Happy 3rd birthday The Queen Of Dreaming!

 photo DSCN0159_zps2cd72f79.jpg

It sounds crazy but we’re finally turning 3!! As every year I use TQOD’s birthday to do a little analysis of the past year. And I can honestly say that 2015 was a really hard year, full of tasks and difficult moments. I’ve stayed most of the time in Colorno and Parma and made just a couple of short trips: Torino and Valdaora. This was hard for me because it’s no secret that I don’t like where I live, hope to do better this year. I’ve decided to always put first my studies at university and they actually went quite good, and my hopes are to do even better this year. I took surgery in october and I’m still going through that, but I’m feeling quite better. I don’t know how many times this year I’ve planned things and trips that I had to call off for last minute glitches. You probably noticed how busy I was for the not-regular-posting on The Queen Of Dreaming, which is so bad to me because I always have something to write about, but 24 hours in a day are never enough for me. Luckily I had some collaborations like the ones with Hairtrade or Mieroglyphs. Completely posite note: freindship. I’ve decided to put some order and decide who deserves my time and who doesn’t, I’ve understood who I can always trust and who isn’t an anchor. Without my friends by my side I don’t know how terrible this year would have been. Someone said that 2016 will be a great year for Virgos and I’m looking forward to it! For now: HAPPY NEW YEAR GUYS!!!

Sembra pazzesco ma abbiamo compiuto 3 anni!! Come sempre uso il compleanno di TQOD per fare un bilancio dell’anno passato. E posso dire senza dubbio che il 2015 è stato un anno duro, pieno di impegni e momenti difficili. Sono stata la maggior parte del tempo tra Colorno e Parma e fatto solo un paio di viaggetti: Torino e Valdaora. Davvero difficile questo per me, dato che non è un segreto che io non ami il posto in cui vivo, spero di far di meglio quest’anno. Ho scelto sempre di mettere al primo posto i miei studi universitari e effettivamente ho visto i risultati, la mia speranza è di migliorare ancora in questo 2016. Sono anche andata sotto i ferri ad ottobre e il mio decorso non è ancora del tutto finito, ma sto sicuramente meglio. Non so quante volte quest’anno ho pianificato cose e gite che ho dovuto annullare all’ultimo per imprevisti inattesi. Probabilmente vi sarete accorti di quanto io fossi impegnata per il mio postare non regolare su The Queen Of Dreaming che mi fa molto dispiacere, perchè ho sempre qualcosa da dire, ma 24 ore in un giorno spesso non sono abbastanza. Per fortuna sono riuscita comunque ad instaurare delle collaborazioni come con Hairtrade o Mieroglyphs. Nota assolutamente positiva: le amicizie. Ho deciso di fare un po’ di pulizia tra chi meritava il mio tempo e chi no, ho capito di chi posso sempre fidarmi e chi invece non può essere un punto fermo. Senza i miei amici al mio fianco non so come avrei fatto a superare quest’anno. Qualcuno ha detto che il 2016 sarà un anno fantastico per la vergine e io non vedo l’ora! Per adesso: BUON ANNO NUOVO RAGAZZI!!!

Continua a leggere

I don’t know about you, but I’m feelin’ 22!

 photo IMG-20150920-WA0001_zpswgt1rgry.jpg

Since Red by Taylor Swift came out I’ve been waiting to turn 22 just to have an excuse to sing along 22 for 12 months pretending it to be my song. This was also probably the reason why I’ve decided to plan a party with all my friends, just because I wanted to do it, not because it was the right thing to do. It actually was the best birthday party I’ve ever had, it was a lot of fun! We dined at my friend Veronica’s restaurant Nuova Aurora and then we went to the carnival. I’ve also went shopping with my friend Ila before, that was something I really couldn’t stand in the last few months. I’ve ended up wearing a really classy outfit mixing designers and more affordable items in blue with high heels at the dinner that magically became Vans at the carnival ahah! Thanks to all my friends that made this evening and night so special, I love you all!

Da quando è uscito l’album Red di Taylor Swift ho atteso di compiere 22 anni solo per cantare a rotazione continua 22 per 12 mesi giustificata dal fatto che doveva essere per forza la mia canzone. Questa è stata anche probabilmente la ragione per cui ho deciso di organizzare una festa con tutti i miei amici, solo perchè avevo voglia di farlo, e non perchè fosse la cosa giusta da fare. Ed è stata effetivamente la festa migliore di sempre, mi sono divertita tantissimo! Abbiamo cenato al ristorante della mia amica Veronica Nuova Aurora e dopodichè ci siamo spostati al luna park. Sono anche stata a fare shopping con la mia amica Ila prima, cosa che negli ultimi mesi proprio non potevo sopportare se non online. Ho deciso di indossare un outfit molto classico mixando capi firmati e non sui toni del blu e tacchi alti alla cena che sono magicamente diventati Vans al luna park ahah! Grazie a tutti i miei amici che hanno reso questa serata così speciale, vi adoro!

Continua a leggere

Valdaora diary: day 3

 photo WP_20150814_001_zpspoekutvk.jpg

This is my very last day of holiday. We went mushrooming in Valdaora, but right after lunch the sky started becoming black and we had to come back to town really fast. There we ate a good ice cream and it was time to go back home in Colorno for me. This year once Alto Adige gave me something new, new feelings and new memories. Have you ever been there?

Questo è stato il mio ultimo giorno di vacanza. Siamo stati a funghi a Valdaora, ma appena dopo pranzo il cielo ha iniziato a diventare nero e siamo dovuti tornare in paese molto velocemente. Lì abbiamo mangiato un buon gelato prima di ripartire per tornare a Colorno. Anche quest anno l’Alto Adige mi ha lasciato qualcosa di nuovo, nuovi sentimenti e nuovi ricordi. E voi? Ci siete mai stati?

Continua a leggere

Valdaora diary: day 2

 photo DSCN0017_zpsu5gp9kdm.jpg

Here we are with a new day of my summer trip. This day was mostly dedicated to a visit to Malga Fane on the set of Smitten. This place is really magical, we reached the top of the mountain with a taxi-bus that left us in the middle of nowhere, or better it looked like this, but just behind a giant rock there was this superhidden gem that you can see in the photos. We enjoyed a day there relaxing with the view and eating the tipical meal: speck, eggs and potatoes whit beer and of course homemade yogurt and grappa. Also I was able to visit the set where one of my favorite actors, Darren Criss, was filming his new movie! We rested a little bit once back home and then we went for dinner in Falzes in one of my favorite restaurants inside the Hotel Jochele where every year they prepare for us a tipical plate that it’s not on the menu: Grestel. Another perfect day! Next post will be for the last part of this small but great trip!

Eccoci ad un nuovo giorno della mia piccola vacanza estiva. La giornata è stata dedicata soprattutto alla visita a Malga Fane del set di Smitten. Questo posto è veramente magico, abbiamo raggiunto la vetta della montagna su un taxi-bus che ci ha lasciati in mezzo al nulla, o così sembrava, perchè proprio dietro una roccia gigante si nascondeva questa gemma che vedete nelle foto. Ci siamo goduti una giornata di relax davanti ad una vista pazzesca e mangiando il piatto tipico: speck, uova e patate con la birra e ovviamente yogurt e birra fatti in casa. Mi è inoltre stato possibile visitare il set dove girava uno dei miei attori preferiti, Darren Criss, che stava lavorando al suo nuovo film! Una volta tornati a casa ci siamo riposati un po’ per poi andare a cena a Falzes in uno dei miei ristoranti preferiti che si trova dentro l’Hotel Jochele dove ogni anno ci preparano un piatto tipico che non è nel menù: la Grestel. Un’altra giornata perfetta insomma! Il prossimo post sarà sull’ultima giornata di questa breve, ma bellissima vacanza!

Continua a leggere

Valdaora diary: day 1

 photo WP_20150812_005_zpsa8cgkmvs.jpg

This summer I hadn’t the chance to go on a long trip holiday as I was focused on my Biochemistry exam, but I couldn’t miss a short visit to my happy place: Valdaora. I was there four day (this is actually day 2 cause the first day was all about relax after the long trip) with friends and family. This second day started with a good cappuccino and sacher in Chienes at Gatterer, a famous bakery. Then we went mushrooming on the mountains behind Terento. As you can see the landscape is wonderful, but I was actually happy when the trip was over as I saw snakes to many times in these woods which happens to be my biggest, and maybe only, fear. Then we went for some relax at home and out for a walk in town that ended with a cocktail and super funny dinner at home. Stay tuned for day 2 (well 3)! ;)

Quest’estate non ho potuto godermi un bel viaggio lungo siccome ero concentrata sul mio esame di Biochimica, ma non potevo non fare un piccola visita nel mio porto sicuro: Valdaora. Sono stata lì quattro giorni (questo è in realtà il secondo giorno dato che il primo è stato solo relax dopo il lungo viaggio) con famiglia e amici. Questo secondo giorno è iniziato con cappuccino e sacher a Chienes da Gatterer, una famosa pasticceria. Dopodichè siamo andati a funghi nelle montagna dietro Terento. Come potete vedere il paesaggio era fantastico, ma la verità è che sono stata felice solo una volta finita la gita dato che troppo spesso ho visto serpenti in quei boschi che sono la mia più grande, e forse unica, paura. Dopodichè siamo andati a rilassarci un po’ a casa e in giro per il paese che è finito con un aperitivo e una cena divertentissima a casa. State collegati per scoprire cosa è successo il secondo giorno (beh, il terzo)! ;)

Continua a leggere

Come sei

 photo DSCN0001_zps8ujlyiz2.jpg

This was supposed to be a simple outfit post, already written, edited and ready to be posted, but I’d feel numb without saying anything about Paris. My Paris. Who is following me probably knows my endless love for this city that I use to call home away from home. I’m writing now, on balance and with a clear mind. I discovered what happened yesterday morning when waking up I’ve read a message from a Parisian friend and I’ve fallen to pieces. I was reading the information on the internet and, I admit it, all I was feeling was anger. Like probably many of you, all I wanted to do was hurt those subjects, hit them in their ‘state’, as they call it. But after blowing off steam this initial anger I’ve realized that is exactly what they want from us, to have new excuses to hurt people and spread sorrow. The real way to destroy those ‘people’, if you can call them like that, is to keep living happily and in peace. On Thursaday I’ve posted a photo on instagram from my last trip to Paris where I was saying that I wanted to go back and this desire is not gone today, isn’t changed, I’m not afraid to go to Paris. As much as I’m not afraid to go to Rome, London, Washington and all the other places that these imbeciles will threaten to attack. I’ll stay myself, I’m not going to be the fearful or embittered version of me, I’ll stay like I am now. And you too, feel free to jump on the first plane to go to your favorite city, to go out in the streets, to be yourself with your dreams, your passions, the little things that make us different the one from the other, just like we are.

And now just a few words about the outfit, shooted by Ila just before sunset on brown tones, a color that I discovered I love to wear. I’ve also added a gold lipstick inspired by Prada’s Gold 001, do you like it? Hope you’re going to have a beautiful sunday :)

Questo doveva essere un semplice post di outfit, già scritto, editato e pronto da pubblicare, ma mi sarei sentita un’insensibile a non dire niente su Parigi. La mia Parigi. Chi mi segue da un po’ probabilmente conosce il mio amore infinito per questa città, che con un’espressione inglese bellissima, che non ha pari in italiano, chiamo ‘home away from home‘. Scrivo adesso, a conti fatti e con la mente lucida. Ho scoperto quello che era successo ieri mattina appena aperti gli occhi tramite il messaggio di un’amica parigina e il mondo mi è crollato addosso. Leggevo le informazioni su internet e, non ve lo nego, tutto quello che provavo era rabbia. Avrei voluto, come sarà sicuramente successo a molti di voi, fare del male a questi soggetti, colpirli in quello che loro chiamano ‘stato’. Ma dopo aver sbollito questa rabbia iniziale ho realizzato che questa è proprio la reazione che si aspettano da noi, per avere di nuovo scuse per fare del male e seminare dolore. Il vero modo per distruggere queste ‘persone’, se così vogliamo chiamarle, è fargli vedere che continuiamo a vivere felici e in pace. Giovedì avevo pubblicato una foto su instagram dal mio ultimo viaggio a Parigi dove dicevo di voler tornare e quella voglia oggi non mi è passata, non è mutata, io non ho paura di andare a Parigi. Così come non ho paura di andare a Roma, Londra, Washington e tutti gli altri posti che questi balordi vogliano minacciare di attaccare. Io rimarrò me stessa, non diventerò la versione impaurita o incattivita di me, rimarrò così come sono. E anche voi sentitevi liberi di prendere il primo aereo per andare nella vostra città preferita, di uscire per strada, di rimanere voi stessi coi vostri sogni, le vostre passioni, le piccole cose che ci rendono diversi gli uni dagli altri, così come siamo.

E ora due parole sull’outfit, scattato da Ila appena prima del tramonto, utilizzando diversi toni di marrone, un colore che ho scoperto di amare. Ho anche aggiunto un rossetto color oro ispirata dal Gold 001 dello show di Prada, vi piace? Vi auguro una buona domenica :)

Continua a leggere

Spaghetti with anchovies and cherry tomatoes

 photo Senza titolo-1_zpsdhg7ptff.jpg

While I can use just my left hand, there a lot of things I’m not able to do, but I’ve tried to cook and surprise! I can do it! So I’ve decided to show you this super easy recipe I’ve cooked for my family (with a little help from my sister for taking photos). There are just a few easy-to-find ingredients, but super flavored, and it’s also pretty fast. It’s not healthy, I admit it, anchovies are kinda fatty, but they are the only fatty thing here, so if you want an inspiration for some healthy recipe: just remove them and you’re gonna have it!

So let’s start with the ingredients for five people:

440 g of spaghetti

125 of in oil anchovies

500 g of cherry tomatoes

4 spoon of olive extravirgin oil

2 slices of garlic

chili pepper

Mentre posso usare solo la mano sinistra ci sono un sacco di cose che non riesco a fare, ma ho provato a cucina e sorpresa! Ci riesco! Ho quindi deciso di mostrarvi questa super semplice ricetta che ho cucinato per la mia famiglia (con un piccolo aiuto da parte di mia sorella che ha scattato le foto). Ci sono pochissimi ingredienti, facili da trovare e super saporiti ed è inoltre molto veloce. Non è salutare, lo ammetto, le acciughe sono abbastanza grasse, ma sono l’unica cosa che possiamo definire in questo modo tra gli ingredienti, quindi se cercavate un’ispirazione per qualcosa di più leggero, rimuovetele dalla ricetta e lo avrete!

Partiamo con gli ingredienti per cinque persone:

440 g di spaghetti

125 g di acciughe sott’olio

500 g di pomodorini

4 cucchiai do olio extravergine di oliva

2 spicchi d’aglio

peperoncino

Continua a leggere

How deep is your love

 photo DSCN0102_zpsnx2iofdl.jpg

A very quick post with one of my favorite combo: denim and red. They are compared to black and white for me, always a perfect mix when you have no idea of what to wear. This is a single photo because my camera descharged a second later ahah! This photo was taken before my surgery, last week, and this post is just to say I’m going well! I had the plaster cast removed this morning and now I have to rest for one more week, but I already feel like I’m having my right hand back like the old times and this makes me happy. I’m coming back guys!!

Un post molto veloce con una delle mie combo preferite: il denim abbinato al rosso. Sono comparabili al bianco e nero per me, un ottimo mix da indossare quando non si hanno idee. In realtà la foto è una sola perchè la fotocamera ha ben pensato di scaricarsi un secondo dopo! Questa foto è stata scattata prima della mia operazione, la settimana scorsa, e questo post è solo per dirvi che sto bene! Mi è stato rimosso il gesso stamattina e ora devo riposare per un’altra settimana, ma sento già che la mia mano destra sta tornando quella di una volta e questo mi rende molto felice. Sto tornando gente!!

I was wearing:

Rayban sunglasses | Zara shirt | Armani Jeans bag | Lol Jewels bracelet | United Colors Of Benetton jeans

#ExpoDay

 photo DSCN0057_zpsmnuge7xg.jpg

Today it’s time to tell you about my visit to Expo last June with my mum and my dad. I didn’t know exactly what to expect as I’ve heard different opinions about it, but what I can onestly tell you is that I’ve loved it so much! It’s not a secret that I love to travel and to try different types of food, and this two things are expressed completely in what I’ve seen.

Expo is really HUGE, I’ve spent there an entire day and I saw just a little bit of it. Unfortunately I hadn’t the chance to go back as I recently had an operation. The pavillons were all really beautiful from the outside, but what striked me the most is that the pavillons that offered the most in the inside were those made by state that are not so rich. I’m gonna tell you a little bit of them and my impressions as musch as this article could be used as a little guide for a visit to Expo ;)

Oggi è arrivato il momento di raccontarvi della mia visita all’Expo lo scorso giugno con i miei genitori. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi poichè avevo sentito opinioni contrastanti a riguardo, ma quello che posso dirvi ora onestamente è che l’ho apprezzata davvero molto! Non è un segreto che io ami viaggiare e provare nuovi cibi e ho trovato queste due cose espresse perfettamente in quello che ho visto.

L’Expo è veramente grandissima, ci ho passato una giornata intera e comunque ne ho vista solo una piccola parte. Purtroppo non sono potuta ritornare questo mese poichè ho da poco subito un intervento chirurgico. Ho trovato tutti i padiglioni molto belli, ma quello che mi ha colpita di più è il fatto che quelli che offrivano maggiormente all’interno erano quelli rappresentativi dei paesi meno ricchi. Vi racconterò un po’ di ognuno e le mie impressioni a riguardo di modo che questo articolo possa funzionare un po’ come una piccola guida per una vostra visita all’Expo ;)

Continua a leggere

New Americana

 photo DSCN0054_zpse9jqgous.jpg

Here I am with my babe, my brand new hair color and a big smile on my face. Because when I’m with her all the problems seem to desappear. My fourth year of university has started and, even if it hadn’t started in the best way (first my computer crashed and everything was removed from it, then I’ve lost my phone), I smile and laugh a lot everyday and this is the most important thing for me. I’ve learned to fight struggels properly and now I’m learning to smile even when bad things are happening. My schedule is really full for this october, including an operation by the end of the month. And again yes, I’m a little afraid about it, but I’m taking it really in a good mood! And you guys? What are you up to this month?

Eccomi con la mia bambina, il mio nuovo colore di capelli e un sorrisone sul viso. Perchè quando sono con lei tutti i problemi sembrano scomparire. Il mio quarto anno di università è iniziato e, anche se non è successo nel modo migliore (prima il mio computer ha crashato facendomi perdere tutto, poi ho perso il mio cellulare), sorrido e rido molto ogni giorno e questa è la cosa più importante per me. Ho imparato a non arrendermi ai problemi e ora sto imparando a sorridere anche quando capita di tutto. La mia agenda è davvero fitta per questo ottobre e include anche un intervento chirurgico a fine mese. E ancora sì, sono un po’ spaventata, ma la sto prendendo davvero bene! E voi ragazzi? Cosa avete pianificato per questo mese?

I was wearing:

United Colors Of Benetton Top | Trussardi Jeans | Marco Tozzi Flats from Zalando