All I Ever Wanted Was The World

DSCN0193

I was pretty silent at the beginning of the year. When I was back writing I wasn’t still able to tell you why and I’ve just kept being silent. Now I think it’s time. This January my beloved angel Lucy passed away. It was (and is) definetely the worst period of my life, the pain walks with me everyday and I’m not really able to say much more. It was like all my life moved to the background. I’ve lost the envy of doing anything from the smallest things to the big ones. I’ve started living again when Hunter became part of my life. I wasn’t ready for a new dog, the only idea made me angry with the world, she was my one and only and my heart was completely empty. But my parents borrowed me to this house where this pretty little face came out of a gate and started licking my hands. He was watching me directly in the eyes and it was like I was starting to breathe again. His mistress didn’t want him anymore as after one year and a a half she discovered that he has a little dysplasia and so he couldn’t start a life of beauty contests. In my mind the only thing that came out was ‘are you really giving away this super sweet dog just because he can’t compete? Even if he clearly loves you?’ the thing was done, he’ll come home with me, not one more second where they are not ready to love him as he deserves. I’m not going to say it was easy, the separation was really hard for him. We’re still helped by a canine reeducator and we’re making progress. After he understood that we’ve not kidnapped him, but we love him he became like our shadow and he stays always with us. I have my dark moments, but he tries his best to make me feel loved and I’m supergrateful.

Sono stata abbastanza silenziosa all’inizio dell’anno. Quando sono tornata a scrivere non ero pronta a dirvi perchè, perciò in qualche modo ho continuato a essere silenziosa. Ora penso sia arrivato il momento. Questo gennaio il mio piccolo angelo Lucy è venuta a mancare. E’ stato (ed è) sicuramente il periodo peggiore della mia vita, il dolore è con me tutti i giorni e non sono veramente in grado di spiegarvi cosa voglia dire. E’ stato come se tutta la mia vita passasse in secondo piano. Ho perso la voglia di fare qualsiasi cosa, dalle più piccole alle più importanti. Sono tornata a vivere quando Hunter è diventato parte della mia vita. Non ero pronta ad un nuovo cane, la sola idea mi faceva arrabbiare con il mondo intero, lei era l’unica e il mio cuore era completamente vuoto. Ma i miei genitori mi hanno portata in questa casa dove questo bel musetto è uscito da un cancello e ha iniziato a leccarmi le mani. Mi guardava dritta negli occhi ed è stato come se imparassi a respirare di nuovo. La sua padrona non lo voleva più siccome dopo un anno e mezzo ha scoperto che ha una piccola displasia all’anca e perciò non era più possibile iniziare la sua vita da campione di concorsi di bellezza. L’unica cosa che mi è passata per la testa in quel momento è stata ‘stai davvero dando via questo dolcissimo cane solo perchè non può gareggiare? Anche se è evidente l’amore che ha per te?’ la cosa era fatta, sarebbe venuto a casa con me, non un solo secondo di più in un posto dove non ti amano come meriti. Non vi dirò che è stata una passeggiata, la separazione è stata molto dura per lui. Stiamo tutt’ora lavorando con un rieducatore cinofilo e stiamo facendo progressi. Dopo che lui ha capito che non l’avevamo rapito, ma che lo amiamo è diventato la nostra ombra e sta sempre con noi. Ho i miei momenti bui, ma lui fa del suo meglio per farmi sentire amata e io non potrei essergli più grata.

Continua a leggere

Milano

 photo DSCN2162_zpsfe598257.jpg
If you remember I told you that I was invited in a few parties during Milan fashion week. But I also told you that an important exam for my college was coming in a few days. Well during that week I had to decide ‘to go or not to go?’. I knew that a few parties wouldn’t occupy all my day, but i know myself enough to understand that once in Milan, also during fashion week, I wouldn’t be able to close myself in the hotel studying. What I decided in the end? To stay home. I know that maybe I have lost big opportunities but as soon as I finish my exams, as soon I’ll have more free time. After spending most of my birthday day (you see here how I’ve spent the night) on my quantum mechanics books I understood that I was a little exaggerating so with Ila and Ludo I decided to spend a day in Milan, just going for a walk and shopping. And I really enjoyed it! Here are the photos of my outfit and of my beloved Duomo, and of course of my double chocolate muffin 😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Se vi ricordate vi avevo detto di essere invitata a qualche festa della Milano fashion week. Ma vi avevo anche detto che avrei avuto un esame importante nel giro di qualche giorno. Durante quella settimana ho quindi pensato ‘vado o non vado?’. Sapevo che qualche festa non avrebbe occupato la mia intera giornata, così come sapevo anche che una volta a Milano, poi durante la  fashion week, non sarei stata in grado di chiudermi in hotel a studiare. Cosa ho deciso alla fine? Di rimanere a casa. So di aver perso forse delle belle opportunità, ma prima finirò gli esami, prima avrò più tempo libero, aver rinunciato a queste feste vorrà dire (spero) avere più tempo per le prossime fashion week. Dopo aver passato però la maggior parte del mio compleanno sui libri di meccanica quantistica però (qui vedete come ho passato la serata) ho capito che stavo forse un po’ esagerando quindi con Ila e Ludo abbiamo deciso di passare una giornata a Milano solo per shopping e passeggiate. E vi dico la verità, me la sono proprio goduta! Eccovi le foto del mio outfit, del mio amato Duomo, e del mio muffin doppio cioccolato 😉

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

In Mantova

 photo DSCN2069_zpsa92bea0c.jpg

 

With my family, every year, we use to spend a day around Mantova, listening the story of my mum and dad, when they were engaged. My dad was in compulsory military service in Bolzano and anytime possible they met each other in Mantova, that was halfway. This year I also went there with Ila e Ste to spend an afternoon on the Lago di Mezzo for the 25th of April (in Italy we celebrate this day for the liberation from the Nazi occupation). If you notice it I’m wearing red, green and white (and ok also black, but I can’t live without it) that are the colors of the italian flag. Mantova it’s really a beutiful city, in this post I just show you the lake, cause we just relaxed there, but maybe I’ll show you soon the castle, the palaces around, the amazing architecture of the city centre, and of course the palces I like to go to for launch/dinner! Anyway, if you are planning a tour around Italy, put Mantova on your list of cities to visit! 😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll let me know, I’ll be happy to follow you back! 🙂

Con la mia famiglia, ogni anno, è tradizione passare una giornata a Mantova, ascoltando la storia di mia mamma e mio papà, al tempo in cui erano fidanzati. Mio padre stava facendo il servizio militare obbligatorio a Bolzano e ogni volta che era loro possibile, si incontavano a Mantova che era a metà strada. Quest’anno però sono stata lì anche con le mie amiche Ila e Ste per passare insieme un pomeriggio sul Lago di Mezzo il 25 Aprile. Se ve ne siete accorti per l’occasione infatti indossavo bianco, rosso e verde (e ok, anche il nero, ma non posso farne a meno). Mantova è davvero una città stupenda, in questo post vi faccio vedere solo il lago, perchè l’unica cosa che abbiamo fatto è stata rilassarci lì, ma spero di mostrarvi presto il castello, i palazzi, la bellissima architettura del centro, e ovviamente tutti i posti in cui amo andare per pranzo/cena. In ogni caso, se non ci siete ancora stati, Mantova è sicuramente una di quelle città che dovete visitare!

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere, sarò felice di ricambiare! 🙂

Continua a leggere

Give love

 photo DSCN1670_zps077f12e5.jpg

 

Some photos from months ago shooted by my friend Ilaria during one morning around Colorno. I’m totally in love with that jumpsuit I was wearing from Tally Weijl.

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, it’s really important!

Alcune foto scattate mesi fa dalla mia amica Ilaria durante una mattina girando per Colorno. Sono innamoratissima della tuta che indosso di Tally Weijl.

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, è davvero importante!

Continua a leggere