London: day 3

377_DSCN0099_mia

Our third day began on Baker Street where the Sherlock Holmes enthusiatic me could finally see with her own eyes the house of her myth. I’ve touched the door and I felt like the luckiest girl in the world.

Il nostro terzo giorno è iniziato in Baker Street dove la fanatica di Sherlock Holmes che è in me ha potuto finalmente vedere con i propri occhi la casa del suo mito. Ho toccato la porta e mi sono sentita la ragazza più fortunata del mondo.

Continua a leggere

Annunci

London: day 2

177_WP_20170305_012_mia

When we woke up on our second day outside it was raining like mad. But, you know, it’s London so we got out anyway. We went to Notting Hill that probably would be happier with more sunlight, but we really couldn’t miss its fabulous colors that made me want to move there immediately. When you travel with boys you know you cannot go shopping so we just went to a tea shop, Whittard, where I bought a present for my sister, to the bookshop of the wonderful film Notting Hill and both to a Juice bar, Joe & the Juice and a cupacake shop, The Hummingbird Bakery. Witthard sells many tipes of tea, infusions, chocolate and marshmallow in fancy metal boxes in pastel colors or decorated with flowers. Of course it sells also mugs and other accessories for the tea time. I’ve cursed myself for bringing just hand luggage. Really what was I thinking?! I could have bought like half of the shop if I had space! Oh, and another point goes to this store beacuse you can taste everything before buying it! Read the thing about hand luggage again, when we got inside the bookshop I saw so many limited edition of books I love that couldn’t go back home with me. The others didn’t like much Joe & The Juice as it offers pretty healty juices, but the health junkie that’s inside me liked the idea. Joe & The Juice have you ever considered opening like in front of my house? You won’t regret it! And finally to balance fatty and healty: the cupcakes. We took them take away to eat them during guard changing (later to see what happened), they were really good and really sweet. The shop is very tiny but beutiful, full of any kind of cakes and cupcakes. I’m still regretting the missing entrance at many shops so I’m sure about one thing: next year I’ll be back in London (my friend Annachiara is moving there) for a long session of shopping, expecially in Notting Hill!

Quando ci siamo svegliati il secondo giorno fuori pioveva a dirotto. Ma insomma eravamo a Londra, era previsto, quindi siamo usciti comunque Siamo andati a Notting Hill che probabilmente sarebbe stata pi frizzante con un po’ di luce del sole, ma non potevamo proprio perderci i suoi colori favolosi che mi hanno fatto venir voglia di trasferirmi immediatamente. Quando viaggi con i ragazzi dovresti sapere che non puoi andare a fare shopping quindi siamo state solo in un negozio di the, Witthard, dove ho preso un pensiero a mia sorella, alla libreria del bellissimo film Notting Hill e sia ad un bar di succhi, Joe & the Juice e ad un negozio di di cupcake, The Hummingbird Bakery. Witthard vende un sacco di tipi diversi di the, tisane, cioccolate e marshmallow in scatole di latta dai colori pastello o decorate con fiori. Chiaramente non mancano anche tazze ed altri accessori per l’ora del the. Mi sono maledetta per essermi portata solo il bagaglio a mano. Seriamente a cosa stavo pensando?! Avrei comprato mezzo negozio se solo avessi avuto spazio! Oh, dimenticavo un’altro punto che va a questo negozio perchè si può assaggiare tutto prima di comprarlo. Leggete di nuovo quello che dicevo del bagaglio a mano, quando siamo entrate nel negozio di libri mi sono trovata davanti un sacco di edizioni limitate dei libri che più amo che non sarebbero potuto venire a casa con me. Agli altri non è piaciuto molto Joe & the Juice dato che offre solo succhi piuttosto strani, ma alla salutista che è in me è piaciuta molto l’idea. Joe & the Juice avete mai valutato l’idea di aprire tipo davanti a casa mia? Non ve ne pentirete! E infine per bilanciare ciccia e benessere: i cupcake. Li abbiamo presi a portar via per gustarceli durante il cambio della guardia (a più tardi per vedere cosa è successo), erano davvero buoni e dolci. Il negozio è molto piccino, ma allo stesso tempo carino, pieno di cupcake e torte di ogni genere. Mi pento ancora di non essere potuta entrare in molti negozi quindi sono certa di una cosa: l’anno prossimo tornerò a Londra (la mia amica Annachiara si trasferirà lì) per una lunga sessione di shopping, specialmente a Notting Hill!

Continua a leggere

New York: day 4

669_DSCN0217_mia

I’m such a morning person, so if you travel with me and especially if you make me organize our trip you have to face with this characteristic of mine. This is why we took the first elevator of the day to Empire State Building and we skipped breakfast for doing so (I swear we went at Starbucks right after we get down, I’m not that crazy). I think it was all worth it anyway as we were a few people and we could watch quietly the panorama. I really liked it, we were so up that what I was seeing looked unreal to me (that’s quite visible by the fact I standed really close the balaustrade, I’m usually to scared to do so). Anyway I’ve liked it less than Top Of The Rock that has a better view on Central Park and because I like to see the Empire on the panorama, thing you cannot do if you’re inside it eheh 😉 Uh I forgot to say that even this was included in our New York CityPass!

Sono una persona veramente mattiniera, quindi se viaggiate con me e soprattutto fate organizzare a me il viaggio dovete avere a che fare con questa mia caratteristica. Questo è il motivo per cui ci siamo ritrovate a prendere il primo ascensore del giorno per l’Empire State Building e abbiamo anche saltato la colazione per farlo (giuro che siamo andate da Starbucks appena scese, non sono così matta). Comunque penso che sia stato tutto di guadagnato perchè eravamo davvero pochini e abbiamo potuto godere in tranquillità del panorama. Mi è piaciuto molto, eravamo così in alto che guardando giù non mi sembrava vero quello che vedevo (visibile dal fatto che stavo veramente vicina alla balaustra, cosa che normalmente mi spaventa). Mi è comunque piaciuto meno del Top Of The Rock che ha una vista migliore su Central Park e perchè mi piace vedere l’Empire nel panorama, cosa che non è possibile se ci siete sopra eheh 😉 Ah dimenticavo, anche questo ingresso era compreso nel New York CityPass!

Continua a leggere

New York: day 2

90_DSCN0032_mia

I’m super happy to start writing about my day 2 story in New York. It began in Battery Park, in the early morning, where we took our breakfast at Starbucks and went for a walk. Not very special you said? In Italy Starbucks doesn’t exist, so yeah it was superspecial for us, also cause we took pumpkin desserts, as we all go crazy for pumpkins!

Sono superfelice di raccontarvi del mio secondo giorno a New York. E’ iniziato a Battery Park, di prima mattina, dove dopo esserci prese una colazione da Starbucks abbiamo fatto una passeggiata. Eravamo fin troppo contente dato che aspettiamo tutte di andare all’estero per un buon frappuccino, e poi siamo capitate anche nel periodo dei dolci aromatizzati alla zucca, che tutte amiamo!

Continua a leggere

Come sei

DSCN0001

This was supposed to be a simple outfit post, already written, edited and ready to be posted, but I’d feel numb without saying anything about Paris. My Paris. Who is following me probably knows my endless love for this city that I use to call home away from home. I’m writing now, on balance and with a clear mind. I discovered what happened yesterday morning when waking up I’ve read a message from a Parisian friend and I’ve fallen to pieces. I was reading the information on the internet and, I admit it, all I was feeling was anger. Like probably many of you, all I wanted to do was hurt those subjects, hit them in their ‘state’, as they call it. But after blowing off steam this initial anger I’ve realized that is exactly what they want from us, to have new excuses to hurt people and spread sorrow. The real way to destroy those ‘people’, if you can call them like that, is to keep living happily and in peace. On Thursaday I’ve posted a photo on instagram from my last trip to Paris where I was saying that I wanted to go back and this desire is not gone today, isn’t changed, I’m not afraid to go to Paris. As much as I’m not afraid to go to Rome, London, Washington and all the other places that these imbeciles will threaten to attack. I’ll stay myself, I’m not going to be the fearful or embittered version of me, I’ll stay like I am now. And you too, feel free to jump on the first plane to go to your favorite city, to go out in the streets, to be yourself with your dreams, your passions, the little things that make us different the one from the other, just like we are.

And now just a few words about the outfit, shooted by Ila just before sunset on brown tones, a color that I discovered I love to wear. I’ve also added a gold lipstick inspired by Prada’s Gold 001, do you like it? Hope you’re going to have a beautiful sunday 🙂

Questo doveva essere un semplice post di outfit, già scritto, editato e pronto da pubblicare, ma mi sarei sentita un’insensibile a non dire niente su Parigi. La mia Parigi. Chi mi segue da un po’ probabilmente conosce il mio amore infinito per questa città, che con un’espressione inglese bellissima, che non ha pari in italiano, chiamo ‘home away from home‘. Scrivo adesso, a conti fatti e con la mente lucida. Ho scoperto quello che era successo ieri mattina appena aperti gli occhi tramite il messaggio di un’amica parigina e il mondo mi è crollato addosso. Leggevo le informazioni su internet e, non ve lo nego, tutto quello che provavo era rabbia. Avrei voluto, come sarà sicuramente successo a molti di voi, fare del male a questi soggetti, colpirli in quello che loro chiamano ‘stato’. Ma dopo aver sbollito questa rabbia iniziale ho realizzato che questa è proprio la reazione che si aspettano da noi, per avere di nuovo scuse per fare del male e seminare dolore. Il vero modo per distruggere queste ‘persone’, se così vogliamo chiamarle, è fargli vedere che continuiamo a vivere felici e in pace. Giovedì avevo pubblicato una foto su instagram dal mio ultimo viaggio a Parigi dove dicevo di voler tornare e quella voglia oggi non mi è passata, non è mutata, io non ho paura di andare a Parigi. Così come non ho paura di andare a Roma, Londra, Washington e tutti gli altri posti che questi balordi vogliano minacciare di attaccare. Io rimarrò me stessa, non diventerò la versione impaurita o incattivita di me, rimarrò così come sono. E anche voi sentitevi liberi di prendere il primo aereo per andare nella vostra città preferita, di uscire per strada, di rimanere voi stessi coi vostri sogni, le vostre passioni, le piccole cose che ci rendono diversi gli uni dagli altri, così come siamo.

E ora due parole sull’outfit, scattato da Ila appena prima del tramonto, utilizzando diversi toni di marrone, un colore che ho scoperto di amare. Ho anche aggiunto un rossetto color oro ispirata dal Gold 001 dello show di Prada, vi piace? Vi auguro una buona domenica 🙂

Continua a leggere

Blue Deep

 photo 1_zps56lvhvdh.jpg

 

You probably remember my previous adventures with Hairtrade extensions (if you don’t go here and here!) where I showed you different sides of my personality related to the colors in my hair. This is the third and last chapter of this adventure where you meet blue extensions and the darkest side of me. I love wearing black clothes ans dark make-up, it’s really something I can completely fit in everytime. Leather, fishnet stockings are always in my wardrobe or in my travel bag. So this time you see me on the rail, close to an old ruined station exploring the dark Sam with a great photographer. Hope you like it!

Probabilmente vi ricordate le mie precedenti avventure con le extension Hairtrade (altrimenti guardate qui e qui!) dove vi ho mostrato diversi lati della mia personalità collegate ai colori nei miei capelli. Questo è il terzo ed ultimo capitolo dove incontrate le extension blu e la parte più dark di me. Amo indossare capi neri e make-up scuro, sono cose con cui mi sento sempre a mio agio. La pelle e le calze a rete sono sempre nel mio armadio o nella mia valigia. Quindi stavolta mi vedere sulle rotaie, vicina ad una vecchia stazione diroccata, esplorando la Sam dark con una grande fotografa. Spero vi piaccia!

Continua a leggere

Are you my clarity?

 photo Senzatitolo-2_zpsb40fd2cb.jpg

 

I’m stucked at home, with a lot of snow outside, they said it didn’t snow like this here since 1954. Not even my parents were born! If the majority of people hates snow, it’s actually my favourite weather. I love the atmosphere and the fact that we’re all together (yes, even my parents are in Colorno since friday and they won’t go away till tuesday!) and we chat a lot, we drink hot chocolate and we build snowmen. Also I’m in those days between two exam, when you’ve already studyed everything almost perfectly and you don’t know what else to do, you just wait. And is these days of waiting that I realized I didn’t go shopping since… december!!!! Not even online!!!! Crazy!! So I needed a tour on my first choice e-shop: Zalando. I still haven’t decide what to buy right now, but here’s a list of my favorites that I really want to share with you.

Topshop western jeans jacket: I’ve always had a jeans jacket in my wardrobe, it’s one of these must-haves that sooner or later we all buy. I’ve always had Levi’s ones, currently I have two: one really tight and one super oversize with some orange details. I was actually realizing that I don’t have a cosy middle size when I saw this wonderful superbasic model even on sale. Also the style is that simple that I think it will last till the end of days.

Gabriele oxford shoes: I’m gonna say a really unpopular thing right now, just don’t panic. I don’t like shoes. The majority of the time I hate buying shoes. Right now there’s this sneakers madness, where girls wear the sneakers they use for running with almost everything, I’m not into it. And I’m never gonna be. I don’t like sneakers if they are not really special and different and if they haven’t lace is better. I wear boots with everything. Better in leather and the higher they are, the better I feel. Also I like wearing sandals, but not under 7cm of heels. I mostly never wear flats cause I think they aren’t for me. Saying this I have an Achille’s heel: oxfords. God if all the shoes were oxfords I would have zero shoes-problems. I’ve always been in love with them, and I wear them since ages before they were ‘in’. If someone will force me to spend all my money for the rest of my life in just one type of thing I would do it for oxford shoes. These ones I picked on Zalando are flawless with a bunch of color but still classy and wearable with everything.

Sono bloccata in casa, con un sacco di neve fuori, dicono che non nevicava così qui dal 1954. Neanche i miei genitori erano nati! Se la maggior parte delle persone odia la neve, per me è il meteo migliore di tutti. Mi piace l’atmosfera e il fatto che siamo tutti insieme (sì, anche i miei sono a Colorno e non se ne andranno prima di martedì!), chiaccheriamo tanto, beviamo cioccolate calde e facciamo pupazzi di neve. Oltretutto mi trovo in quel momento tra due esami in cui hai già studiato tutto più che bene e non sai cos’altro fare, aspetti e basta. E in questi giorni di attesa ho realizzato una cosa: non faccio shopping da… dicembre!!!! Neanche online!!!! Assurdo!! Per questo avevo bisogno di un giro nel mio e-shop di prima scelta: Zalando. Non ho ancora deciso cosa comprare, ma eccovi una selezione dei miei preferiti che ci tengo a condividere con voi. 

Topshop western giacca di jeans: Ho sempre avuto una giacca di jeans nel mio armadio, è uno di quei must have che prima o poi tutti compriamo. Le ho sempre avute di Levi’s, al momento ne ho due: una molto attillata e una molto oversize con alcuni dettagli in arancione. Stavo giusto pensando che non avevo una comoda via di mezzo quando ho visto questo modello veramente basic e anche in saldo. Inoltre il taglio è così semplice che credo potrebbe andare bene da oggi fino alla notte dei tempi.

Gabriele oxford: Sto per dire una cosa molto impopolare, solo non impazzite. Non mi piacciono le scarpe. La maggior parte delle volte odio comprarle. In questo momento sono tutti pazzi per le sneakers, le ragazze indossano le scarpe che usano per correre con praticamente qualsiasi cosa, un trend in cui non mi adatto. E in cui probabilmente mai mi adatterò. Non amo particolarmente le sneakers se non sono diverse dal solito e molto particolari e se non hanno i lacci è meglio. Indosso gli stivali con tutto. Meglio se sono di pelle, e più alti sono, meglio sto. Mi piace anche mettere i sandali, ma non sotto i 7cm di tacco. Non indosso quasi mai le ballerine perchè penso non siano per me. Detto questo, ho il mio tallone d’Achille: le oxford (francesine, stringate, o come volete chiamarle). Se tutte le scarpe fossero oxford avrei zero problemi. Dio se le adoro, le indosso da milleni prima che fossero di moda. Se qualcuno mi obbligasse a spendere tutti i soldi che guadagnerò nella mia vita per un solo tipo di cosa senza dubbio li spenderei nelle oxford. Il paio che ho trovato su Zalando è perfetto, con un tocco di colore ma allo stesso tempo davvero basico e portabile con tutto.

Continua a leggere

Doesn’t let go

 photo DSCN0007_zps1512964f.jpg

 

It’s been a month of personal photos silence. There’s a clear and simple explanation for it: rain. Rain every. Single. Day. God knows how I hate going out in the rain, which I’m forced to, you can imagine taking photos. But let’s talk about what I’m wearing: that jacket. I was with my mum, who wanted to buy me something, in a big shop that sells for the 90% designer items. I was hating everything, everything seemed so boring, until I saw HER (yes, my jacket is a she). Actually it was also one of those rare cheap items around! I immediately fall in love with it and bought it. A simple confirmation that pricey doesn’t mean beautiful, that you should wear what YOU like, not what people say is good and glamour 😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll follow you back!

E’ un mese ormai che non posto mie foto. La spiegazione è chiara e semplice: la pioggia. Pioggia ogni. Singolo. Giorno. Dio solo sa quanto odi uscire sotto la pioggia, cosa che sono costretta a fare, immaginatevi fare foto. Ma parliamo di quello che indosso: questa giacca. Ero con mia mamma, che aveva voglia di comprarmi qualcosa, in un grande negozio che vende per il 90% capi firmati. Più camminavo e più odiavo i vestiti esposti, tutto sembrava noiosissimo, finchè non ho visto LEI. Oltretutto era anche uno di quei rari capi a buon prezzo presenti nel negozio! Me ne sono immadiatamente innamorata e l’ho comprata. Una semplice riprova del fatto che costoso non significa bello, e che ognuno di noi dovrebbe indossare cioò gli piace e non quello che la gente dice essere di moda 😉

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

Paris and Disneyland: day 3

 photo 165_Parigi_day3_mie_zpsb83fd0a0.jpg

 

I do like power mornings, the only way to wake me up. So what’s better for our third day to wake up early, have breakfast, run to Disneyland park and taking pictures trying to put out a sword from a rock? (but we aren’t Artù so we didn’t make it ;-( )

Amo le mattine energiche, l’unico modo per svegliarmi in realtà. Quindi cosa c’è di meglio che svegliarci presto, fare colazione, correre al parco Disneyland e farci foto cercando di tirare fuori la spada dalla roccia? (ma non siamo Artù quindi non ce l’abbiamo fatta ;-( )

Continua a leggere

E quando c’è la luna piena tu diventi candida

DSCN0694

Hi guys!

I live you here those two fabulous pictures taken by my mum weeks ago that I really love because are so natural! I just arrived home from what I will call ‘my charity day’ where nothing had gone like I was thinking! I will talk about it soon 😉

 

Ciao ragazzi!

Vi lascio qui queste due foto che mi ha scattato mia mamma settimane fa che amo molto perchè sono così naturali! Sono appena tornata da quella che chiamerò ‘la mia giornata della beneficenza’ dove niente è andato come pensavo! Ve ne parlerò presto!

 

DSCN0695

I was wearing:

Mango leather jacket | Mixerì dress