Can you hear me now?

DSCN0020

A thing I’ve always believed in is meritocracy, even if in Italy it’s often forgotten in cold storage. I can’t stand who obtains things without lifting a finger and leave behind him who worked all life for the same things and instead is lift empty-handed. And I’m talking from a familiar position that could get so many open doors. But I’m not like that and no one ever taught me that I could have been like this. My parents taught me the famous art of diligence, whichever road I’d choose for my life. And I’ve always done it both in sport and in studies or work. I’ve rolled up my sleeves and I’ve bowed my head. Everytime I’ve obtained results I’ve congratulate with myself, but I’ve never gone wild, I’ve raised the bets and kept working hard. It was so much harder to see people without credits taking what was mine, but after the first dejection I kept going on my own way. Now it looks like I’m the first one between my university companions who gained a job in our field while studying (if we don’t consider the one with a family pharmacy or pharmaceutical industry) and at the same time was called by different universities of world-serving importance. I don’t know what will happen tomorrow, I try to not fool myself and keep going with the determination that had always defined me, but sometimes I’d like to look back and show to all the ones that put a spanner in my works where I am now, only 23 and with an entire life in front of me. I tell you with heart in hand: don’t ever stop believing in yourselvs, ever, even when it looks like the world works against you, stay focused on your aim, soon or later your time will come, probably like it happened to me: when I’d never expect it.

Se c’è una cosa in cui credo fortemente è la meritocrazia, anche se in Italia è qualcosa che molto spesso viene dimenticato nel cassetto. Non sopporto chi ottiene le cose senza muovere un dito e si lascia dietro chi invece per tutta la vita ha lottato per avere quella stessa cosa ed è rimasto a bocca asciutta. E lo dice una che se volesse per situazione famigliare potrebbe avere un sacco di porte aperte. Ma io non sono così e non mi è mai stato insegnato che potevo essere così. I miei genitori mi hanno sempre insegnato la famosa arte dell’impegno, qualunque strada io scegliessi. E l’ho sempre fatto nello sport, nello studio, nel lavoro. Mi sono tirata su le maniche e ho abbassato la testa. Ogni volta che ho ottenuto dei risultati mi sono complimentata con me stessa, ma non mi sono mai data alla pazza gioia, ho aumentato il tiro e continuato a impegnarmi. E’ stata molto più dura invece ogni volta che ho visto persone senza meriti prendersi quello che era mio, ma dopo i primi sconforti ho continuato per la mia strada. Adesso sembra che io sia la prima tra i miei compagni di università ad avere ottenuto un lavoro nel nostro campo ancora in corso di studi (se escludiamo ovviamente chi ha alle spalle una farmacia di famiglia o un’azienda farmaceutica) e che allo stesso tempo è stata richiesta in diverse università importanti a livello mondiale. Cosa sarà di domani non lo so, cerco di non montarmi la testa e continuare con la determinazione che mi ha sempre contraddistinta, ma la voglia che a volte ho è quella di voltarmi indietro e far vedere a tutti quelli che mi hanno messo i bastoni tra le ruote dove sono arrivata adesso, a soli 23 anni e con tutta una vita davanti. Col cuore in mano vi dico: non smettete mai di credere in voi stessi, mai, anche quando sembra che il mondo vi remi contro, rimanete focalizzati sul vostro obiettivo, prima o poi il vostro momento arriverà, probabilmente come è successo a me: quando meno me lo sarei aspettato.

I was wearing:

Sergio Tacchini sunnies | Twenty Easy fake fur coat from Yoox | Mango leather jacket

Come Ios e Android

DSCN0017

It happens, during a lifetime, to share a lot with someone and so it happens to realize that that person has not so much to do with us. It happened to me, but you know I’ve got a scientific mind, I rarely trust a momentary thing, I always have to put it to the test. And so this is what I did, I had proofs on different tests I had in my mind. And what are we supposed to do? We change, we grow up, we simply open our eyes. Make distance can hurt, for sure, but it doesn’t mean being bad, it only means being more aware of our own personality and our own well-being research. Don’t you agree?

Succede nella vita di condividere molto con una persona e poi un giorno rendersi conto che forse quella persona con noi non c’entra poi granchè. A me è successo, ma sapete io ho un pensiero e una mente scientifica, mi fido poco di qualcosa di momentaneo, devo sempre mettere alla prova. Ed è quello che ho fatto, su diverse mie piccole prove mentali ho avuto ripetute conferme. E cosa ci vogliamo fare? Si cambia, si cresce, si aprono semplicemente gli occhi. Può far male distanziarsi, questo è sicuro, ma non vuol dire essere cattivi, vuol dire semplicemente essere più consapevoli della propria personalità e della propria ricerca del benessere. Non credete?

Continua a leggere

C’mon be my baby c’mon

DSCN0014

Have you ever had the desire of having fun without any worry? Call your dearest friends when the weekend calls, go out without a destination just for one night? This is what we’ll do tonight, it’s forbidden to think about anything but ourselvs, to a beautiful evening that we know when it starts, but when it ends. If you don’t hear about me anymore it means that I didn’t came back ahah! Just kidding, tomorrow morning we go back to real life, but tonight I’m not here for anyone. We need more nights like this! I hate trite things: dining always at the same restaurant, taking drinks always at the same bar e go dancing always at the same disco. When I can release myself I spend those nights that are written in my story. In the pictures another of my work outfits, fresh, light and pink, a little crazy, like I love it! What are your programs for tonight guys?

Avete mai una voglia matta di divertirvi senza pensare a niente? Quando arriva il weekend chiamare i vostri amici più cari, uscire senza una meta precisa e dimenticare il resto della vostra vita solo per una sera? Stasera si fa così, non si pensa a niente se non a noi stessi, a una bella serata che ha un’orario di inizio ma non si sa quando finirà. Se non mi sentite più è perchè non sono più tornata ahah! Scherzo, domattina si ricomincia con la vita vera, ma stasera non ci sono per nessuno. Ci vorrebbero pi spesso serate così! Odio le cose trite e ritrite: le cene sempre nello stesso ristorante, i drink sempre nello stesso bar e a ballare sempre nello stesso posto. Quando posso slegarmene passo le serate che poi si scrivono nella storia. Nella foto un’altro dei miei outfit da lavoro, fresco, leggero e rosa, un po’ fuori dal comune, come piace a me! Quali sono i vostri programmi per stasera invece? 

I was wearing:

United Colors Of Benetton tank | Vila skirt from Zalando | Vegaoo panty hose

For the longest time

DSCN0010

How do you face life changes? With a smile or with anxiety? I’m not talikng about sad ones, but just change of course. Changing house, changing work, leaving backside things or people that weren’t right for you but without really knowing what’s next. I’m in this moment, I’ll probably move to another state soon alone, I’ll change almost everything in my everyday life and this makes me reflect. I’m kind of ‘tiding’ my life. When I’ll be back at my home, I’ll have a couple days to ‘give’ to the people I love, no time to lose, so who really deserve it? Who I really want to give my time to? This makes me sometimes happy, sometimes I think ‘and what if…?’, but the moment after I say to myself ‘c’mon Sam, you are strong, you gonna get through this like every other time’ and I calm down. There’s a thing my auntie always tell me ‘don’t lose your serenity’ and this is why I took this shot. I expect myself to feel like a children discovering the world for ever, or at least, for the longest time. Uh, just in case you were wondering, my hair is purple, changes 😉

Come affrontate i cambiamenti della vita? Con un sorriso o con ansia? Non parlo di avvenimenti tristi, semplicemente dei cambi di rotta. Cambiare casa, cambiare lavoro, lasciarsi alle spalle cose o persone che non ci facevano stare bene senza sapere bene però cosa ci aspetta. Sono in uno di questi momenti, probabilmente mi trasferirò presto in un altro stato da sola, cambierà tutto nella mia vita di tutti i giorni e questo mi dà da pensare. Sto diciamo ‘pulendo’ la mia vita. Quando tornerò qui a casa avrò un paio di giorni da ‘dare’ alle persone che amo, senza tempo da perdere, quindi chi se li merita davvero? A chi voglio veramente donare il mio tempo? Questo a volte mi rende felice, altre volte penso ‘e se…?’, ma qualche momento dopo mi dico ‘forza Sam, sei forte, ce la farai come tutte le altre volte’ e mi calmo. C’è una cosa che mia zia mi dice sempre ‘non perdere la tua serenità’ ed ecco perchè abbiamo scattato questa foto. Mi aspetto di sentirmi sempre come una bambina alla scoperta del mondo, o almeno per il maggior tempo possibile. Uh nel caso ve lo steste chiedendo i miei capelli sono viola, cambiamenti 😉

I was wearing:

George J. Love beanie from Yoox | Freddy t-shirt

Freakin’ good

DSCN0004

I’m writing this post with a bottle of detox next to me, it smells great, but the taste is terrible. Summer is coming and I have to pull away all those super good and unhealty things I’ve eaten in the past few months, like at Christmas time when I took these photos. I drink and drink and I think about all those freakin’ good meals like pumpkin tortelli, my grandma’s meatball and erbazzone. These are my comfort food, the one that I could eat forever and ever. Unlucky me my body gains weight immediately so I can never just taste them, but I always feel guilty. Too bad for a food lover like me! But right now I have just one thing in my mind: bikini body. So healty food and body cleaning are my go to for next month, wish me goodluck! The outfit is barely shown here, but it was pretty summerish even if I wore it in winter, if you work with a white coat you learn to dress light under it! Are you on a detox program too? Or on a diet? Tell me in the comments, I’d like to hear about it!

Scrivo questo post con al mio fianco una bottiglia di drenante, l’odore è buono, ma il sapore terribile. L’estate è alle porte e io devo mandare via tutte quelle cose buonissime e loffissime che ho mangiato nei mesi passati, come durante le feste natalizie quando ho scattato queste foto. Bevo e bevo e penso solo a bontà come i tortelli di zucca, le polpettine di mia nonna e l’erbazzone. Questi sono i miei comfort food, quelli che potrei mangiare per sempre. Sfortunamente il mio corpo prende peso solo a guardarli quindi non posso mai solo gustarmeli, ma mi sento sempre in colpa. Una disgrazia per una buona forchetta come me! Ma ora ho solo una cosa in mente: prova costume. Perciò cibo sano e detossificazione del corpo sono il mio obiettivo per il mio prossimo mese, auguratemi buona fortuna! L’outfit si vede poco in questi scatti, ma era molto estivo anche se l’ho indossato d’inverno, se lavori col camice bianco impari a vestirti leggera sotto! Siete anche voi sotto drenanti? O siete addirittura a dieta? Raccontatemelo nei commenti, mi piacerebbe saperlo!

Continua a leggere

I wasn’t expecting that

DSCN0002

I’m in love with this coat, I’m a little sad that it’s to hot outside now to wear it, it warms you, but in the same time it’s beautiful, classy and glam. It goes perfectly with everything you wear. I was actually going to the Mass and then to dinner with this outfit, but it’s so versatile both for day and night. I wasn’t expacting to love it so much when I went shopping and get inside Mango. It was practically made for me! Looking back to my last season I have no doubts: this is my winter favorite! And what was yours?

Amo questo cappotto, sono un po’ triste che ora ci sia troppo caldo fuori per indossarlo, ti scalda, ma allo stesso tempo è bello, classimo e modaiolo. Sta perfettamente con qualsiasi cosa tu voglia indossare. Qui stavo andando a Messa e poi a cena fuori, ma è veramente versatile e sta bene sia da giorno che da sera. Non mi aspettavo che me ne sarei innamorata a tal punto quando in un giro di shopping sono entrata da Mango. E’ stato praticamente fatto per me! Guardando indietro alla stagione passata questo è sicuramente il mio capo preferito! E il vostro qual’è stato?

I was wearing:

Mango coat | H&M elastic band | United Colors Of Benetton tank | Segue… bag

New York: day 10

1578_WP_20160919_001_mia

I woke up when we were landing in London and yuppy yay I was turning 23!! When we reached our terminal to take the flight to Milan we discovered that it was delayed and my sister and Ila went around Heatrow airport and had breakfast, I stopped at the lounge to study, unfortunately the vacation mood had gone away and I was only thinking about my upcoming exam.

Mi sono svegliata quando stavamo atterrando a Londra e yuppy yay avevo 23 anni!! Quando abbiamo raggiunto il terminal per il nostro volo per Milano abbiamo scoperto che era in ritardo così mia sorella e Ila sono andate a fare un giro per l’aeroporto e a fare colazione, io sono rimasta alla lounge a studiare, sfortunamente il mood vacanziero se n’era andato e pensavo solo al mio imminente esame!

Continua a leggere

New York: day 9

1573_20160919_021841_LLS_sara

For day 9 we planned to visit Harlem, but since what happened the night before we decided to go just to see the gospel Mass at First Corinthian Baptist Church. It was so moving and also very long, quite different from the italian Mass.

Per il giorno 9 avevamo programmato di visitare Harlem, ma dato quello che era successo la notte prima abbiamo deciso di andare solo ad assistere alla Messa gospel alla First Corinthian Baptist Church. E’ stata emozionante, ma anche molto lunga, piuttosto diversa dalle nostre Messe italiane. 

Continua a leggere

New York: day 8

1526.2_WP_20160917_008_mia

We started day 8 with a walk around SoHo, we took breakfast at Dean & DeLuca and went shopping around all those superchic shops you can find there. Another face od New York: trendy people and trendy houses with pastel colors and graffiti, a strange and perfect union.

Abbiamo iniziato il giorno 8 con una passeggiata a SoHo, abbiamo preso la colazione da Dean & DeLuca e siamo andate a fare shopping in tutti i negozi superchic che si trovano in questo quartiere. Un’altra faccia di New York: gente alla moda e case alla moda con colori pastello e graffiti, uno strano e perfetto connubio.

Continua a leggere

New York: day 7

1374_DSCN0374_mia

A week after our arrival in New York and we finally went on a serious morning of shopping. Out of our hotel we went right back where we stopped the night before: Times Square. First stop at Carlo’s for breakfast and then shopping, shopping and shopping! Some names? Hard Rock Cafe (did I ever told you I collect Hard Rock tshirt?), M&M’s, Disney, Ralph Lauren, Forever 21 (where I bought a dreamy dress for my birthday party) and many others! Also for lunch we’ve found a, I think I can call, self service that I completely need in Italy: Green Apple. We took sushi and a salad both with hot and cold food and went on the red staircase eating it, such a choice!

Una settimana dal nostro arrivo a New York e siamo poi andate a farci una seria mattinata di shopping. Uscite dal nostro hotel siamo tornate dove ci eravamo fermate la notte prima: Times Square. La prima tappa è stata Carlo’s per fare colazione e poi shopping, shopping e shopping! Qualche nome? Hard Rock Cafe (vi ho mai detto che colleziono le loro magliette?), M&M’s, Disney, Ralph Lauren, Forever 21 (dove ho comprato un vestito da sogno per il mio compleanno) e molti altri! Per pranzo abbiamo poi trovato quello che potrei chiamare un self service di cui ho assolutamente bisogno qui in Italia: Green Apple. Abbiamo preso sushi e un’insalatona mista sia di cose calde che fredde e siamo tornate a mangiarcela sulla scalinata rossa, ottima scelta!

Continua a leggere