Swordfish pie with eggplants and salted ricotta cheese

DSCN0166

It’s finally time for a new recipe! This one I’ll explain you today it’s pure pleasure, expecially if you love both fish and vegetables, like I do. It’s not an healthy one, for sure, it’s one of those sunday treats that anyone of us deserves. It’s typical in the south of Italy, as I’m from the north I hope that I did it well anyway! As you can see it envolves fresh swordfish, fried eggplants (and for me my mum telling me to not eat them immediately and put them in the pie!) and salted ricotta cheese, I thing that I love and it’s pretty difficult to find in the north! I’ve thought about how to make an healthy-everyday version of this, and I think it could be great with grilled eggplants and no cheese (ouch! Such a crime after tasting the ‘real’ one). So let’s start guys, I’m already hungry!

Ingredients (serving 4):

500 g of eggplants

250 g of swordfish

250 g of bread crumbs

50 g of salted ricotta cheese

extravirgin olive oil to taste

garlic to taste

basil to taste

cooking salt to taste

500 mL of fry oil

flour to taste

salt to taste

E’ finalmente arrivato il momento di una nuova ricetta! Quella che vi spiegherò oggi è puro piacere, soprattutto se amate sia il pesce che le verdure, come me! Non è sicuramente una delle più salutari, è uno di quei godimenti di fine settimana che ognuno di noi merita. E’ tipica del sud del nostro bel paese, da ragazza del nord spero di averla fatta bene! Come potete vedere comprende pesce spada fresco, melanzane fritte (e per me mia mamma che mi ricorda di non mangiarle subito e metterle nel tortino!) e la ricotta salata, formaggio che amo, ma che è piuttosto difficile da trovare qui al nord! Ho pensato anche a come renderla una ricetta sana da poter fare tutti i giorni e penso possa essere comunque buona grigliando le melanzane e senza formaggio (ouch! Un vero crimine dopo aver provato la versione ‘originale’). Quindi iniziamo ragazzi, ho già fame!

Ingredienti (per 4 persone):

500 g di melanzane

250 g di pesce spada

250 g di pan grattato

50 g di ricotta salata

olio extravergine di oliva q.b.

aglio q.b.

basilico q.b.

sale grosso q.b.

500 mL di olio per friggere

farina q.b.

sale q.b.

Continua a leggere

Happy 4th birthday The Queen Of Dreaming!

DSCN0067

So here we are guys: 4 years!! This is a long time and I can’t believe all that happened into my life when I look back! But, as usual, this is the time to look back at 2016: a very difficult year, full of stress and bad moments, but also with a some memorables times. First of all my vacation in New York (which I’m writing about, can’t wait to share!), but also the end of classes at university, the beginning of my internship and some cool events I went to. The best one was, of course, Marco Mengoni opening tour concert, where I was under the stage with Ila and Veronica, my dearest friends. And talking about friend, I’ve finally chosen the ones I want to keep close, and said goodbye to all the ones that were giving me stress instead of love. I’m every day prouder of my family and happy to be part of it. I’m really looking forward for this 2017 where I’ll end the internship, I’ll probably move abroad (still can’t say where!) alone for my final thesis and I’ll be in London with my friends for some days. I hope it will be a good one, for me, and for you all!

Quindi eccoci qui: 4 anni!! E’ un periodo lungo e non posso credere a quante cose mi sono successe se guardo indietro! Ma, come al solito, è il momento di guardare indietro al 2016: un anno difficile, pieno di stress e momenti complicati, ma anche con altri davvero memorabili. In primis le mie vacanze a New York (di cui sto scrivendo, non vedo l’ora di condividerle!), ma anche la fine delle lezioni all’università, l’inizio del tirocinio e alcuni eventi a cui ho preso parte. Il migliore chiaramente è stato il concerto di apertura di Marco Mengoni, dove ero sotto al palco con le mie care amiche Ila e Veronica. E parlando di amici, ho finalmente capito chi sono quelli che voglio tenermi vicino, e salutato tutti quelli capaci di darmi solo stress invece che amicizia. Sono ogni giorno più fiera della mia famiglia e felice di farne parte. Guardo con aspettative questo 2017, dove finiro il tirocinio, probabilmente andrò a vivere all’estero da sola (ancora non si può dire dove!) per la mia tesi finale e andrò a Londra con i miei amici. Spero che sia un anno buono, per me, e per tutti voi!

Continua a leggere

Crotonese covatelli

DSCN0022

You know, my best way to relax and forget the world around me is cooking, even better if I’m cooking something new so I have to follow some rules but always adding my personal touch. Today’s recipe is tipical in the south of Italy and it’s definitely a cheat meal as you can see in the photo there’s sausage! But you know I always tell you what to do to stay healthy, in this case follow the recipe completely but forget the sausage and you’re gonna have a good healty sauce for your pasta 😉 So let’s go with the ingredients!

For 4 people:

330 g of covatelli

400 g of peeled tomatoes

100 g of fresh sausage

60 g of pecorino di fossa

40 g of olive extravirgin oil

20 g of onion

basil as required

chili pepper as required

salt as required

Lo sapete ormai, il mio modo preferito per rilassarmi e dimenticarmi del mondo attorno a me è cucinare, ancora meglio se cucino qualcosa di nuovo e quindi devo seguire delle regole, ma sempre aggiungendo il mio tocco personale. La ricetta di oggi è tipica della Calabria ed è decisamente quello che io definisco un ‘cheat meal’ perchè come potete vedere nella foto c’è la salsiccia! Sapete però che se posso vi suggerisco sempre un modo per rendere la vostra ricetta dietetica e in questo caso è semplice, seguitela completamente, ma dimenticate la salsiccia e otterrete così un sanissimo sugo per la vostra pasta 😉 Iniziamo quindi con gli ingredienti!

Per 4 persone:

330 g di covatelli

400 g di pomodori pelati

100 g di salsiccia fresca

60 g di pecorino di fossa

40 g di olio extravergine d’oliva

20 g di cipolla

basilico q.b.

peperoncino q.b.

sale q.b.

Continua a leggere

Spaghetti with anchovies and cherry tomatoes

Senza titolo-1

While I can use just my left hand, there a lot of things I’m not able to do, but I’ve tried to cook and surprise! I can do it! So I’ve decided to show you this super easy recipe I’ve cooked for my family (with a little help from my sister for taking photos). There are just a few easy-to-find ingredients, but super flavored, and it’s also pretty fast. It’s not healthy, I admit it, anchovies are kinda fatty, but they are the only fatty thing here, so if you want an inspiration for some healthy recipe: just remove them and you’re gonna have it!

So let’s start with the ingredients for five people:

440 g of spaghetti

125 of in oil anchovies

500 g of cherry tomatoes

4 spoon of olive extravirgin oil

2 slices of garlic

chili pepper

Mentre posso usare solo la mano sinistra ci sono un sacco di cose che non riesco a fare, ma ho provato a cucina e sorpresa! Ci riesco! Ho quindi deciso di mostrarvi questa super semplice ricetta che ho cucinato per la mia famiglia (con un piccolo aiuto da parte di mia sorella che ha scattato le foto). Ci sono pochissimi ingredienti, facili da trovare e super saporiti ed è inoltre molto veloce. Non è salutare, lo ammetto, le acciughe sono abbastanza grasse, ma sono l’unica cosa che possiamo definire in questo modo tra gli ingredienti, quindi se cercavate un’ispirazione per qualcosa di più leggero, rimuovetele dalla ricetta e lo avrete!

Partiamo con gli ingredienti per cinque persone:

440 g di spaghetti

125 g di acciughe sott’olio

500 g di pomodorini

4 cucchiai do olio extravergine di oliva

2 spicchi d’aglio

peperoncino

Continua a leggere

Potatoes and pumpkin cream (Taleggio version)

 photo DSCN0047_zps6ibjhrfe.jpg

 

Spring is finally here and we have to say goodbye to all these hot sweet fatty winter meals, but let’s do it with style! I did with a new version of my pumpkin and potatoes cream I showed you some time ago adding Taleggio, a tipical creamy italian cheese. So let’s explore the little variations of this recipe together and let’s try it out! ;-P

Ingredients for 5 people:

2 medium potatoes (mine were one big and one small, they were around 425 g, but consider you have to peel them)

700 g of pumpkin

1 sprig of parsley

1 small leek

1 chili pepper

250 ml of milk

84 g of parmesan cheese

1 bay leaf

50 g of butter

salt to taste

pepper to taste

taleggio

Wash and peel the potatoes. Cut them into cubes. Cut into pieces the pumpkin too. Wash and mince the parsley. Clean and wash the leek then cut it into washers. Now put the leek in a big pot with 30 g of butter and the bay leaf. Make it sear for a few minutes always blending. Now put in the pot potatoes and pumpkin and make them sear too while you keep blending. Add the chili pepper and cover all with water (I’ve also added a some spoon of broth, cause I prepare broth every week, if you have broth at home try it too!). Salt and season. Make it boil and when it does cook it for 40 minutes. After that turn off the fire and remove the chili pepper and the bay leaf. Whip it all with a hand blender. Warm up the milk aside. Then add the milk to your cream and make it boil again. Once it starts boiling turn off the fire. Add the remaining butter and amalgamate it. Add the parsley and the parmesan cheese and amalgamate them too.

La primavera è finalmente è arrivata e con lei l’ora di salutare tutti i caldi, gustosi, cicciosi cibi invernali, ma facciamolo con stile! Io l’ho fatto con una nuova versione della crema di patate e zucca che vi avevo proposto un po’ di tempo fa, aggiungendoci il Taleggio. Vediamo quindi insieme le piccole variazioni di questa ricetta e proviamola a preparare! ;-P

Ingredienti per 5 persone:

2 patate medie (le mie erano una grande e una piccola, intorno ai 425 g, ma considerate che dovete anche pelarle)

700 g di zucca

1 mazzetto di prezzemolo

1 porro piccolo

1 peperoncino

250 ml di latte

84 g di parmigiamo reggiano

1 foglia di alloro

50 g di burro

sale q.b.

pepe q.b.

taleggio

Lavate e pelate le patate. Tagliatele a cubetti. Tagliate a pezzetti anche la zucca. Lavate e tritate il prezzemolo. Pulite e lavate il porro e tagliatelo poi a rondelle. Ora mettete il porro in una pentola abbastanza capiente con 30 g di burro e la foglia di alloro. Fatelo rosolare per qualche minuto sempre mescolando. Ora mettete nella pentola anche patate e zucca e fatele rosolare mentre continuate a mescolare. Aggiungete il peperoncino e coprite tutto con acqua (io ho aggiunto anche un po’ di brodo, siccome preparo il brodo ogni settimana, se avete del brodo in casa provate!). Salate e pepate. Portate a bollore e poi cuocetelo per 40 minuti. Dopodichè spegnete la fiamma e togliete il peperoncino e la foglia di alloro. Frullate tutto con un frullatore a immersione. Scaldate il latte a parte. Aggiungete quindi il latte alla vostra crema e fatela bollire di nuovo. Quando bolle spegnete il fuoco. Aggiungete il burro restante e amalgamatelo. Aggiungete prezzemolo e parmigiano e amalgamate anche questi. 

Continua a leggere

Potatoes and pumpkin cream

 photo DSCN0001_zps69a5d250.jpg

 

As much as I don’t go outside my studio that much since the beginning of the year (Organic Chemistry 2 vs Sam, who’s gonna win? I did my exam yesterday and I have to wait 9 days to know if I made it or not!) the place where I express myself more is in the kitchen, which is really close to my studio ;-P. Also there’s a lot of chemistry too when you cook so I kinda consider it an extension of my studies. I still live my healthy life, but let’s be honest: is in these two ‘extra’ meals that I can make my fantasy work, as much as I have much more ingredients to work with. I also admit that I’m a vegetables-junkie so even in these meals I try to use vegetables as much as possible. Some people think that eating vegetables means ‘eating clean’, well it really depends on what you eat with these vegetables! Today’s recipe is an example of that: potatoes and pumpkin cream. Of course there are potatoes and pumpkin but there are also butter and milk! So this is definitely an extra meal for cold days in the winter when you need something really warm and damn good to eat, maybe with the ones you love. So let’s get started! 😉 Oh, and I like to say, that even this time I took inspiration from a cooking-genius: Sergio Barzetti.

Ingredients for 5 people:

2 medium potatoes (mine were one big and one small, they were around 425 g, but consider you have to peel them)

700 g of pumpkin

1 sprig of parsley

1 small leek

1 chili pepper

250 ml of milk

84 g of parmesan cheese

1 bay leaf

50 g of butter

salt to taste

pepper to taste

Siccome non vado molto fuori dal mio studio dall’inizio dell’anno (Chimica Organica 2 vs Sam, chi vincerà? Ho appena fatto l’esame e solo l’11 saprò se sarà andata o meno!) il posto in cui mi esprimo di più è la cucina, che neanche a dirlo è molto vicina al mio studio ;-P. E poi c’è molta chimica in cucina quindi posso quasi considerarlo un’estensione dei miei studi. Continuo sempre con la mia vita sana, ma siamo onesti: è in quei due pasti ‘extra’ che posso davvero far lavorare la mia fantasia, anche perchè ho molti più ingredienti con cui lavorare. Ammetto anche di essere una drogata di verdura e quindi cerco sempre di includere la verdura in questi miei ‘extra’. Molte persone pensano che basti mangiare verdura per mangiare sano, ma cambia molto da cosa mangi con la verdura! La ricetta di oggi ne è un esempio: crema di patate e zucca. Certo ci sono appunto le patate e la zucca, ma ci sono anche burro e latte! Quindi è decisamente da considerare un extra per i giorni freddi quando avete bisogno di mangiare qualcosa di caldo e dannatamente buono, magari in compagnia delle persone che amate. Quindi iniziamo! 😉 Ah, ci tengo a dirlo, ho preso ispirazione ancora una volta da quello che per me è un genio in cucina: Sergio Barzetti.

Ingredienti per 5 persone:

2 patate medie (le mie erano una grande e una piccola, intorno ai 425 g, ma considerate che dovete anche pelarle)

700 g di zucca

1 mazzetto di prezzemolo

1 porro piccolo

1 peperoncino

250 ml di latte

84 g di parmigiamo reggiano

1 foglia di alloro

50 g di burro

sale q.b.

pepe q.b.

Continua a leggere

Bucatini with puntarelle and mussels

 photo DSCN0007_zpsc44ece0a.jpg

 

After ages I’m back with a new recipe! I actually cook a lot as much as through the years I discovered that cookery is a big weapon against anxiety, and also improves my energy while I study. Both thanks to my mum that had a very good education about food and (but I would be happy without them!) to my health problems, I try to have an healthy life as much as possible. I eat really green and clean everyday and I try to do physical activity 6/7. For beginners it’s always hard and it’s really easy to find excuses like work, tiredness and so on. I was the first on this when I had to stop sport on competitive level. But after a year of ‘I’m too busy – I’m too tired’ I went for routine blood tests and I discovered values that could come from a person who’s 90 not 19. Since then I made everything possible to get my youth back, and believe me when I say I can really see the difference! We actually discovered that there’s genetic behind my blood and physical problems, so I will never have completely clean blood tests, but I’ve also understand that living a healthy life would let me do almost everything the others girls of my age do, bad habits won’t. Anyway I have to admit that I’m a very good eater so I allow myself a couple of tastelicious meals to let me cook a lot and satisfy my palate. The recipe I’m gonna explain today is definitely one of this two meals, it’s a little longer from the ones I showed before, but definitely worth it. Obviously is inspired by the genius Sergio Barzetti. Let’s get started!

For 4 people:

400 g of bucatini pasta

1 kg of mussels

1 head of puntarelle

parsley to taste

basil to taste

1 chili pepper

1 glass of dry white wine

1 big potato

2 bay leaves

extra virgin olive oil to taste

salt to taste

pepper to taste

The recipe is pretty simple, but to explain it better I divided it in three parts. So let’s start it from the first one: prepare mussels.

Dopo secoli sono tornata con una nuova ricetta! Io cucino veramente tanto sia perchè negli anni ho scoperto che è una grande arma contro l’ansia, sia perchè aumenta anche le mie energie per studiare. Sia grazie a mia mamma che ha avuto un’ottima educazione riguardo al cibo sia (anche se farei volentieri a meno!) ai miei problemi di salute, cerco di avere una vita sana il più possibile. Mangio molta verdura e frutta di stagione ogni giorno e cerco di fare attività fisica 6 giorni su 7. Per chi inizia questo stile di vita è sempre dura, ed è facile trovare scuse per non farcela come il lavoro, la stanchezza e così via. Io ero la prima a trovarle dopo che ho smesso l’attività agonistica. Ma dopo un anno di ‘sono troppo stanca – sono troppo impegnata’ sono andata a fare il solito controllo del sangue e ho scoperto valori che sarebbero andati bene per una donna di 90 anni non di 19. Da quel giorno ho fatto tutto il possibile per riprendermi la mia giovinezza, e credetemi se vi dico che si vede la differenza! Abbiamo poi scoperto che in realtà dietro quei valori così sballati ci sono anche problemi genetici e che quindi non avrò mai esami del sangue completamente puliti, ma ho capito che vivere una vita sana mi permetterà di fare quasi tutto quello che le ragazze della mia età fanno, le cattive abitudini invece no. Tuttavia devo ammettere che sono una buonissima forchetta, per questo mi concedo un paio di pasti più goduriosi a settimana per dare un po’ di gioia anche al mio palato. La ricetta che vi presento oggi è decisamente da far rientrare in questi extra ed è un po’ più lunga di quelle che vi presento normalmente, ma ne vale veramente la pena. E’ ovviamente ispirata a quella del genio Sergio Barzetti. Iniziamo!

Per 4 persone:

400 g di bucatini

1 kg di cozze

1 ciospo di puntarelle

prezzemolo q. b.

basilico q. b.

1 peperoncino

1 bicchiere di vino bianco secco

1 grossa patata

2 foglie di alloro

olio extravergine di oliva q.b.

sale q. b.

pepe q. b.

In se la ricetta è abbastanza semplice, ma per spiegarvela meglio ho deciso di dividerla in tre parti. Iniziamo con la prima: preparare le cozze.

Continua a leggere

Happy Birthday The Queen Of Dreaming!

 photo DSCN1537_zps93163f08.jpg

 

And I’m happy to say The Queen Of Dreaming today turns two! Everyone of us does an analysis of the past year when I new one starts and every blogger does it also in his or hers blog birthday. Lucky me this two things are combined so I can do it once ahah!

This year everything happened, really, I have sooo many things in my mind and I’ll probably forget to write a half or even more of them. Let’s start from a very important thing, friends. I didn’t choose a portrait of myself for the first picture, but me plus friends for a reason. Since the beginning of the year I met a lot of new people and so I made new friends. But when you are surrounded by people everyday, in those rare moment you are alone, you reflect a lot. And so I did. And I realize how important is growing strong friendships with people that actually deserve it and leave behind you people who don’t. Don’t have bad thinking, I actually never argued with anyone or better I use to argue with the people I care the most, but just because I think it’s important to always trying to understand each other. What I did is just realize which people can make me grow and can understand me and which not. And I deleted everyone in the last category. It doesn’t matter how many friends you have, but how many good friends you have.

Another subject: trips. Oh gosh. I hit a nerve. You do know how much I love travelling, but in 2014 my trips were really a few and too short. But this year no one’s gonna stop me, I swear! This was my first year since ages I didn’t take a plane. Crazy. Said by me is really crazy! Well if you consider travelling moving from Colorno to Parma and back almost everyday I actually travelled a lot! My out-and-out travels this year have been: trhee times in Valdaora, Salerno and Giffoni Valle Piana (where I was honored to meet two of my favourite actors: Lea Michele and Matt Bomer), Gardaland and Milan.

I have to admit that this wasn’t a easy year for the relationship between me and my anxiety. On the contrary. Since the beginning of the year she came into my life, and I didn’t realize it, so she took the upper hand on my life for almost the 8 months after. Then I recognized her, I fighted her and she went away. I’m better now, even if she sometimes comes back, when I don’t expect her, when I’m alone, but now I know what I have to hang on to to make her go away. From this fight my first tattoo was born.

But let’s not forget whom birthday is today. Yes, this little blog of mine that grow up a lot in this last year. Probably because I put a lot of efforts in it, but surely also thanks to you. Yes because you, my dearest readers, had an exponential growth and I couldn’t be happier! I have both regular readers, some of them also write me off the blog, and occasional readers. And I love all of them. Because when you put heart and soul in something every positive feedback is something magical. You are with no doubt my biggest satisfaction. And it’s again you that I have to thank for the collaboration I get like the ones with Sheinside, Persunmall, Choies and Hairtrade, that will continue in 2015 with also some surprises for you! At last but not least a big thank to the two people that make it all possible: the woman who teach me everything, my mum, and my right-hand girl in everything I do and which never wants to be photographed, my dearest friend Ilaria.

P.S. Follow me on Bloglovin, Instagram and Twitter, if you’ll tell me I’ll be happy to follow you back!

E sono felice di dirvi che oggi The Queen Of Dreaming compie due anni! Tutti noi facciamo un bilancio dell’anno passato quando ne inizia uno nuovo e ogni blogger lo fa anche al compleanno del proprio blog, fortunamente per me le due cose coincidono così ho il piacere di farlo una volta sola ahah!

Quest’anno sono successe tantissime cose, davvero, ho così tanti pensieri nella mia testa che probabilmente dimenticherò di scriverne metà o forse di più. Partiamo da una cosa importantissima, gli amici. Non ho scelto la prima foto come un ritratto solo di me stessa, ma con delle amiche per una ragione. Sin dall’inizio di quest’anno ho incontrato un sacco di persone e perciò fatto nuovi amici. Ma quando sei circondato da persone tutto il giorno, tutti i giorni, in quei rari momenti in cui sei da solo rifletti e tanto. E così faccio anche io. E ho capito quanto sia importante creare amicizie forti con le persone che se lo meritano, e lasciarsi dietro chi invece no. Non pensate male, non ci sono stati litigi. Certo a volte discuto, ma solo con le persone a cui tengo e con cui voglio che tutto sia sempre chiaro. Tutto quello che ho fatto è capire quali persone possono capirmi e assecondarmi e quali no. E tutti quelli che appartenevano alla seconda categoria sono stati cancellati. Non è importante quanti amici avete, ma quanti buoni amici avete.

Cambiamo argomento: viaggi. Oddio. Tasto dolentissimo. Sapete quanto ami viaggiare, ma i miei viaggi nel 2014 sono stati troppo pochi e troppo corti. Ma quest’anno nessuno potrà fermarmi, lo giuro! E’ stato il primo anno dopo secoli in cui non ho preso un aereo. Pazzesco. Detto da me è davvero pazzesco! Beh se considerate spostarmi tra Parma e Colorno quasi ogni giorno ho effettivamente viaggiato molto! I miei viaggi veri e propri d quest anno sono stati Valdaora per tre volte, Salerno e Giffoni Valle Piana (dove ho avuto il piacere di incontrare due dei miei attori preferiti: Lea Michele e Matt Bomer), Gardaland e Milano.

Devo ammettere che non è stato un anno facile per il rapporto tra me e la mia ansia. Anzi. Sin dall’inizio dell’anno è entrata dentro di me, senza che me ne accorgessi e ha preso il sopravvento sulla mia vita per almeno gli 8 mesi a venire. Poi mi sono accorta di lei, l’ho combattuta fin che se ne è andata. Ora sto meglio, anche se ogni tanto torna a farmi visita, quando meno me lo aspetto, quando sono da sola, ma ora so a cosa aggrapparmi perchè se ne vada. Da questa mia lotta è nato il mio primo tatuaggio.

Ma non scordiamoci chi compie gli anni oggi. Sì questo bloggino qui che nell’ultimo anno è cresciuto tantissimo. Probabilmente perchè io ci ho messo tantissimo impegno, ma sicuramente anche grazie a voi. Si perchè voi miei cari lettori siete cresciuti in maniera esponenziale e non potrei esserne più felice! Ho lettori fissi che commmentano ogni mio post, mi scrivono anche al di fuori di questo contesto così come lettori occasionali, a tutti voi, vi voglio bene sappiatelo. Perchè quando metti anima e corpo in qualcosa e ti viene riconosciuto il merito la gioia è infinita. Voi siete senza dubbio la mia più grande soddisfazione. Ed è anche grazie a voi se sono arrivate importanti collaborazioni come Sheinside, Persunmall, Choies e Hairtrade e che continueranno nel 2015, con tante novità anche per voi di cui non potrei essere più entusiasta! E devo ringraziare due persone che rendono possibile tutto questo: la donna che mi ha insegnato tutto, mia mamma e la mia spalla in tutto quello che faccio e sempre schiva dal farsi fotografare, cosa che sa farei con piacere, la mia amica Ilaria.

P.S. Seguitemi su Bloglovin, Instagram e Twitter, se me lo farete sapere sarò felice di ricambiare!

Continua a leggere

Bucatini with olives and almonds pesto sauce

 photo DSCN2080_zpsf7e6a28e.jpg

 

Hi sweethearts!

Today we go back to my cooking lessons, showing you a very easy recipe that will make your friend think you just won masterchef! First of all this recipe isn’t mine, I adapted it from the one written by the genius Sergio Barzetti in Tutti a tavola! book. Let’s start with the ingredients (for 5 people):

400 g of bucatini pasta

59 g of pitted Taggiasche olives

84 g of peeled almonds

167 g of cherry tomatoes

42 g of shaved parmesan cheese

34 basil leaves

2 bay tree leaves

extra virgin olive oil

salt

It looks yummy, doesn’t it? For me just reading tomatoes, basil and olives makes me smell them and I feel immediately hungry (I’m a vegetables junkie!). Anyway let’s start the how-to-do part of this super easy sauce!

We start taking a hand blander, expacially its glass, and composing layers of what we are going to mix next. So put in it your olives, 3 tomatoes, parmesan cheese, almonds and 4 spoons of oil. Then put it aside.

 

Ciao dolcezze!

Oggi continuiamo con le mie lezioni di cucina, mostrandovi una ricetta molto semplice che farà credere ai vostri amici che avete appena vinto masterchef! Prima di tutto ci tengo a precisare che questa ricetta non è mia, ma l’ho adattata da quella scritta da quel genio di Sergio Barzetti nel libro Tutti a tavola!. Incominciamo con gli ingredienti (per 5 persone):

400 g di bucatini

59 g di olive taggiasche denocciolate

84 g di mandorle pelate

167 g di pomodori ciliegino

42 g di parmigiano grattugiato

34 foglie di basilico

2 foglie di alloro

olio di oliva extravergine

sale

Sembra gustoso no? Solo leggere pomodori, basilico e olive me ne fa sentire il profumo e mi si apre subito lo stomaco (sono una drogata di verdure!). Ok, iniziamo sul serio a preparare questo sugo semplicissimo! 

Prendiamo il bicchiere del frullatore a immersione, e componiamo i livelli di quello che poi andremo a mixare. Mettete dentro le olive, 3 pomodorini, il parmigiano, le mandorle e 4 cucchiai di olio. Ora mettete il tutto da parte.

Continua a leggere

Colorful butterflies

 photo DSCN1751_zps560bd172.jpg

Here I am with another easy recipe that everyone can make: biscuits! They are not only very easy to cook but also funny to decorate! Here is my version where my biscuits became super colorful butterflies 🙂

Eccomi con una nuova ricetta facile e che tutti potete fare: i biscotti! Non sono solo semplici da preparare ma anche divertentissimi da decorare! Questa è la mia versione in cui i biscotti si sono trasformati in bellissime e coloratissime farfalle 🙂

Ingredients:

(for the biscuits)

125 g of butter

125 of granulated sugar

1 egg

1 bag of vanillin

250 g of flour

(to decorate)

100 g of dark chocolate

green gel food colouring

purple gel food colouring

blue gel food colouring

300 g of powdered sugar

2 albumens

 

Ingredienti:

(per i biscotti)

125 g di burro

125 g di zucchero semolato

1 uovo

1 bustina di vanillina

250 g di farina

(per decorare)

10o g di cioccolato fondente

colorante alimentare verde in gel

colorante alimentare viola in gel

colorante alimentare blu in gel

300 g di zucchero a velo

2 albumi

 

Preparation:

Whip the butter and the granulated sugar in a bowl until you have a spumy cream. (Little advice for the beginners: taste a little bit of butter, if there are still a lot of sugar grain you have to whip a little bit more!)

Preparazione:

Montate burro e zucchero semolato in una ciotola finchè non ottenete una crema spumosa. (Piccolo suggerimento per i principianti: assaggiate una punta del vostro burro, se sentite ancora chiaramente molti granelli di zucchero montate ancora un pochino)

Continua a leggere