All I Ever Wanted Was The World

DSCN0193

I was pretty silent at the beginning of the year. When I was back writing I wasn’t still able to tell you why and I’ve just kept being silent. Now I think it’s time. This January my beloved angel Lucy passed away. It was (and is) definetely the worst period of my life, the pain walks with me everyday and I’m not really able to say much more. It was like all my life moved to the background. I’ve lost the envy of doing anything from the smallest things to the big ones. I’ve started living again when Hunter became part of my life. I wasn’t ready for a new dog, the only idea made me angry with the world, she was my one and only and my heart was completely empty. But my parents borrowed me to this house where this pretty little face came out of a gate and started licking my hands. He was watching me directly in the eyes and it was like I was starting to breathe again. His mistress didn’t want him anymore as after one year and a a half she discovered that he has a little dysplasia and so he couldn’t start a life of beauty contests. In my mind the only thing that came out was ‘are you really giving away this super sweet dog just because he can’t compete? Even if he clearly loves you?’ the thing was done, he’ll come home with me, not one more second where they are not ready to love him as he deserves. I’m not going to say it was easy, the separation was really hard for him. We’re still helped by a canine reeducator and we’re making progress. After he understood that we’ve not kidnapped him, but we love him he became like our shadow and he stays always with us. I have my dark moments, but he tries his best to make me feel loved and I’m supergrateful.

Sono stata abbastanza silenziosa all’inizio dell’anno. Quando sono tornata a scrivere non ero pronta a dirvi perchè, perciò in qualche modo ho continuato a essere silenziosa. Ora penso sia arrivato il momento. Questo gennaio il mio piccolo angelo Lucy è venuta a mancare. E’ stato (ed è) sicuramente il periodo peggiore della mia vita, il dolore è con me tutti i giorni e non sono veramente in grado di spiegarvi cosa voglia dire. E’ stato come se tutta la mia vita passasse in secondo piano. Ho perso la voglia di fare qualsiasi cosa, dalle più piccole alle più importanti. Sono tornata a vivere quando Hunter è diventato parte della mia vita. Non ero pronta ad un nuovo cane, la sola idea mi faceva arrabbiare con il mondo intero, lei era l’unica e il mio cuore era completamente vuoto. Ma i miei genitori mi hanno portata in questa casa dove questo bel musetto è uscito da un cancello e ha iniziato a leccarmi le mani. Mi guardava dritta negli occhi ed è stato come se imparassi a respirare di nuovo. La sua padrona non lo voleva più siccome dopo un anno e mezzo ha scoperto che ha una piccola displasia all’anca e perciò non era più possibile iniziare la sua vita da campione di concorsi di bellezza. L’unica cosa che mi è passata per la testa in quel momento è stata ‘stai davvero dando via questo dolcissimo cane solo perchè non può gareggiare? Anche se è evidente l’amore che ha per te?’ la cosa era fatta, sarebbe venuto a casa con me, non un solo secondo di più in un posto dove non ti amano come meriti. Non vi dirò che è stata una passeggiata, la separazione è stata molto dura per lui. Stiamo tutt’ora lavorando con un rieducatore cinofilo e stiamo facendo progressi. Dopo che lui ha capito che non l’avevamo rapito, ma che lo amiamo è diventato la nostra ombra e sta sempre con noi. Ho i miei momenti bui, ma lui fa del suo meglio per farmi sentire amata e io non potrei essergli più grata.

Continua a leggere

Roman studio

 photo DSCN1910_zpsd0256c90.jpg

A quite short post today, to show you a very lovely stolen photo taken by Ila in my roman studio. Hope you like it! 😉

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll let me know I’ll be happy to follow you back! 🙂

Un post veloce oggi, per mostrarvi un bellissima foto rubata scattata da Ila immersa nel mio studio romano. Spero vi piaccia! 😉

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare! 🙂

I was wearing:

Sisley shirt | Zara trousers

 

Gonna let the light shine on me

 photo DSCN1878_zps9e1f0d95.jpg

 

At home in Colorno, with my babies Asia and Lucy, and my mum who shooted me this photos in my casual look! The t-shirt that I’m wearing it’s lovely memory of my last high school trip in Berlin. When I was in high school I couldn’t wait to start university, and now, two years after, I really miss my all-girls-class, we were such a grupo and it’s kinda sad thinking how everyone of us now has a new life!

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

A casa a Colorno, con le mie bambine Asia e Lucy, e la mia mamma che mi ha scattato queste foto nel mio outfit casual! La maglia che indosso è un dolcissimo ricordo della mia ultima gita al liceo a Berlino. Quando ero al liceo non vedevo l’ora di iniziare l’università, e ora, dopo due anni, mi manca molto la mia classe di sole ragazze, eravamo un gran bel gruppo e fa un po’ tristezza pensare come ognuna di noi adesso abbia iniziato una nuova vita!

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

The important coat

 photo DSCN1144_zps4d0206e0.jpg

Everyone of us has his perfect thing to wear in his wardrobe, the one that he’ll never throw away. It’s time to show you mine: this knitting coat. Why is it so important? Because my sister made it! She knit in her free times to relax and this was her biggest and fabulous work and she did it for me. When I wear it i feel the love that she put into it when she made it and the instinct it’s to tell everyone ‘my sister made this, isn’t it fabulous?’.

I wore it almost a six weeks ago while it was freezing outside and this keeped my really warm, maybe bacuse of the wool, maybe because of the feelings 😉

In a couple of pictures I’m with my friend Ilaria, the greatest photographer!

Ognuno di noi ha il suo capo perfetto nell’armadio, quello che non butterà mai via. E’ arrivato il momento di farvi vedere il mio: questo cappotto fatto a maglia. Perchè è così importante? Perchè l’ha fatto mia sorella! Per rilassarsi nel tempo libero lavora a maglia e questo è il suo lavoro più grande e favoloso e l’ha creato per me. Quando lo indosso riesco a sentire tutto l’amore che ci ha messo creandolo e l’istinto è quello di dire a tutti ‘questo l’ha fatto mia sorella, non è meraviglioso?’

L’ho indossato circa sei settimane fa perchè nonostante maggio faceva freddo e non so se per la lana o per i sentimenti, mi ha tenuta ben al caldo 😉

In due foto sono con la mia amica Ilaria, la migliore fotografa!

Continua a leggere

Genova day 2

 photo DSCN0983_zps5581e192.jpg

And it’s Genova day 2! 🙂 (That was also Chiara’s 21st birthday!

Let’s start from the beginning of that awesome day!

When we wake up in the morning we look out the window and the sun was rising more than ever so we jumped out of our bed, we get dressed and we went to our first destination as we planned the night before: Duomo of San Lorenzo. If I was impressed by the outside (that you’ve seen in day 1), the inside was even better!

We took a couple of pictures with the lion, and then we went in. Look at the arches of the central nave in black and white marble, I’ve never seen something like this before! Then there’s a bomb, as you cannot read the written I tell you the story: this bomb falled on the church during World War II but didn’t exploded. Unbelievebel! I was really touched by that story! We stopped to light up a candle and then we walked by the aisles to see all the amazing pieces of art. Look at these statues, this pipe organ, these fresco, and these windows: perfects!

Ed eccoci al Genova day 2! 🙂 (Che era anche il ventunesimo compleanno di Chiara)

Iniziamo dal principio di questa giornata meravigliosa!

Quando ci siamo svegliate il mattino abbiamo guardato fuori dalla finestra e il sole brillava più che mai così siamo saltate giù dal letto, ci siamo vestite e siamo partite alla volta delle nastro prima meta, come pianificato la sera prima: il Duomo di San Lorenzo. Se ero rimasta impressionata dalla facciata (che avete visto nel day 1), l’interno è stato anche meglio!

Abbiamo scattato un paio di foto con il leone e siamo entrate. Guardate le arcate della navata centrale di marmo bianco e nero, non avevo mai visto niente di simile prima! Poi c’è la bomba, siccome non si legge la scritta ve ne racconto io la storia: questa bomba venne lanciata sulla chiesa durante la seconda guerra mondiale, ma rimase inesplosa. Incredibile! Questa storia mi ha veramente toccata! Ci siamo fermate ad accendere una candela e poi abbiamo camminato lungo le navate laterali per ammirare tutti i fantastici pezzi d’arte. Guardate le statue, l’organo, gli affreschi e le vetrate: perfetti!

Continua a leggere

It feels like one of those nights you won’t be sleeping

DSCN0655

Hi guys! 🙂

An outfit pretty similar to the last one, different only for those red trousers from Zara! Those pictures were taken by my friend Ilaria a week ago in Colorno while we went grocery shopping.

Ciao gente! 🙂

L’outfit di oggi è molto simile all’ultimo che vi ho mostrato, differisce solo per i pantaloni rossi di Zara! Queste foto sono state scattate dalla mia amica Ilaria la settimana scorsa a Colorno mentre facevamo la spesa.

Continua a leggere