All I Ever Wanted Was The World

DSCN0193

I was pretty silent at the beginning of the year. When I was back writing I wasn’t still able to tell you why and I’ve just kept being silent. Now I think it’s time. This January my beloved angel Lucy passed away. It was (and is) definetely the worst period of my life, the pain walks with me everyday and I’m not really able to say much more. It was like all my life moved to the background. I’ve lost the envy of doing anything from the smallest things to the big ones. I’ve started living again when Hunter became part of my life. I wasn’t ready for a new dog, the only idea made me angry with the world, she was my one and only and my heart was completely empty. But my parents borrowed me to this house where this pretty little face came out of a gate and started licking my hands. He was watching me directly in the eyes and it was like I was starting to breathe again. His mistress didn’t want him anymore as after one year and a a half she discovered that he has a little dysplasia and so he couldn’t start a life of beauty contests. In my mind the only thing that came out was ‘are you really giving away this super sweet dog just because he can’t compete? Even if he clearly loves you?’ the thing was done, he’ll come home with me, not one more second where they are not ready to love him as he deserves. I’m not going to say it was easy, the separation was really hard for him. We’re still helped by a canine reeducator and we’re making progress. After he understood that we’ve not kidnapped him, but we love him he became like our shadow and he stays always with us. I have my dark moments, but he tries his best to make me feel loved and I’m supergrateful.

Sono stata abbastanza silenziosa all’inizio dell’anno. Quando sono tornata a scrivere non ero pronta a dirvi perchè, perciò in qualche modo ho continuato a essere silenziosa. Ora penso sia arrivato il momento. Questo gennaio il mio piccolo angelo Lucy è venuta a mancare. E’ stato (ed è) sicuramente il periodo peggiore della mia vita, il dolore è con me tutti i giorni e non sono veramente in grado di spiegarvi cosa voglia dire. E’ stato come se tutta la mia vita passasse in secondo piano. Ho perso la voglia di fare qualsiasi cosa, dalle più piccole alle più importanti. Sono tornata a vivere quando Hunter è diventato parte della mia vita. Non ero pronta ad un nuovo cane, la sola idea mi faceva arrabbiare con il mondo intero, lei era l’unica e il mio cuore era completamente vuoto. Ma i miei genitori mi hanno portata in questa casa dove questo bel musetto è uscito da un cancello e ha iniziato a leccarmi le mani. Mi guardava dritta negli occhi ed è stato come se imparassi a respirare di nuovo. La sua padrona non lo voleva più siccome dopo un anno e mezzo ha scoperto che ha una piccola displasia all’anca e perciò non era più possibile iniziare la sua vita da campione di concorsi di bellezza. L’unica cosa che mi è passata per la testa in quel momento è stata ‘stai davvero dando via questo dolcissimo cane solo perchè non può gareggiare? Anche se è evidente l’amore che ha per te?’ la cosa era fatta, sarebbe venuto a casa con me, non un solo secondo di più in un posto dove non ti amano come meriti. Non vi dirò che è stata una passeggiata, la separazione è stata molto dura per lui. Stiamo tutt’ora lavorando con un rieducatore cinofilo e stiamo facendo progressi. Dopo che lui ha capito che non l’avevamo rapito, ma che lo amiamo è diventato la nostra ombra e sta sempre con noi. Ho i miei momenti bui, ma lui fa del suo meglio per farmi sentire amata e io non potrei essergli più grata.

Continua a leggere

Annunci

The way you move

DSCN0164

I’ve never told you that I was a dancer when I was a little girl. My dancing career started around 8 and ended at 13. I loved dancing classes, even if loved playing softball the most. Now I dance mostly when I tidy my house and really less when I go to the disco. I have such good moves when I’m home alone and no one is watching me. Sometimes I imagine myself surrounded by dancers following my choreography and I ask myself: what if I didn’t leave it? It’s a little too late to come back dancing, but definetely not to fantasize! And what do you daydream about the most?

Today to show you this beautiful dress a type of photo I never do for the blog: selfies! They are actually one of my biggest addiction, but only for my instagram!

Non vi ho mai detto che ero una ballerina quando ero bambina. La mia carriera da danzatrice è iniziata intorno agli 8 anni ed è finita a 13. Mi piacevano le lezioni di danza, anche se mi piaceva di più giocare a softball. Adesso ballo soprattutto quando pulisco casa e molto meno in discoteca. Ho veramente degli ottimi passi quando sono a casa da sola e nessuno mi guarda. A volte mi immagino circondata da ballerini che seguono la mia coreografia e mi chiedo: e se non avessi mollato? E’ un po’ tardi per tornare a ballare, ma decisamente non lo è per sognare! E voi su cosa fantasticate di più?

Oggi per farvi vedere questo bellissimo vestito uso una tipologia di foto che non faccio mai per il blog: selfie! Sono effettivamente una mia ossessione, ma solo per instagram!

Continua a leggere

New York: day 10

1578_WP_20160919_001_mia

I woke up when we were landing in London and yuppy yay I was turning 23!! When we reached our terminal to take the flight to Milan we discovered that it was delayed and my sister and Ila went around Heatrow airport and had breakfast, I stopped at the lounge to study, unfortunately the vacation mood had gone away and I was only thinking about my upcoming exam.

Mi sono svegliata quando stavamo atterrando a Londra e yuppy yay avevo 23 anni!! Quando abbiamo raggiunto il terminal per il nostro volo per Milano abbiamo scoperto che era in ritardo così mia sorella e Ila sono andate a fare un giro per l’aeroporto e a fare colazione, io sono rimasta alla lounge a studiare, sfortunamente il mood vacanziero se n’era andato e pensavo solo al mio imminente esame!

Continua a leggere

New York: day 9

1573_20160919_021841_LLS_sara

For day 9 we planned to visit Harlem, but since what happened the night before we decided to go just to see the gospel Mass at First Corinthian Baptist Church. It was so moving and also very long, quite different from the italian Mass.

Per il giorno 9 avevamo programmato di visitare Harlem, ma dato quello che era successo la notte prima abbiamo deciso di andare solo ad assistere alla Messa gospel alla First Corinthian Baptist Church. E’ stata emozionante, ma anche molto lunga, piuttosto diversa dalle nostre Messe italiane. 

Continua a leggere

New York: day 3

514_DSCN0153_mia

September the 12th, our third day in New York. We woke up early to go having breakfast not exactly behind the corner, we actually took a train and went to another state! Precisely we went to Hoboken to take cupcakes at the well known Carlo’s Bakery, the one we always watch on tv with Buddy preparing majestic cakes.

12 settembre, terzo giorno a New York. Ci siamo alzate presto per andare a fare colazione non esattamente dietro l’angolo, abbiamo in effetti preso un treno e siamo andate in un altro stato! Precisamente ad Hoboken a comprare cupcake nella ben nota Carlo’s Bakery, quella che guardiamo sempre in tv con Buddy che prepara torte favolose.

Continua a leggere

New York: day 2

90_DSCN0032_mia

I’m super happy to start writing about my day 2 story in New York. It began in Battery Park, in the early morning, where we took our breakfast at Starbucks and went for a walk. Not very special you said? In Italy Starbucks doesn’t exist, so yeah it was superspecial for us, also cause we took pumpkin desserts, as we all go crazy for pumpkins!

Sono superfelice di raccontarvi del mio secondo giorno a New York. E’ iniziato a Battery Park, di prima mattina, dove dopo esserci prese una colazione da Starbucks abbiamo fatto una passeggiata. Eravamo fin troppo contente dato che aspettiamo tutte di andare all’estero per un buon frappuccino, e poi siamo capitate anche nel periodo dei dolci aromatizzati alla zucca, che tutte amiamo!

Continua a leggere

New York: day 1

1_WP_20160910_004_mia

It’s finally time to tell you everything about my super trip in New York! We have clearly made a ton of photos to document all we’ve seen so you’re gonna see them on the blog! So let’s start from the very beginning: saturday early morning, around 3 o’clock, when we travelled to Milan to take our plane and the car was full of bags!

E’ finalmente arrivata l’ora di raccontarvi tutto del mio viaggio a New York! Abbiamo chiaramente fatto una tonnellata di foto per documentare tutto quello che abbiamo visto e le vedrete tutte qui sul blog! Quindi cominciamo dall’inizio: la mattina prestissimo del sabato, intorno alle 3, quando siamo partite alla volta di Milano per prendere il nostro volo e la macchina era strapiena di valigie!

Continua a leggere

Your Fresh Eyes

DSCN0005

Another week is gone and Christmas is so damn coming which means present-madness, I’m already in panic!! But in the meantime I’ve just decided my Chistmas present: a trip to London with my friends! Lucky me, today is a sunny day and I can enjoy a day out, here in this picture I’m in the park close to my home wearing one of my casual looks with always something special like this tie!

Do you like it? Are you alraeady planning Christmas presents too? Let me know!

Un’altra settimana è andata e il natale si avvicina a passi da gigante, il che significa iniziare a pensare ai regali, io sono già in panico!! Nel frattempo però ho scelto il regalo per me stessa: un viaggetto a Londra con gli amici! Fortunamente oggi c’è il sole, e posso godermi un giro all’aperto, in queste foto mi trovo nel parco vicino casa mia indossando uno dei miei tipici look casual con sempre qualcosa di particolare come questa cravatta!

Vi piace? State anche voi pianificando i regali di natale? Fatemi sapere!

Continua a leggere

Una città per cantare

DSCN0001

Given that, as I’ve told you I’m on a free month, I’m really considering to spend a few days in my beloved Rome, which I really miss. It’s a magical city where every corner makes you dream and I always feel like I’m at home when I’m there. I’ll keep you posted if I’ll go and maybe I will give you some more advices as an ‘insider’.

Today a very colorful outfit: everything in blue interrupted by red jeans. Do you like it?

Siccome, come vi ho detto, sono in un mese libero, sto seriamente considerano di passare qualche giorno nella mia amata Roma, che mi manca parecchio. E’ una città magica, dove ogni angolo riesce a farti sognare e io mi ci sento sempre a casa. Vi terrò informati se andrò e magari vi darò qualche nuovo consiglio da ‘insider’.

Oggi un outfit super colorato: tutto blu spezzato dai jeans rossi. Cosa ne pensate?

Continua a leggere

Till the day I day

DSCN0002

Hello! How is it going? I’m not in my best days for sure, both phisically (so no face allowed in these photos, very bad skin moment! But you can still see my new hair color :D) and mentally. I had one of my happiest period ever and then a bad one. Things that happen when people try to change you, bringing out the worst in you. But after some days of tears (I’m strong, but I’m human!) I’ve understood that no matter what happens in my life I’ll always be myself, till the day I die! Lucky me I’ve got a beautiful family and many friends I love to support me everyday and this is all that matters!

February is almost over and in a couple week I’ll be back to university that to me always means: spring, finally!! I’ll have to put down these wonderful parka and beanie and go back to blazers and leather jackets, my favorites! The outfit under the parka is the one I’ve chosen for the graduation party of a friend, and well also for shopping the day after because I’ve loved it so much and I found it versatile! What do you think? Are you excited for spring or are you more of a winter-person?

Ciao! Come va belli? Non sono nei miei giorni migliori, sia fisicamente (quindi niente faccia in queste foto, è un terribile momento per la mia pelle! Ma potete vedere il mio nuovo colore di capelli:D) e mentalmente. Ho avuto uno dei miei momenti più felici di sempre e poi uno brutto. Cose che succedono quando la gente cerca di cambiarti, tirando fuori il peggio di te. Ma dopo alcuni giorni di lacrime (sono forte, ma sono umana!) ho capito che non importa cosa succede nella mia vita, sarò sempre me stessa, fino all’ultimo! Per fortuna ho una bellissima famiglia e tanti amici che amo che mi supportano tutti i giorni e questo è tutto quello che importa!

Febbraio è quasi finito e in un paio di settimane sarò di nuovo all’università che per me significa sempre: primavera, finalmente!! Dovrò riporre questi bellissimi parka e cuffia e tornare ai blazer e alle giacche di pelle, i miei preferiti! L’outfit che vedete sotto il parka è quello che ho scelto per la festa di laurea di un’amica, e beh anche per lo shopping il giorno dopo perchè mi piaceva molto e lo trovo versatile! Cosa ne dite? Siete eccitati per l’arrivo della primavera o siete più persone invernali?

Continua a leggere