, it’s full of components used by stem cells themselvs to grove. What can I say after a few days of treatment is that it surely hydrated my skin and made it more resistent to mask stress. I’d also say that I find it more polished from the small wrinkles I have, so it’s definitely approved!

Mentre la mia collaborazione con Yves Rocher continua mi piace tenervi informati sui differenti prodotti che mi inviano e mi fanno provare, siccome posterò anche una versione ridotta sul mio instagram. Spero inoltre che questi miei consigli vi ricordino di prendervi sempre cura di voi stessi nonostante non possiamo avere una vita sociale.

Cosa ho ricevuto: Crema Giorno Anti-Età. Questa crema, nel completo stile del brand, ha componenti vegetali come attivi. Gli attivi esatti sono ancora coperti da brevetto, ma sappiamo che sono chiamati ‘nettare vegetale’ e che sono estratti dalle gemme delle piante. Come probabilmente saprete le gemme sono costituite da cellule staminali, quindi possiamo essere piuttosto sicuri che qualsiasi cosa questo nettare sia, è pieno di componenti usati dalle cellule staminali per crescere. Quello che vi posso dire dopo qualche giorno di trattamento è che la mia pelle è sicuramente più idratata e più resistente allo stress da mascherina. Vi possso anche dire che la trovo più levigata sulle piccole rughe che ho, quindi decisamente approvata!

Continua a leggere

Greek Glasses: my shopping and honest opinion.

IMG_7723

After a couple of book reviews I’m back into fashion, you know I don’t like to be too monothematic. If I have to be completely honest with you if Covid woudn’t exist, I’ll be posting my Granada adventures with my dear friends Brenda, Kelly and Matteo. But we had to cancel. Instead I’m shooting these pictures at my parents house cause I couldn’t move to my new apartament, always thanks to the emergency! There will be better times my friends, I hope! Today we talk about a brand new collab with a brand you haven’t seen on my instagram yet: Greek Glasses.

Shopping experience: The website is nice, with a good graphic and not too complicated. They sells eyewear and accessories. Anyway categories are not very clear, they could be better. There’s a good space for item reviews.

Shipping: The real bad note out here. I waited almost three months to have these sunglasses, with really no help from the website assistence on finding them. They were well packed, but also this could be better done. A huge no for me here.

What I got: Famous Cat Eye in Fire Orange. Nothing bad to say on the item itsef. These sunglasses are honestly beautiful. As you can see you can mix and match them in every outfit and they always make a statement. I really like them and I wish I could go around showing them much more to the world.

My final vote for Greek Glasses is unfortunately a 4/10. I’m sorry, with a good shipping time it probably would have been a 9, but 3 months for a shipping with absolute disinterest from the company could not be forgiven.

Dopo un paio di recensioni di libri torno alla moda, sapete che non mi piace essere troppo monotematica. Se devo essere del tutto onesta con voi, se non fosse esistito il Covid ora starei postando le foto delle mie avventure a Granada con i miei cari amici Brenda, Kelly e Matteo. Ma abbiamo dovuto annullare tutto. Invece scatto queste foto a casa dei miei genitori perchè non ho potuto trasferirmi nel mio nuoco appartamento, sempre grazie all’emergenza! Ci saranno tempi migliori amici, almeno spero! Oggi vi parlo di una collaborazione con un brand che non avete ancora visto sul mio instagram: Greek Glasses.

Esperienza di shopping: Il sito è carino, con una buona grafica e non troppo complicato. Vendono occhiali e accessori. Tuttavia la divisione in categorie non è molto chiara, potrebbero fare di meglio. C’è un bello spazio dedicato alle recensioni di prodotti.

Spedizione: La vera nota dolente. Ho aspettato quasi tre mesi per ricevere questi occhiali da sole, con zero aiuto da parte dell’assitenza nel rintracciarli. Erano impacchettati abbastanza bene, ma anche questo poteva comunque essere fatto meglio. Un gigantesco no per me qui.

Cosa ho ricevuto: Famous Cat Eye in Fire Orange. Nulla di negativo da dire sul prodotto. Questi occhiali da sole sono a mio parere bellissimi. Come potete vedere li potete aggiungere ad ogni outfit e faranno sempre la loro figura. Mi piacciono molto e mi piacerebbe altrettanto poter andare in giro per farli vedere a tutti.

Il mio voto finale per Greek Glasses è purtroppo 4/10. Mi spiace, con dei buoni tempi di spedizione sarebbe stato probabilmente un 9, ma 3 mesi di attesa per una spedizione con assoluto disinteresse da parte della compagnia non possono essere dimenticati.

Continua a leggere

Il Ponte D’Argilla

IMG_7665

Since I’ve discovered that many of you are going back on their passion for reading during this quarantine I’ve decided to go in immediately with a new book review, or I’d better say impression. I honestly have to tell you that I’m sometimes jealous of you. In my previous post I’ve told I’ve got a big passion for book, but unfortunately in these days I’m so tired thanks to my hard hard work and I cannot read cause I fall asleep. Sometimes when I’m running around in the pharmacy I imagine myself on my sofa with a good book and I let my mind fly for a few seconds.

Today I want to talk with you about the book I’ve just started like the other time and it’s Bridge Of Clay by Markus Zusak. Since it was another first time for me, I’ve done my researches about the autor, discovering he’s the writer The Book Thief and than I was like ‘where do I live?’. I should just stop this thing of being scared of best-sellers, from this book, I’ll be a new Samantha, I promise!

Let’s move on to the book. The story takes place in Australia and this already took me out of my confort zone, being italian, it’s always difficult for to imagine February as a baking hot month for me, and this just to start on the many differences I’ve seen from my everyday life, I won’t say more about the others to avoid any type of spoiler. The main characters are the Dumbars: mom, dad and five brothers. From the very beginning we discover that these brothers have grown up on their own, but thanks to the many time jumps we learn a lot about the different characters. The book is made of many different stories, which is often a risk, but Zusak was really able on creating a good puzzle. I’d say a perfect one. Even if haven’t finished the book yet I can see how it’s slowely completing. Maybe it’s the quarantine, but I’ve often found myself moved. The writing style with short sentences and sometimes a stream of consciousness that reminds me a little of Joyce makes everything super easy to follow. Now if you’ll excuse me I have to go back to the book, and let me know what you think about it once you’ll read it!

And so it happened.

Siccome ho scoperto che molti di voi sono ritornati alla loro passione per la lettura durante questa quarantena ho deciso di pubblicare subito una nuova recensione, o per meglio dire impressione. Devo dirvi che a volte sono gelosa di voi. Nel post precedente a questo vi ho detto che ho una grande passione per i libri, ma per via della stanchezza che deriva dal mio durissimo lavoro di questi giorni, non riesco a laggere perché mi addormento. A volte quando corro da una parte all’altra in farmacia, mi immagino sul divano con un buon libro e lascio viaggiare la mia mente per qualche secondo.

Oggi vi voglio parlare del libro che ho da poco iniziato come l’altro giorno che è Il Ponte D’Argilla di Markus Zusak. Siccome si trattava di un’altra prima volta, sono andata a fare le mie ricerche sull’autore, scoprendo che è lo scrittore di La Bambina Che Salvava I Libri e mi sono ritrovata a pensare ‘ma dove vivo?’.Devo smetterla con questa cosa di essere spaventata dai best-seller, a partire da questo libro sarò una nuova Samantha, promesso!

Andiamo a parlare del libro. La storia si svolge in Australia e questo già mi porta fuori dalla mia comfort zone, essendo italiana mi riesce abbastanza difficile immaginare febbraio come un mese torrido, e questo solo per citare la prima delle tante differente che ho notato rispetto alla mia vita di tutti i giorni, non vi dirò le altre per evitare ogni rischio di spoiler. I personaggi principali sono i componenti della famiglia Dumbar: mamma, papà e cinque fratelli. Già dalle prime pagine scopriamo che questi fratelli sono cresciuti da soli, ma grazie ai diversi salti temporali conosciamo la storia di tutti personaggi. Il libro è fatto di molte storie, che spesso può essere un rischio, ma Zusak è molto bravo a creare un buon puzzle. Anzi direi perfetto. Anche se non ho ancora terminato il libro posso già vedere come si sta pian piano completando. Magari è la quarantena, ma mi trovo spesso commossa. Lo stile di scrittura con frasi corte e a volte uno stream of consciousness alla Joyce rende tutto molto facile da seguire. Ora se mi volete scusare devo tornare al libro, fatemi sapere cosa ne pensate una volta che l’avrete letto!

E così accadde.

Continua a leggere