Valdaora diary: day 3

 photo WP_20150814_001_zpspoekutvk.jpg

This is my very last day of holiday. We went mushrooming in Valdaora, but right after lunch the sky started becoming black and we had to come back to town really fast. There we ate a good ice cream and it was time to go back home in Colorno for me. This year once Alto Adige gave me something new, new feelings and new memories. Have you ever been there?

Questo è stato il mio ultimo giorno di vacanza. Siamo stati a funghi a Valdaora, ma appena dopo pranzo il cielo ha iniziato a diventare nero e siamo dovuti tornare in paese molto velocemente. Lì abbiamo mangiato un buon gelato prima di ripartire per tornare a Colorno. Anche quest anno l’Alto Adige mi ha lasciato qualcosa di nuovo, nuovi sentimenti e nuovi ricordi. E voi? Ci siete mai stati?

Continua a leggere

Valdaora diary: day 2

 photo DSCN0017_zpsu5gp9kdm.jpg

Here we are with a new day of my summer trip. This day was mostly dedicated to a visit to Malga Fane on the set of Smitten. This place is really magical, we reached the top of the mountain with a taxi-bus that left us in the middle of nowhere, or better it looked like this, but just behind a giant rock there was this superhidden gem that you can see in the photos. We enjoyed a day there relaxing with the view and eating the tipical meal: speck, eggs and potatoes whit beer and of course homemade yogurt and grappa. Also I was able to visit the set where one of my favorite actors, Darren Criss, was filming his new movie! We rested a little bit once back home and then we went for dinner in Falzes in one of my favorite restaurants inside the Hotel Jochele where every year they prepare for us a tipical plate that it’s not on the menu: Grestel. Another perfect day! Next post will be for the last part of this small but great trip!

Eccoci ad un nuovo giorno della mia piccola vacanza estiva. La giornata è stata dedicata soprattutto alla visita a Malga Fane del set di Smitten. Questo posto è veramente magico, abbiamo raggiunto la vetta della montagna su un taxi-bus che ci ha lasciati in mezzo al nulla, o così sembrava, perchè proprio dietro una roccia gigante si nascondeva questa gemma che vedete nelle foto. Ci siamo goduti una giornata di relax davanti ad una vista pazzesca e mangiando il piatto tipico: speck, uova e patate con la birra e ovviamente yogurt e birra fatti in casa. Mi è inoltre stato possibile visitare il set dove girava uno dei miei attori preferiti, Darren Criss, che stava lavorando al suo nuovo film! Una volta tornati a casa ci siamo riposati un po’ per poi andare a cena a Falzes in uno dei miei ristoranti preferiti che si trova dentro l’Hotel Jochele dove ogni anno ci preparano un piatto tipico che non è nel menù: la Grestel. Un’altra giornata perfetta insomma! Il prossimo post sarà sull’ultima giornata di questa breve, ma bellissima vacanza!

Continua a leggere

Valdaora diary: day 1

 photo WP_20150812_005_zpsa8cgkmvs.jpg

This summer I hadn’t the chance to go on a long trip holiday as I was focused on my Biochemistry exam, but I couldn’t miss a short visit to my happy place: Valdaora. I was there four day (this is actually day 2 cause the first day was all about relax after the long trip) with friends and family. This second day started with a good cappuccino and sacher in Chienes at Gatterer, a famous bakery. Then we went mushrooming on the mountains behind Terento. As you can see the landscape is wonderful, but I was actually happy when the trip was over as I saw snakes to many times in these woods which happens to be my biggest, and maybe only, fear. Then we went for some relax at home and out for a walk in town that ended with a cocktail and super funny dinner at home. Stay tuned for day 2 (well 3)! 😉

Quest’estate non ho potuto godermi un bel viaggio lungo siccome ero concentrata sul mio esame di Biochimica, ma non potevo non fare un piccola visita nel mio porto sicuro: Valdaora. Sono stata lì quattro giorni (questo è in realtà il secondo giorno dato che il primo è stato solo relax dopo il lungo viaggio) con famiglia e amici. Questo secondo giorno è iniziato con cappuccino e sacher a Chienes da Gatterer, una famosa pasticceria. Dopodichè siamo andati a funghi nelle montagna dietro Terento. Come potete vedere il paesaggio era fantastico, ma la verità è che sono stata felice solo una volta finita la gita dato che troppo spesso ho visto serpenti in quei boschi che sono la mia più grande, e forse unica, paura. Dopodichè siamo andati a rilassarci un po’ a casa e in giro per il paese che è finito con un aperitivo e una cena divertentissima a casa. State collegati per scoprire cosa è successo il secondo giorno (beh, il terzo)! 😉

Continua a leggere

#ExpoDay

 photo DSCN0057_zpsmnuge7xg.jpg

Today it’s time to tell you about my visit to Expo last June with my mum and my dad. I didn’t know exactly what to expect as I’ve heard different opinions about it, but what I can onestly tell you is that I’ve loved it so much! It’s not a secret that I love to travel and to try different types of food, and this two things are expressed completely in what I’ve seen.

Expo is really HUGE, I’ve spent there an entire day and I saw just a little bit of it. Unfortunately I hadn’t the chance to go back as I recently had an operation. The pavillons were all really beautiful from the outside, but what striked me the most is that the pavillons that offered the most in the inside were those made by state that are not so rich. I’m gonna tell you a little bit of them and my impressions as musch as this article could be used as a little guide for a visit to Expo 😉

Oggi è arrivato il momento di raccontarvi della mia visita all’Expo lo scorso giugno con i miei genitori. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi poichè avevo sentito opinioni contrastanti a riguardo, ma quello che posso dirvi ora onestamente è che l’ho apprezzata davvero molto! Non è un segreto che io ami viaggiare e provare nuovi cibi e ho trovato queste due cose espresse perfettamente in quello che ho visto.

L’Expo è veramente grandissima, ci ho passato una giornata intera e comunque ne ho vista solo una piccola parte. Purtroppo non sono potuta ritornare questo mese poichè ho da poco subito un intervento chirurgico. Ho trovato tutti i padiglioni molto belli, ma quello che mi ha colpita di più è il fatto che quelli che offrivano maggiormente all’interno erano quelli rappresentativi dei paesi meno ricchi. Vi racconterò un po’ di ognuno e le mie impressioni a riguardo di modo che questo articolo possa funzionare un po’ come una piccola guida per una vostra visita all’Expo 😉

Continua a leggere

Torino: day 2

 photo DSCN0016_zpsityn19rs.jpg

 

Sunday morning was supposed to be all dedicated to the spa. But we love to change plans and we had fallen in love with the city so we decided to leave the thermal baths and go touring Torino and visit at least the Egyptian museum. First stop reaching the museum was Piazza CLN with this two majestic fountins that represent river Po and river Dora.

Domenica mattina doveva teoricamente essere del tutto dedicata alle terme. Ma noi amiamo stravolgere i piani e d’altronde c’eravamo innamorate della città quindi abbiamo deciso di girare Torino e visitare almeno il museo egizio. Il primo stop arrivando al museo è stata Piazza CLN dove si trovano queste due maestose fontane rappresentanti il Po e la Dora.

Continua a leggere

And when I’ll see you again

 photo DSCN0149_zps2305402b.jpg

 

The ones who know me better know how much I love travelling. Maybe I took this abitude from my dad, whom, as a manager, every week travels a lot for work. Or maybe it’s just because I’m inquiring, inquiring of knowing new places, new cultures, new food and new people. This way of life of mine allowed me to unload a lot of these curiosities, and believe me, a lot are still on my list. If I have just a few free days all I do is find a destination and go. I also include myself in those rare people who love packing bags. If you follow my blog or just come here now and then you probably notice how often I change location in my shootings. The most pernickety of you asked me also why I travel so much. I’m happy to answer publicly, but follow me because my brain is really difficult to understand! My official residence is in Colorno, a small town in the provence of Parma, where I live with my grandma, my dog and my cat. But I have to say that is in Parma where I spend the most my days because I study there since I was 13 and also it’s the place where I use to go out with my friends. Also my parents live in Rome (my favourite city in the entire world), and how I can’t consider my home where my parents live? Impossible. Also I like to say that I have two home away from home. Which ones? First of all Valdaora and all Val Pusteria in general, which is my summer shelter and safe haven since I was a fetus. And then there’s Paris, which I discovered when I was little girl, following my dad in his work-trip and of which I’ve fallen deeply in love. I know the city very well and everytime I go there I feel much more fascinated than the time before. Now you probably understand that if my brain use to consider all this places my home, all I can do is travel!

You see very often Colorno’s city centre as much as some glimpse of Parma, also on my instagram. I’ve also showed to you Paris and Valdaora’s woods, but I’ve never show you anything about Rome, apart from Hunger Games’ red carpet premiere. This is the reason why I took some photos there in the past days, to give you some advice which I’ll post very soon!

For now I leave you here photos of sunrises I’ve collected on my trips on the road and I wish you a very happy New Year!!!

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Chi mi conosce sa quanto io ami essere sempre in viaggio. Forse ho, volente o nolente, preso questa abitudine da mio padre, che, da manager quale è, ogni settimana si sposta tantissimo per lavoro. O forse è semplicemente dovuto al fatto che sono curiosa, curiosa di scoprire nuovi posti, nuove culture, nuovi cibi e nuove persone. Questo mio modo di vivere e pensare mi ha dato la possibilità di sfogare molte di queste mie ‘curiosità’ e credetemi, ce ne sono ancora molte altre nella mia lista. Se ho anche solo qualche giorno libero, quello che mi piace fare è cercare una meta e partire. Sono anche una di quelle rare persone che amano follemente fare la valigia. Se seguite il mio blog o anche solo passate di qui ogni tanto vi sarete accorti di quanto spesso cambiano le location in cui scatto e i più attenti di voi mi chiedono come mai viaggio così tanto. Mi fa piacere quindi rispondere pubblicamente a tutti, ma seguitemi bene perchè non è facile addentrarsi nel mio cervello! La mia residenza ufficiale è Colorno, paese in provincia di Parma, dove vivo con mia nonna, il mio cane e il mio gatto. C’è da dire però che è proprio a Parma che passo la maggior parte dei miei giorni e del mio tempo, perchè, sin da quando ancora non avevo soffiato sulle mie 14 candeline, studio lì e lì mi frequento con i miei amici. A tutto questo va aggiunto che i miei genitori vivono a Roma, al momento top one nella mia lista delle città più belle del mondo, e posso forse non considerare casa il posto dove vivono i miei genitori? Direi proprio di no! Tuttavia mi piace dire che ho anche due home away from home, o seconde case, come volete, diciamo che in inglese suona più poetico. Quali? La prima è sicuramente Valdaora, o la Val Pusteria in generale, che è il mio rifugio estivo e porto sicuro da quando ancora stavo nel pancione di mia mamma. La seconda è invece Parigi, città scoperta da piccina quando seguivo mio papà nei suoi viaggi e di cui mi sono follemente innamorata e che apprezzo ogni volta di più. Ormai la conosco così bene che potrei girarla bendata. Capite quindi che devo essere amante dei viaggi quando la mia testa mi dice che tutti questi posti sono casa mia!

Vedete spesso il centro di Colorno nei miei scatti, così come scorci di Parma, spesso anche sul mio instagram. Vi ho anche mostrato Parigi e i boschi di Valdaora, ma di Roma non vi ho mai postato niente al di fuori del red carpet di Hunger Games. Proprio per questo, negli ultimi giorni in cui sono stata lì, ho scattato alcune foto per voi con qualche consiglio anche e che spero di postarvi già domani!

Per ora vi lascio con queste foto di albe raccolte da diversi dei miei viaggi on the road e vi faccio i miei migliori auguri di buon anno, che il vostro 2015 sia l’anno più bello di sempre!

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

Oh yes, I’m talking to you!

 photo DSCN2239_zps7ebfa6da.jpg

Dlin-Dlon! Wanderlust train stops on The Queen Of Dreaming station for… ever? Oh, I’m being dramatically repetitive over here. I just need to travel okay? And I’m actually that busy that I planned to post this last friday! How can I find time to just jump on a plane and go? It’s not that difficult to imagine where I would have gone if I did jumped on that plane last saturday! I wanted to be there watching all the celebrations for the Berlin Wall. When I was in there, almost three years ago, I madly fall in love with that city and its atmosphere. The only defect was that it was really cold outside so I had to walk around like this (and no there was no Blaine singing Baby, it’s cold outside). Maybe I didn’t get the chance to be there this November, because it’s destiny for me to go with a warmer weather, under a summer rain, like the smell (and the name) of my favourite perfume in the world.

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Dlin-Dlon! Il treno della voglia di viaggiare si ferma alla stazione The Queen Of Dreaming per… sempre? Oh, sto diventando terribilmente ripetitiva. Ho solo bisogno di viaggiare okay? E sono così occupata che pensavo di pubblicare questo post venerdì scorso! Come posso trovare il tempo per saltare su un aereo e andare? Non è così difficile immaginare dove sarei andata se fossi saltata su quell’aereo sabato scorso! Volevo essere lì per tutte le celebrazioni del muro di Berlino. Quando ero lì, ormai quasi 3 anni fa, mi sono completamente innamorata della città e della sua atmosfera. In realtà la pecca è che fuori faceva davvero freddo e dovevo andare in giro così (e no, non c’era nessun Blaine a cantarmi Baby, it’s cold outside). Forse non ho avuto la possibilità di essere lì questo novembre, perchè è destino che torni quando farà più caldo, sotto una pioggia estiva, come quella che si sente (e nomina) il profumo più buono al mondo.

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Vivir contigo, bailar contigo

 photo DSCN2209_zps1421ecdc.jpg

 

I’m becoming kind of addicted to all these blog posts full of amazing trip photos. Maybe because I’m stuck at home trying to complete my never ending report on reveromycin A synthesis. Maybe because my only thought is ‘when I’ll be able to do a long trip again?’. Probably this also why I opened my ‘travel box’ aka a huge box full of photos and memories from my trips. Probably this is why I took this first picture with my vintage Sergio Tacchini sunglasses, a post card bought in Disneyland, a map of the National Gallery from Edimburgh and 11-years-old me posing like a model in Siena.

Sto diventando abbastanza dipendente da tutti quei post pieni di bellissime foto di viaggi. Forse perchè sono bloccata in casa cercando di completare la mia relazione infinita sulla sintesi della reveromicina A. Forse perchè il mio solo pensiero è ‘quando avrò tempo di andare a farmi di nuovo un lungo viaggio?’. Probabilmente è anche per questo motivo che ho aperto la mia ‘travel box’ aka uno scatolone pieno di foto e ricordi da ogni mio singolo viaggio. Probabilmente è anche per questo che ho scattato questa prima foto con il mio paio di occhiali da sole vintage di Sergio Tacchini, una cartolina comprata a Disneyland, una mappa della National Gallery di Edimburgo e una me 11enne che posa come una modella a Siena.

Continua a leggere

Milano

 photo DSCN2162_zpsfe598257.jpg
If you remember I told you that I was invited in a few parties during Milan fashion week. But I also told you that an important exam for my college was coming in a few days. Well during that week I had to decide ‘to go or not to go?’. I knew that a few parties wouldn’t occupy all my day, but i know myself enough to understand that once in Milan, also during fashion week, I wouldn’t be able to close myself in the hotel studying. What I decided in the end? To stay home. I know that maybe I have lost big opportunities but as soon as I finish my exams, as soon I’ll have more free time. After spending most of my birthday day (you see here how I’ve spent the night) on my quantum mechanics books I understood that I was a little exaggerating so with Ila and Ludo I decided to spend a day in Milan, just going for a walk and shopping. And I really enjoyed it! Here are the photos of my outfit and of my beloved Duomo, and of course of my double chocolate muffin 😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Se vi ricordate vi avevo detto di essere invitata a qualche festa della Milano fashion week. Ma vi avevo anche detto che avrei avuto un esame importante nel giro di qualche giorno. Durante quella settimana ho quindi pensato ‘vado o non vado?’. Sapevo che qualche festa non avrebbe occupato la mia intera giornata, così come sapevo anche che una volta a Milano, poi durante la  fashion week, non sarei stata in grado di chiudermi in hotel a studiare. Cosa ho deciso alla fine? Di rimanere a casa. So di aver perso forse delle belle opportunità, ma prima finirò gli esami, prima avrò più tempo libero, aver rinunciato a queste feste vorrà dire (spero) avere più tempo per le prossime fashion week. Dopo aver passato però la maggior parte del mio compleanno sui libri di meccanica quantistica però (qui vedete come ho passato la serata) ho capito che stavo forse un po’ esagerando quindi con Ila e Ludo abbiamo deciso di passare una giornata a Milano solo per shopping e passeggiate. E vi dico la verità, me la sono proprio goduta! Eccovi le foto del mio outfit, del mio amato Duomo, e del mio muffin doppio cioccolato 😉

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

Salerno and Giffoni: day 4

 photo WP_20140721_001_zps1498c008.jpg

Our last day in Salerno was a rainy day. We went for a walk around the beautiful city centre and in the early afternoon we took our train back to Reggio Emilia. Bye Salerno, see you next year! 😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

Il nostro ultimo giorno a Salerno è stato, purtroppo, di pioggia. Abbiamo fatto una passeggiata per il centro città, molto carino, e nel primo pomeriggio abbiamo preso il treno di ritorno a Reggio Emilia. Ciao Salerno, ci vediamo l’anno prossimo! 😉

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere