The way you move

DSCN0164

I’ve never told you that I was a dancer when I was a little girl. My dancing career started around 8 and ended at 13. I loved dancing classes, even if loved playing softball the most. Now I dance mostly when I tidy my house and really less when I go to the disco. I have such good moves when I’m home alone and no one is watching me. Sometimes I imagine myself surrounded by dancers following my choreography and I ask myself: what if I didn’t leave it? It’s a little too late to come back dancing, but definetely not to fantasize! And what do you daydream about the most?

Today to show you this beautiful dress a type of photo I never do for the blog: selfies! They are actually one of my biggest addiction, but only for my instagram!

Non vi ho mai detto che ero una ballerina quando ero bambina. La mia carriera da danzatrice è iniziata intorno agli 8 anni ed è finita a 13. Mi piacevano le lezioni di danza, anche se mi piaceva di più giocare a softball. Adesso ballo soprattutto quando pulisco casa e molto meno in discoteca. Ho veramente degli ottimi passi quando sono a casa da sola e nessuno mi guarda. A volte mi immagino circondata da ballerini che seguono la mia coreografia e mi chiedo: e se non avessi mollato? E’ un po’ tardi per tornare a ballare, ma decisamente non lo è per sognare! E voi su cosa fantasticate di più?

Oggi per farvi vedere questo bellissimo vestito uso una tipologia di foto che non faccio mai per il blog: selfie! Sono effettivamente una mia ossessione, ma solo per instagram!

Continua a leggere

London: day 4

680_DSCF1950_vero

On our day 4 we had just a morning to spend around London, so after packing our bags we leaved them again at Victoria Station and we went visiting Westminster Abbey. When inside it’s much more larger than it looks from the outside. But the thing that shocked me the most was that it’s completely full of graves. I was on the grave of many of the people I’ve studied about back in school days and many authors included my beloved Jane Austen and C. S. Lewis.

Il nostro giorno 4 a Londra avevamo solo una mattina da passare in giro per Londra, quindi dopo aver fatto le valigie, le abbiamo lasciate a Victoria Station e siamo andati a visitare Westminster Abbey. Dentro è veramente molto più grande di quello che sembra dall’esterno. Ma la cosa che mi ha toccata di più è stato il fatto che fosse completamente piena di tombe. Sono stata sulla tomba di molti personaggi studiati a scuola e molti autori tra i quali i miei amati Jane Austen e C.S. Lewis.

Continua a leggere

Freakin’ good

DSCN0004

I’m writing this post with a bottle of detox next to me, it smells great, but the taste is terrible. Summer is coming and I have to pull away all those super good and unhealty things I’ve eaten in the past few months, like at Christmas time when I took these photos. I drink and drink and I think about all those freakin’ good meals like pumpkin tortelli, my grandma’s meatball and erbazzone. These are my comfort food, the one that I could eat forever and ever. Unlucky me my body gains weight immediately so I can never just taste them, but I always feel guilty. Too bad for a food lover like me! But right now I have just one thing in my mind: bikini body. So healty food and body cleaning are my go to for next month, wish me goodluck! The outfit is barely shown here, but it was pretty summerish even if I wore it in winter, if you work with a white coat you learn to dress light under it! Are you on a detox program too? Or on a diet? Tell me in the comments, I’d like to hear about it!

Scrivo questo post con al mio fianco una bottiglia di drenante, l’odore è buono, ma il sapore terribile. L’estate è alle porte e io devo mandare via tutte quelle cose buonissime e loffissime che ho mangiato nei mesi passati, come durante le feste natalizie quando ho scattato queste foto. Bevo e bevo e penso solo a bontà come i tortelli di zucca, le polpettine di mia nonna e l’erbazzone. Questi sono i miei comfort food, quelli che potrei mangiare per sempre. Sfortunamente il mio corpo prende peso solo a guardarli quindi non posso mai solo gustarmeli, ma mi sento sempre in colpa. Una disgrazia per una buona forchetta come me! Ma ora ho solo una cosa in mente: prova costume. Perciò cibo sano e detossificazione del corpo sono il mio obiettivo per il mio prossimo mese, auguratemi buona fortuna! L’outfit si vede poco in questi scatti, ma era molto estivo anche se l’ho indossato d’inverno, se lavori col camice bianco impari a vestirti leggera sotto! Siete anche voi sotto drenanti? O siete addirittura a dieta? Raccontatemelo nei commenti, mi piacerebbe saperlo!

Continua a leggere

Till the day I day

DSCN0002

Hello! How is it going? I’m not in my best days for sure, both phisically (so no face allowed in these photos, very bad skin moment! But you can still see my new hair color :D) and mentally. I had one of my happiest period ever and then a bad one. Things that happen when people try to change you, bringing out the worst in you. But after some days of tears (I’m strong, but I’m human!) I’ve understood that no matter what happens in my life I’ll always be myself, till the day I die! Lucky me I’ve got a beautiful family and many friends I love to support me everyday and this is all that matters!

February is almost over and in a couple week I’ll be back to university that to me always means: spring, finally!! I’ll have to put down these wonderful parka and beanie and go back to blazers and leather jackets, my favorites! The outfit under the parka is the one I’ve chosen for the graduation party of a friend, and well also for shopping the day after because I’ve loved it so much and I found it versatile! What do you think? Are you excited for spring or are you more of a winter-person?

Ciao! Come va belli? Non sono nei miei giorni migliori, sia fisicamente (quindi niente faccia in queste foto, è un terribile momento per la mia pelle! Ma potete vedere il mio nuovo colore di capelli:D) e mentalmente. Ho avuto uno dei miei momenti più felici di sempre e poi uno brutto. Cose che succedono quando la gente cerca di cambiarti, tirando fuori il peggio di te. Ma dopo alcuni giorni di lacrime (sono forte, ma sono umana!) ho capito che non importa cosa succede nella mia vita, sarò sempre me stessa, fino all’ultimo! Per fortuna ho una bellissima famiglia e tanti amici che amo che mi supportano tutti i giorni e questo è tutto quello che importa!

Febbraio è quasi finito e in un paio di settimane sarò di nuovo all’università che per me significa sempre: primavera, finalmente!! Dovrò riporre questi bellissimi parka e cuffia e tornare ai blazer e alle giacche di pelle, i miei preferiti! L’outfit che vedete sotto il parka è quello che ho scelto per la festa di laurea di un’amica, e beh anche per lo shopping il giorno dopo perchè mi piaceva molto e lo trovo versatile! Cosa ne dite? Siete eccitati per l’arrivo della primavera o siete più persone invernali?

Continua a leggere

Valdaora diary: day 1

WP_20150812_005

This summer I hadn’t the chance to go on a long trip holiday as I was focused on my Biochemistry exam, but I couldn’t miss a short visit to my happy place: Valdaora. I was there four day (this is actually day 2 cause the first day was all about relax after the long trip) with friends and family. This second day started with a good cappuccino and sacher in Chienes at Gatterer, a famous bakery. Then we went mushrooming on the mountains behind Terento. As you can see the landscape is wonderful, but I was actually happy when the trip was over as I saw snakes to many times in these woods which happens to be my biggest, and maybe only, fear. Then we went for some relax at home and out for a walk in town that ended with a cocktail and super funny dinner at home. Stay tuned for day 2 (well 3)! 😉

Quest’estate non ho potuto godermi un bel viaggio lungo siccome ero concentrata sul mio esame di Biochimica, ma non potevo non fare un piccola visita nel mio porto sicuro: Valdaora. Sono stata lì quattro giorni (questo è in realtà il secondo giorno dato che il primo è stato solo relax dopo il lungo viaggio) con famiglia e amici. Questo secondo giorno è iniziato con cappuccino e sacher a Chienes da Gatterer, una famosa pasticceria. Dopodichè siamo andati a funghi nelle montagna dietro Terento. Come potete vedere il paesaggio era fantastico, ma la verità è che sono stata felice solo una volta finita la gita dato che troppo spesso ho visto serpenti in quei boschi che sono la mia più grande, e forse unica, paura. Dopodichè siamo andati a rilassarci un po’ a casa e in giro per il paese che è finito con un aperitivo e una cena divertentissima a casa. State collegati per scoprire cosa è successo il secondo giorno (beh, il terzo)! 😉

Continua a leggere

Torino: day 1

 photo InstagramCapture_628544af-d399-4105-ac97-46dafd705a87_jpg_zps1mqcjmsp.jpg

 

A weekend at the end of february, two girls that need to relax after exams, lessons, business and so on. This the recap of how it all started. It was february 16th when me and Ludo decided to go at the end of that week for two days in Torino. It all started because we wanted to spend two days at QC Terme Torino, but in the end we changed it all. I’ll tell you about it during the post. Let’s say that most of the photos were taken with our smatphones beacuse it rained (or snowed! but I’ll tell you later) almost all the time and I was afraid of spilling my camera and also was damn cold out there and of course I hadn’t bring my gloves with me.

The trip started saturday morning in Reggio Emilia where we’ve taken a Frecciarossa for Torino but was also time for #trainstationkindalook (my personal version of the famous Chiara Ferragni’s #airportkindalooks ahah!) and a selfie. Obviously Ludo had fallen asleep on the train so I’ve put my headphones on and enjoyed the ride.

Un weekend di fine febbraio, due ragazze che hanno bisogno di riposarsi dopo gli esami, le lezioni, il lavoro e compagnia bella. Questo il riassunto di come tutto è cominciato. Era il 16 febbraio quando io e Ludo abbiamo deciso che quel fine settimana saremmo andate a Torino. E’ iniziato tutto perchè volevamo passare un paio di giorni alle QC Terme Torino, ma alla fine i nostri piani si sono capovolti. Vi racconterò meglio nel post. Vi dirò chiaramente che le foto non sono delle migliori essendo che sono state fatte con i nostri smartphone perchè è piovuto (o nevicato! Poi vi dirò) la maggior parte del tempo e avevo paura di bagnare la mia fotocamera e per di più faceva freddissimo e ovviamente avevo ben pensato di non portarmi i guanti.

Il viaggio è iniziato sabato mattina a Reggio Emilia dove abbiamo preso la Frecciarossa per Torino e dov’è stato anche tempo per un #trainstationkindalook (la mia personalissima versione dei famosi #airportkindalook di Chiara Ferragni ahah!) e un selfie. Ovviamente Ludo si è addormentata sul treno quindi mi sono messa le cuffiette e goduta il viaggio.

Continua a leggere

Pink Princess

 photo 1_zps3f12a21a.jpg

 

Here I am. Transported back in time. Ruler of the castle for a day, like Bianca was centuries before me. I walked through those splendidly fresco walls, looking for my loved one, like Bianca did. And even if at the end of the day I became again the usual Samantha, someone swears that Bianca is still there, going around inside and out the castle in desperate wait of her prince. Even the photos have a noise that seems to come from the past, like if they’re telling a story from years ago. To live this princess dream, which everyone of us had once a little girl, I choosed a pure pink dress. These pink extensions made everything even more magical, they came from Hairtrade, a beautiful shop that sells products for hair and beauty, that came along with me in another of my amazing trips.

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll let me know I’ll be happy to follow you back!

Eccomi qui. Trasportata indietro nel tempo. Padrona del castello per un giorno, come Bianca la era stata secoli prima di me. Per un giorno ho camminato tra quelle mura ancora splendidamente affrescate, alla ricerca del mio amato, così come anche Bianca faceva. E se come Cenerentola a fine giornata sono tornata la Samantha di tutti i giorni, c’è chi giura che Bianca sia ancora lì, a girare tra quelle mura e intorno al castello in disperata attesa del suo principe. Anche le foto hanno un rumore che sembra venire dal passato, a raccontare una storia avvenuta ormai anni fa. Per vivere questo sogno da principessa, che ognuna di noi ha avuto da bambina, ho scelto un abito rosa candido. A rendere tutto ancora più magico, però, sono state le extension rosa donatemi da Hairtrade, shop meraviglioso di prodotti per capelli e di bellezza, che mi aveva già accompagnata in uno dei miei splendidi viaggi.

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

Birthday girl

 photo WP_20140919_013_zps35b6531a.jpg

The 19th of september was my birthday. I wasn’t really into having a party, but my friends organized a little surprise for me and I couldn’t be happier about it! Everything started with Brenda, that told me that at 7 P.M. she’ll come get me and that we’ll be going for an happy hour, the two us. She also told to dress up, and I obviusly did it 😉

When we arrived in one of my fevourite spots in Parma, Cafè San Biagio, I discovered that there were also my friends Matteo, Veronica, Elisa and her boyfriend Fabio. We had an amazing aperitif there, but the night is young, so after that Brenda drove us to Time Out, a pizzeria in Parma, to have dinner. There were also my friends Sere, Ila, Borghi, Ali, Fish, Ste, Jaco, Ludo, Chia, Marty and Ely. We had a great time there, eating pizza and surprise surprise a cake for me! After that we spent time chatting till almost 2 o’clock when I had to come back home, and soon you’ll see why 😉

It was of my best nights ever!!!

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Il 19 di settembre era il mio compleanno. Non ero molto dell’idea di mettermi ad organizzare una festa, ma i miei amici mi hanno organizzato una festa e credetemi, non potevo esserne più felice! Tutto è iniziato con Brenda, che mi ha fatto sapere che alle 19 sarebbe arrivata da me e mi avrebbe portata poi a fare un aperitivo io e lei. Mi ha anche detto di tirarmi un po’ e non potevo non obbedire! 😉

Quando siamo arrivate ad uno dei miei locali preferiti a Parma, il Cafe San Biagio, ho scoperto che lì c’erano già Matteo, Veronica, Elisa e il suo moroso Fabio. Ci siamo goduti un ottimo aperitivo, ma la notte è giovane, quindi poi Brenda ci ha guidati al Time Out, una pizzeria di Parma, per cenare. Lì c’erano anche i miei amici Sere, Ila, Borghi, Ali, Fish, Ste, Jaco, Ludo, Chia, Marty e Ely. Abbiamo passato una bella serata mangiando la pizza e sorpresa sorpresa, una torta per me! Dopo il ristorante abbiamo passato il resto della serata a chiaccherare fino alle 2 di notte, quando dovevo andare a casa, e presto scoprirete perchè 😉

E’ stata davvero una delle più belle serate di sempre!!!

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

Ludo’s Birthday Party

 photo DSCN1922_zpsa8f018c9.jpg

 

Hi my dear ones! Today’s post is completely dedicated to my friend Ludo’s birthday party. For us , every year, her birthday is a reunion and last time I was the one shooting photos. Also I was wearing this beautiful black and green List dress, thanks to Zalando! 🙂

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll let me know I’ll be happy to follow you back!

Ciao carissimi! Il post di oggi è completamente dedicato al compleanno della mia amica Ludo. Per noi, ogni anno, il suo compleanno è una reunion e l’ultima volta sono stata io a scattare le foto. Inoltre ho sfoggiato questo stupendo vestito verde e nero di List grazie a Zalando! 🙂

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare! 

Continua a leggere

Few may choose to leave

 photo DSCN1896_zpse7a3dc7a.jpg

 

You know those sundays when it’s not so cold outside, but sunny days are over? And in the end you decide to go out for a walk and you continue to take off your jacket and then rewear it and you can’t really find a way to be ok? These walks that always end with a ‘maybe we should go home’? Yeah you totally understand. And this is what we did, to take a tea at Ludo’s house and chat a lot, it’s an happy ending too!

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Avete presente quelle domeniche dove non fa tanto freddo, ma i giorni di sole sono finiti? E alla fine si decide per andare a fare una passeggiata e continuate a mettere e togliere la giacca senza sentirsi veramente a posto? Quelle passeggiate che finiscono sempre con un ‘forse è meglio se andiamo a casa’? Sì, le avete presenti. Ed è anche quello che abbiamo fatto, prendere un tè a casa della Ludo con tanto di chiacchere, è un lieto fine lo stesso! 

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere