Graduation holidays – day 14 – Ubud and Depansar

973_IMG_7189_mia

Our last day in Bali started with a champion’s breakfast at our hotel. Immediately after we went by the pool and spent the morning there. When it was almost lunch time we went back to our room to shower and pack our bags, then we had lunch at the hotel restaurant with the last fresh balinese coconut.

Il nostro ultimo giorno a Bali è iniziato con la colazione dei campioni nel nostro hotel. Subito dopo ci siamo dirette in piscina dove abbiamo passato la mattina. Quando era quasi ora di pranzo ci siamo redirette in camera per fare la doccia e rifare le valigie, poi abbiamo pranzato al ristorante dell’hotel con l’ultimo cocco fresco balinese.

Continua a leggere

Graduation holidays – day 13 – Ubud, Batu Bolong and Tanah Lot

803.1_IMG_7061_mia

Back again telling you the story of my trip, starting from where we left: day 13! It started as always with a huge breakfast at our hotel and then we headed to the city centre of Ubud to go to the Taksu spa for a Balinese massage of 60 minutes, as you’ll see in video this is a true oasis of peace with several building in the middle of the jungle dedicated to different treatments. After the treatmen we were superrelaxed and ready to go back to our hotel for lunch where I’ve had delicoius fried spring rolls. Right after it Made came and took us for a tour we planned for the afternoon where the first stop was the Sacred Monkey Forest of Ubud. A real forest where monkeys have colonized everything and even if they tell you to never interact or feed them because they are not exactly friendly, it’s really fun to see them living in their natural habitat and do their thing.

Sono tornata per ricominciare a raccontarvi la storia del mio viaggio, a partire da dove ci eravamo lasciati: il giorno 13! E’ iniziato come sempre con un’abbondante colazione nel nostro hotel per poi andare nel centro di Ubud dove ci siamo dirette alla Taksu Spa per un massaggio balinese di 60 minuti, come vedrete nel video questo posto è una pura oasi di pace costituita da diversi edifici nel mezzo della giungla dedicati a diversi trattamenti. Dopo il trattamento eravamo superrilassate e siamo ritornate al nostro hotel per pranzo dove io ho preso de buonissimi involtini primavera. Subito dopo Made è arrivata a prenderci per il tour pianificato per il pomeriggio, dove la prima tappa è stata la Sacred Monkey Forest di Ubud. Una vera e propria foresta colonizzata dalle scimmie e anche se vi viene detto di non interagire con loro o dar loro da mangiare dato che non sono esattamente amichevoli, è molto divertente vederle nel loro habitat naturale.

Continua a leggere

Graduation holidays – day 12 – Ubud

In loving memory of the love of my life: Asia (31/12/2000 – 19/01/2019)

In memoria dell’amore della mia vita: Asia (31/12/2000 – 19/01/2019)

6tag_120116-181757

This article was almost written when she started feeling too bad. I’m gonna live it as it was, I just want to let you know that I’ll take some time off to start writing with the happiness that you all deserve. Thank you for understanding, xx.

Questo articolo era praticamente fatto quando lei ha iniziato a stare troppo male. Lo lascerò com’era, ci tenevo solo a farvi sapere che mi prenderò un po’ di tempo per me per ritrovare la gioia con cui ho sempre scritto su questo blog. Grazie per la comprensione, xx.

783_394_ila

We woke up late and relaxed, cause you know, Ubud wants you to slow down. We took breakfast at the hotel, that has à la carte breakfast, and we stayed in the sun till it was time for the shuttle to take us to the centre. There we visited the Puri Lukisan museum, that exhibits local art. I admit I didn’t know much on that topic before going, too bad I still don’t, cause the museum doesn’t explain that much. The outside and the garden by the way are superstunning! There are more museum in Ubud, the problem is that they are not in the centre and if you don’t have a personal vehicle it’s quite hard to get there for three reasons: the distance, the fact that it’s superhot outside and not less important Ubud is surruonded by the jungle so it’s not that uncommon to find big snakes on your way.

Ci siamo alzate tardi e rilassate, perchè si sa, Ubud vuole che rallentiate i vostri ritmi. Abbiamo fatto colazione in hotel, che ha una colazione à la carte, e siamo rimaste al sole finchè non è arrivata l’ora della navetta che ci avrebbe portate in centro. Lì abbiamo visitato il museo Puri Lukisan, che espone arte locale. Ammetto che non ne sapevo molto dell’argomento prima di partire, peccato che tutt’ora non ne so, perchè il museo non spiega molto. L’esterno e il giardino in ogni caso sono stupendi! Ci sono altri musei ad Ubud, il problema è che non si trovano in centro e se non avete un vostro mezzo è abbastanza difficile raggiungerli per tre ragioni: la distanza, il fatto che faccia un caldo tremendo e non meno importante che Ubud sia circondata dalla jungla ergo non è così difficile imbattersi in un serpentone.

Continua a leggere

Graduation Holidays – day 11 – Seminyak and Ubud

743.1.1_IMG_0357_mia

We loved Coffee Cartel that much that when we woke up on day 11 we wanted to go back having breakfast there. We called a grab and we went. Since lunch wasn’t planned that day we decided to have a huge breakfast both salty and sweet to compensate. We also did a little shopping in the store they have inside, do you know that they help with it the dogs of Bali?

Il Coffee Cartel ci era piaciuto così tanto che quando ci siamo svegliate il day 11 volevamo assolutamente tornarci a fare colazione. Abbiamo chiamato un grab e ci siamo fatte portare lì. Siccome non avremmo avuto tempo per il pranzo quel giorno abbiamo fatto una grossa colazione sia dolce che salata per compensare. Abbiamo anche fatto un po’ di shopping nello store interno al locale, sapevate che con quello aiutano i cani di Bali?

Continua a leggere

Graduation holidays – day 8 – Seminyak, Pura Luhur Batukaru and Jatiluwih

564.1_IMG_6736_mia

Another morning at Puri Saron hotel means another morning where you don’t know what to choose for breakfast between all those yummy choices they have! After breakfast we found guide number 4, Made, that took us on the Eat, Pray and Love tour, a tour (with a new driver of course) to know more closely Bali traditions. The first step was the hindu temple (the majority of the population in Bali its Hindu) of Pura Luhur Batukaru, in the middle of the tropical forest, on the mountains. Since we made the purification and we carried offers (well Made carried for us) and we wore the typical balinese costume, we were able to attend the actual ‘mass’ where tourists are normally not admitted. This allowed us to visit the entire temple, normally tourist can see only the first part of it, and I can say that the faith of this people, celebrated with tiny offers like flowers or candies, in such a beautiful open spot moved me.

Un’altra mattina al Puri Saron hotel significa un’altra mattina in cui non sai cosa scegliere tra tutte le proposte gustose che hanno per la colazione! Dopodichè abbiamo trovato la nostra guida numero 4, Made, che ci ha portato nell’Eat, Pray and Love tour, un tour (con un nuovo driver ovviamente) per conoscere più da vicino le tradizioni di Bali. La prima tappa è stato il templio hindu (la maggior parte della popolazione a Bali è induista) di Pura Luhur Batukaru, in mezzo alla foresta tropicale, sulle montagne. Siccome avevamo fatto la purificazione e avevo portato delle offerte (in realtà Made le ha portate per noi) e indossavamo il tipico costume balinese, abbiamo potuto assistere alla vera e propria ‘messa’ dove i turisti non sono normalmente ammessi. Questo ci ha permesso di visitare l’intero templio, normalmente i turisti possono vedere solo la prima parte, e posso dire che la fede di queste persone, celebrata con piccole offerte come fiori o caramelle, in un luogo all’aperto e così bello mi ha emozionata.

Continua a leggere

Graduation Holidays – day 5 – Singapore, Denpasar and Seminyak

451.1_IMG_6615_mia

In no time we’re already at day 5 of my trip! Like usual it started at Starbucks, with a matcha coffee please.

In un batter d’occhio siamo già al quinto giorno del mio viaggio! Come sempre inizia da Starbucks, con un caffè matcha grazie.

Continua a leggere

Graduation Holidays – day 4 – Singapore

236.2_IMG_6437_mia

I loved this trip that much that I always feel excited telling you the stories of what happened and sharing the pictures. The title is, as usual, a spoiler. Another day spent in Singapore, cause this city as so much to offer! And another spoiler I gave you before is that we went having breakfast at Starbucks instead of our hotel lobby. I’ve never seen a banana sandwich before so I imagine they do typical stuff here, obviously pared with matcha frappuccino, because when there’s matcha, there’s also my name on it.

Ho adorato così tanto questo viaggio che ogni volta sono esaltata dall’idea di raccontarvelo e condividere le foto. Il titolo, come sempre, fa da spoiler. Un’altra giornata passata a Singapore, perchè questa città ha un sacco da offrire! E un altro spoiler che vi avevo già dato è che abbiamo iniziato la nostra giornata con una colazione da Starbucks invece che nel nostro hotel. Non avevo mai visto un sandwich alla banana prima, quindi immagino che abbiano anche cose tipiche, ovviamente l’ho accompagnato ad un frappuccino al matcha, perchè dove c’è il matche c’è anche la Samantha.

Continua a leggere

Graduation holidays – day 2 – Doha And Singapore

8.2_IMG_6252_mia

The plane we took in Doha at 2 A.M. was directed to Singapore, still with Qatar airways. Maybe I watched the Han Solo movie on this flight, but for the majority of the time guess what? Yes. I’ve slept! We arrived in Singapore at around 3 P.M. and our driver was waiting for us inside the airport. We had to change our euros in local dollars, it was impossible to do so in Italy, and then we went to our hotel: Robertson Quay Hotel. We left our luggages and went out to take a taxi. In Singapore the best way to move around the city are for sure taxis, the city is full of taxi stands just look around you and you’ll find one. (Even if, I admit, I used to stop them wherever I was, also in the highway!) There are different types of cars and colors and depending on it you will be able to pay with your credit card or just by cash. The majority of taxi drivers we met were really kind and smiley, just be aware that their idea of english won’t be the same as yours and sometimes you will have to show them the name of the place or the street you want to go to on your phone. Our very first stop was the Flower Dome at Gardens By The Bay. Why not the Cloud Forest? You’ll may ask. Well, cause unlucky it was closed for maintenance. For the ones of you that don’t know it, Flower Dome it’s a conservatory inside Gardens By The Bay (which I will focus on later) where you can find the most typical plants you will find in Europe, Asia, Africa, America and Oceania, all grown in strange shapes. They also have a flower exposition that changes during the year (for us it was Dorothy of Oz) and one of the most exclusive restaurant in the city (or should I say state?): Pollen.

L’aereo preso a Doha alle 2 del mattino era diretto a Singapore, sempre con Qatar airways. Forse ho visto il film di Han Solo su questo volo, ma per la maggior parte del tempo indovinate un po’? Si. Ho dormito! Siamo arrivate a Singapore intorno alle 3 del pomeriggio e il nostro driver ci aspettava già dentro all’aeroporto. Abbiamo dovuto cambiare i nostri euro in dollari locali, era impossibile fare quest’operazione in Italia, e poi ci siamo dirette al nostro hotel: il Robertson Quay Hotel. Abbiamo lasciato le nostre valigie e siamo uscite per cercare un taxi. Questo è sicuramente il metodo migliore per spostarsi a Singapore, la città è piena di taxi stand, guardatevi attorno e sicuramente ne troverete uno. (Anche se, ammetto, io li fermavo un po’ dappertutto, anche sull’autostrada!) Ci sono diversi tipi di auto e colori ed in base a questi dipenderà se potete pagare con la carta o in cash. La maggior parte dei tassisti che abbiamo incontrato era gentile e sorridente, solo abbiate presente che la loro idea di inglese e la vostra non combaciano e spesso dovrete mostrare il nome o l’indirizzo del posto in cui volete andare sul telefono. Il primo stop è stata la Flower Dome ai Gardens By The Bay. Perchè non la Cloud Forest? Vi starete chiedendo. Beh, perchè sfortunate come sempre, era chiusa per manutenzione. Per chi di voi che non sa di cosa io stia parlando la Flower Dome è una serra all’interno dei Gardens By The Bay (su cui mi focalizzerò più avanti) dove troverete le piante più tipiche di Europa, Asia, America e Oceania, cresciute con forme strane. Hanno anche una mostra di fiori che cambia durante l’anno (per noi è stata Il Mago di Oz) e uno dei ristoranti più esclusivi della città (o dovrei dire stato?): Pollen.

Continua a leggere

Graduation holidays – day 1 – Milan and Doha

1_AUKU7700_mia

And here we are with the series of post dedicated to out trip in Asia. I was dithering if it was better to write all the legs in the first post, bu then I thought that it would have been more funny to discover them day by day. Line by line. Let’s start then with the first one: Milan Malpensa airport where we took the first of many flights: direction Doha in Qatar. It was impossible not to take a photo with my travelling outfit (I love wearing skirts or dresses, expecially on long flight cause I tend to swell) and luggages and eat some sugar for lunch while waiting to go on the plane.

Ed è così che inizia la serie di post riguardo il nostro viaggio in Asia. Ero indecisa se anticiparvi tutte le tappe nel primo post, ma poi mi sono detta che sarebbe stato più divertente scoprirlo di volta in volta. Riga per riga. Iniziamo perciò dalla prima tappa, l’aeroporto di Milano Malpensa dove abbiamo preso il primo di tanti voli: verso Doha in Qatar. Era impossibile non fare una foto col mio outfit da viaggio (preferisco sempre indossare gonne o vestiti, specialmente sui voli lunghi dato che tendo a gonfiarmi) e le valigie e mangiare un po’ di zuccheri per pranzo in attesa di salire sull’aereo.

Continua a leggere

Everyday uniform

blonde-hair-with-pravana-violet-and-blue-streaks1

In the end I’ve made it, I recently turned blonde, but if you follow me on instagram you already know. Maybe adding some blue would have been nice, but I’ll do a long trip in a couple week and I’m worried I won’t be able to take care of my hair as necessary with a colour like that, so for now I will just dream looking at this picture!

Alla fine l’ho fatto, sono diventata bionda, ma se mi seguite su instagram già lo sapete. Magari aggiungere un po’ di blu sarebbe stato carino, ma mi aspetta un lungo viaggio tra un paio di settimane e ho paura di non poterli curare come dovrebbero, perciò per ora sogno guardando questa foto!

Continua a leggere