Graduation holidays – day 10 – Seminyak

724_IMG_6913_mia

Day 10 started jumping on a grab that took us at Coffee Cartel. We’ve heard a lot about this place that makes huge and instagrammable breakfast and we couldn’t miss it. I tried the famous pink beetroot cappuccino and Ila the matcha one, paired with a chocolate brownie and huge fresh fruit bowls that are something so impossible to find in Italy! Everything was so good and it was the perfect way to start the morning!

Il day 10 è iniziato salendo su un grab che ci ha portate al Coffee Cartel. Ne avevamo molto sentito parlare, per le loro grandi e superinstagrammabili colazioni e decisamente non potevamo perdercelo. Io ho provato il famoso cappuccino di barbabietola e Ila quello matcha, accompagnati da brownie al cioccolato e gigantesche bowl con frutta fresca che sono qualcosa di impossibile da trovare in Italia! Ci è piaciuta ogni cosa ed è stato un ottimo modo per iniziare la mattinata!

Continua a leggere

Annunci

Graduation Holidays – day 5 – Singapore, Denpasar and Seminyak

451.1_IMG_6615_mia

In no time we’re already at day 5 of my trip! Like usual it started at Starbucks, with a matcha coffee please.

In un batter d’occhio siamo già al quinto giorno del mio viaggio! Come sempre inizia da Starbucks, con un caffè matcha grazie.

Continua a leggere

Graduation Holidays – day 4 – Singapore

236.2_IMG_6437_mia

I loved this trip that much that I always feel excited telling you the stories of what happened and sharing the pictures. The title is, as usual, a spoiler. Another day spent in Singapore, cause this city as so much to offer! And another spoiler I gave you before is that we went having breakfast at Starbucks instead of our hotel lobby. I’ve never seen a banana sandwich before so I imagine they do typical stuff here, obviously pared with matcha frappuccino, because when there’s matcha, there’s also my name on it.

Ho adorato così tanto questo viaggio che ogni volta sono esaltata dall’idea di raccontarvelo e condividere le foto. Il titolo, come sempre, fa da spoiler. Un’altra giornata passata a Singapore, perchè questa città ha un sacco da offrire! E un altro spoiler che vi avevo già dato è che abbiamo iniziato la nostra giornata con una colazione da Starbucks invece che nel nostro hotel. Non avevo mai visto un sandwich alla banana prima, quindi immagino che abbiano anche cose tipiche, ovviamente l’ho accompagnato ad un frappuccino al matcha, perchè dove c’è il matche c’è anche la Samantha.

Continua a leggere

Graduation holidays – day 2 – Doha And Singapore

8.2_IMG_6252_mia

The plane we took in Doha at 2 A.M. was directed to Singapore, still with Qatar airways. Maybe I watched the Han Solo movie on this flight, but for the majority of the time guess what? Yes. I’ve slept! We arrived in Singapore at around 3 P.M. and our driver was waiting for us inside the airport. We had to change our euros in local dollars, it was impossible to do so in Italy, and then we went to our hotel: Robertson Quay Hotel. We left our luggages and went out to take a taxi. In Singapore the best way to move around the city are for sure taxis, the city is full of taxi stands just look around you and you’ll find one. (Even if, I admit, I used to stop them wherever I was, also in the highway!) There are different types of cars and colors and depending on it you will be able to pay with your credit card or just by cash. The majority of taxi drivers we met were really kind and smiley, just be aware that their idea of english won’t be the same as yours and sometimes you will have to show them the name of the place or the street you want to go to on your phone. Our very first stop was the Flower Dome at Gardens By The Bay. Why not the Cloud Forest? You’ll may ask. Well, cause unlucky it was closed for maintenance. For the ones of you that don’t know it, Flower Dome it’s a conservatory inside Gardens By The Bay (which I will focus on later) where you can find the most typical plants you will find in Europe, Asia, Africa, America and Oceania, all grown in strange shapes. They also have a flower exposition that changes during the year (for us it was Dorothy of Oz) and one of the most exclusive restaurant in the city (or should I say state?): Pollen.

L’aereo preso a Doha alle 2 del mattino era diretto a Singapore, sempre con Qatar airways. Forse ho visto il film di Han Solo su questo volo, ma per la maggior parte del tempo indovinate un po’? Si. Ho dormito! Siamo arrivate a Singapore intorno alle 3 del pomeriggio e il nostro driver ci aspettava già dentro all’aeroporto. Abbiamo dovuto cambiare i nostri euro in dollari locali, era impossibile fare quest’operazione in Italia, e poi ci siamo dirette al nostro hotel: il Robertson Quay Hotel. Abbiamo lasciato le nostre valigie e siamo uscite per cercare un taxi. Questo è sicuramente il metodo migliore per spostarsi a Singapore, la città è piena di taxi stand, guardatevi attorno e sicuramente ne troverete uno. (Anche se, ammetto, io li fermavo un po’ dappertutto, anche sull’autostrada!) Ci sono diversi tipi di auto e colori ed in base a questi dipenderà se potete pagare con la carta o in cash. La maggior parte dei tassisti che abbiamo incontrato era gentile e sorridente, solo abbiate presente che la loro idea di inglese e la vostra non combaciano e spesso dovrete mostrare il nome o l’indirizzo del posto in cui volete andare sul telefono. Il primo stop è stata la Flower Dome ai Gardens By The Bay. Perchè non la Cloud Forest? Vi starete chiedendo. Beh, perchè sfortunate come sempre, era chiusa per manutenzione. Per chi di voi che non sa di cosa io stia parlando la Flower Dome è una serra all’interno dei Gardens By The Bay (su cui mi focalizzerò più avanti) dove troverete le piante più tipiche di Europa, Asia, America e Oceania, cresciute con forme strane. Hanno anche una mostra di fiori che cambia durante l’anno (per noi è stata Il Mago di Oz) e uno dei ristoranti più esclusivi della città (o dovrei dire stato?): Pollen.

Continua a leggere

Graduation holidays – day 1 – Milan and Doha

1_AUKU7700_mia

And here we are with the series of post dedicated to out trip in Asia. I was dithering if it was better to write all the legs in the first post, bu then I thought that it would have been more funny to discover them day by day. Line by line. Let’s start then with the first one: Milan Malpensa airport where we took the first of many flights: direction Doha in Qatar. It was impossible not to take a photo with my travelling outfit (I love wearing skirts or dresses, expecially on long flight cause I tend to swell) and luggages and eat some sugar for lunch while waiting to go on the plane.

Ed è così che inizia la serie di post riguardo il nostro viaggio in Asia. Ero indecisa se anticiparvi tutte le tappe nel primo post, ma poi mi sono detta che sarebbe stato più divertente scoprirlo di volta in volta. Riga per riga. Iniziamo perciò dalla prima tappa, l’aeroporto di Milano Malpensa dove abbiamo preso il primo di tanti voli: verso Doha in Qatar. Era impossibile non fare una foto col mio outfit da viaggio (preferisco sempre indossare gonne o vestiti, specialmente sui voli lunghi dato che tendo a gonfiarmi) e le valigie e mangiare un po’ di zuccheri per pranzo in attesa di salire sull’aereo.

Continua a leggere

Graduation: the party

AKUR6429

You know, after the graduation comes the party. Same people, a more festive look, a lot of wonderful food thanks to Antica Grancia Benedettina (a place I know since I was like 6 years old), jokes and games organized by my friends and family and a lot of wine too. The best party I’ve ever had. At the end presents came: a custom made Montblanc pen by my parents, a limited edition Harry Potter bag by my friends, a pair of Chanel earrings by my high school science teacher and by family and friends also a trip of 15 days in Asia. They are surely the best people in the universe!

Lo sapete, dopo la laurea c’è la festa. Stesse persone, vestiti più festaioli, un sacco di cibo fantstico grazie all’Antica Grancia Benedettina (un posto che conosco da quando avevo 6 anni), giochi e scherzi organizzati dai miei amici e famiglia e un sacco di vino. La miglior festa di sempre. Alla fine è arrivato il momento dei regali: una penna Montblanc fatta apposta per me dai miei genitori, una borsa di Harry Potter in edizione limitata dai miei amici, un paio di orecchini di Chanel dalla mia insegnante di scienze del liceo e di nuovo amici e famiglia mi hanno regalato un viaggio di 15 giorni in Asia. Le migliori persone dell’universo!

Continua a leggere

Berlin: day 3

Berlino_341_mia

Like it has to be our morning started with breakfast. Since the one we had at our hotel the day before we decided to go out to do it. Precisely at Spitteleck and it was better and cheaper! We then moved to Charlottenburg; a place that surprised me positively. I’ve always been passionate with castles and palaces (guess why, I grew up in front of one the most beautiful ones we have in Italy!), and for me nothing in the world was better than Versailles. Well since the day we went visiting this complex of Palaces and gardens propriety of the Prussian Kings I have to re-think about that. Now I really think they can go side by side on my top 10 of best historical houses. I certainly advice you to go, but once there, don’t run from one place to another, take your audioguide and listen all the stories behind what you’re seeing. Now I’ll let the photos we took speak for themselvs, pay attention at rococo details, my favorite style in art and architecture that has is triumph in these buildings.

Come deve essere la nostra mattina è iniziata con la colazione. Vista l’esperienza del giorno precedente in hotel, abbiamo deciso di farla fuori. Precisamente da Spitteleck ed era migliore e meno cara! Ci siamo poi spostate a Charlottenburg: un posto che mi ha stupita positivamente. Sono sempre stata appasionata di castelli e palazzi (chissà perchè, sono cresciuta di fronte a uno dei più belli che abbiamo in Italia!), e per me non esisteva di meglio al mondo di Versailles. Beh, dal giorno in cui siamo state a visitare questo complesso di palazzi e giardini appartenuto ai re di Prussia ho ripensato a questa mia affermazione. Ora penso proprio possano stare fianco nella mia top 10 delle abitazioni storiche. Sicuramente vi consiglio di visitarlo, ma una volta lì non correte da una parte all’altra, prendete la vostra audioguida e ascoltate la storia dietro a quello che state vedendo. Ora lascio spazio alle foto, prestate attenzione ai dettagli rococò, il mio stile pittorico e architettonico preferito, che trova il suo trionfo in questi palazzi.

Continua a leggere

Strasbourg diary: Cathedral terrace, Le Moulin du Diable, Binchstub, Kronenbourg, Riesling and Bistrot et Chocolat

147

Third chapter of my guide to visit Strasbourg. Today we go back to the Cathedral, but not inside… upstairs! There’s not very much to explain, the pictures speaks for themselvs, from here you can see not only the entire city, but also Germany. Prepare yourself to climb the stairs and for the wind, but the exertion is completely worth it!

Terzo capitolo della mia guida per visitare Strasburgo. Oggi torniamo alla Cattedrale, ma non dentro… sopra! Nonc’è molto da spiegare, le foto parlano da sole, da qui potete vedere non solo la città intera, ma anche la Germania. Preparatevi a salire gli scalini e ad affrontare il vento, ma ne vale veramente la pena!

Continua a leggere

Strasbourg diary: Barrage Vauban, Petite France, Saint Thomas, Cathedrale de Notre Dame, Saint Paul, Botanic garden, Maison Kammerzel and Palais Rohan

DSCN0001

As I’ve already told you, in September I moved in Strasbourg for work. It was hard and thrilling at the same time and since my very first walk there, I’ve felt in love with the city. It’s small, but really characteristic. You walk in the city centre and you feel like you entered in a fairytale with the tipical alsacian houses, the river and the bridges. What I would like to do with you is creating a small guide, in different episodes, of the best I’ve tried here. Just in case you want to visit, which I hardly recommend.

Come vi ho raccontato, a settembre mi sono trasferita a Strasburgo per lavoro. E’ stato duro e elettrizzante allo stesso tempo e fin dalla prima passaggiata mi sono innamorata di questa città. E’ piccola, ma molto caratteristica. Camminate nel centro della città e vi sentite come catapultati in una fiaba grazie alle casette alsaziane, al fiume e ai ponti. Quello che vorrei creare con voi è una piccola guida, in diversi episodi, del meglio che ho provato qui, in caso vogliate farci una visita, cosa che raccomando fortemente.

Continua a leggere

Alors On Dance

DSCN0003

It happened guys: my summer session of exams is over and hopefully will be the last one! I’ve only imagined this moment in my happiest dreams: no more super hot days spent on my books! Now I have a week of relax where I’ll go around Italy just to relax a bit and next saturday I’ll start working (and studying for september, ouch!), but my mind is like renewed! No holidays this summer, but I’ll recover after my deegree with a month long USA coast to coast 😉 And what are you planning to do this summer? Tell me in the comments!

E’ successo ragazzi: la mia sessione estiva è finita e spero sia l’ultima! Ho immaginato questo momento solo nei miei sogni più splendenti: niente più giorni caldissimi passati sui libri! Ora ho una settimana di relax dove andrò in giro per l’Italia per rilassarmi un po’ e da sabato prossimo inizierò a lavorare (e a studiare per settembre, ouch!), ma la mia mente è come se fosse rinata! Niente vacanze quest’estate, ma recupererò dopo la mia laurea con un mese di coast to coast degli USA 😉 E voi cos’avete in mente per quest’estate? Raccontatemelo nei commenti!

Continua a leggere